Ancora una volta protagonista il Club Scherma Varese, i cui atleti sono stati selezionati per svolgere una serie di test, che dureranno tre giorni, volti a ricercare se essi hanno sviluppato una diversa rappresentazione dello spazio in funzione delle regole della loro disciplina.
Tale proposta di ricerca e studio, denominata “Plasticità dello Spazio Peripersonale in Schermidori Professionisti” è stata avanzata da un gruppo di ricercatori del Centro studi e ricerche in Neuroscienze Cognitive dell’Università di Bologna diretto dalla Prof.ssa Elisabetta Làdavas, Ordinario di Neuropsicologia all’Università di Bologna; lo studio, invece, è coordinato dal Dott. Andrea Serino, Ricercatore in Psicobiologia e Psicologia Fisiologica e svolto dalla Dott.ssa Elisa Canzoneri, Dottoranda in Neuroscienze Cognitive.
Lo staff tecnico del Club Scherma Varese, coordinato dal Maestro Antonio Pagano, ha favorito lo studio dei ricercatori invitando i forti fiorettisti e fiorettiste della sala d’Arme “Roberto Felli” della Pro Patria di Busto Arsizio sotto la guida dei Maestri Giancarlo Toràn, Marco Malvezzi e Simone Preite.

[email protected]