Varese e Cesena al lavoro in vista del posticipo. Aperte le prevendite

0
12

Il Varese è tornato al lavoro questo pomeriggio sul campo di Gavirate dopo un giorno di riposo. I biancorossi si stanno preparando al posticipo di lunedì primo ottobre alle 21, gara che seguirà Cittadella-Pro Vercelli in programma invece alle 19. Tra gli acciaccati c’è Ebagua, alle prese con una distorsione alla caviglia rimediata nel finale di gara di martedì contro il Verona. Allenamento differenziato per Neto Pereira: l’attaccante è in via di recupero, ma schierarlo contro il Cesena sarebbe un azzardo. Struna è oramai integrato al gruppo e sta lavorando per trovare la miglior condizione visto che non è mai sceso in campo: l’occasione buona potrebbe essere sabato nella formazione Primavera impegnata in casa contro l’Inter. Il programma di allenamento prevede un’altra sgambata a Gavirate domani pomeriggio, poi lavoro mattutino sabato e domenica allo stadio “Franco Ossola”.
Il Cesena è già a lavoro da due giorni. Il campionato dei romagnoli è iniziato con tre pesanti sconfitte che hanno comportato l’esonero di Campedelli, fratello del patron bianconero, al posto del quale è subentrato Bisoli che ha già guidata la squadra in passato. L’allenatore dovrà fare a meno del terzino sinistro Favalli e delle punte Lapadula e Rodriguez: per i tre acciaccati solo allenamento differenziato. E’ invece fermo il difensore Moreno che si è operato al setto nasale dopo la frattura scomposta rimediata nella gara contro la Ternana.
Oggi la squadra si è allenata al centro sportivo Rongoni, dove lavorerà anche domani. Sabato e domenica invece allenamento al “Dino Manuzzi”, dove per lunedì mattina è prevista la rifinitura.
Disponibili da oggi e fino a domenica alle 19 le prevendite dell’incontro, acquistabili presso il punto vendita La Casa del Disco di Piazza Podestà,1 aVarese. Il costo dei biglietti del Settore Ospiti, a disposizione solo di coloro che sono in possesso di  Tessera del Tifoso, è di 13 euro (escluso  diritto di prevendita).
Per questa gara è valida l’iniziativa “Porta un amico” che permette a un tifosi possessore di Tessera del tifoso di acquistare un biglietto anche per un tifoso sprovvisto di Tesserà. L’operazione sarò però possibile solo se ci saranno le seguenti condizioni: i due tagliandi devono essere acquistati contestualmente e con i posti attigui e i due tifosi devono entrare insieme allo stadio.

Elisa Cascioli