Varese-Verona: le pagelle. La stella di Kurtic brilla più di tutte le altre

0
14

Bressan 6.5: un solo intervento in tutta la gara. Indubbiamente questo è indice di un’ottima prestazione da parte di tutto il Varese.
Cacciatore 7: altra gara convincente, perno dei biancorossi. Dalle sue zone proprio non si passa e sfiora il gol anche in un paio di occasioni su palle da fermo.
Troest 7: torna ad essere l’essenziale. Pulito in ogni intervento, è un’assoluta sicurezza. Il turno di stop, causa squalifica, contro la Samp gli ha fatto più che bene.
Terlizzi 7.5: per tanti è il leader del Varese. E lo è. In difesa è un gigante, e non solo per l’altezza, e adesso segna anche con regolarità.
Grillo 7: sulla sua corsia mancina macina chilometri, è in forma smagliante.
Zecchin 6.5: si vede meno del solito, ma Zecco è un giocatore fondamentale per questo Varese. Quando ha la palla tra i piedi da’ tranquillità anche in circostanze complicate.
(dal 31’ s.t. Pucino 6.5: solo un quarto d’ora, si piazza a fare l’esterno alto. Con buoni risultati).
Corti 7: finalmente è tornato il motorino del Varese. Si è ripreso il suo posto da titolare (senza nulla togliere a chi lo ha degnamente sostituito) e ha offerto una prova maiuscola. Ha recuperato una quantità importante di palloni e ringhiava alle caviglie di chiunque transitava dalle sue parti.
Kurtic 8: ha ripetuto il gol che aveva messo a segno con la sua Nazionale e ha infiammato il “Franco Ossola”. Il tutto con una naturalezza impressionante. Personaggio incredibile anche in sala stampa dove esordisce con: “Gol? Quale gol? Io penso già a sabato. In Serie A ci andiamo noi”. Certo, con un Jasmin così anche il traguardo sembra molto più vicino.
Rivas 7: mezzo punto in meno per quei due gol “divorati” davanti alla porta. Ma la sua qualità è indiscutibile. Mette in crisi la retroguardia scaligera con la sua rapidità.
(dal 22’ s.t. Nadarevic 6.5: gioca una mezz’oretta e cerca la porta in più di un’occasione, ma non trova il bersaglio).
Neto Pereira 7.5: anche lui è in forma strepitosa. Lotta, corre ed estrae dal cilindro magie. Manca solo il gol e i suoi pugni che rotolano…
(dal 29’ s.t. Granoche 6.5: inserito per tenere più alta la squadra, si è creato anche un buon tiro, ma col sinistro non ha trovato la porta).
De Luca 7.5: lotta come un leone. Si procura anche un rigore, ma Irrati non è dello stesso avviso. Al pari di Rivas, con la sua velocità, non fa passare una bella serata alla retroguardia veronese.

Fede