Serie D, tre k.o. nel weekend per le varesine

0
9

Fine settimana disastroso per le tre squadre varesine impegnate nel campionato di Serie D. Sabato pomeriggio, nell'anticipo, il Verbano ha perso 3 a 0 in casa contro la Folgore Caratese scatenando le ire del Presidente Barbarito, deluso dalla prova dei suoi. Partita scialba, con nemmeno una conclusione verso la porta e con una Folgore in grado di mettere in difficoltà i rossoneri durante tutta la gara senza nemmeno fare troppa fatica andando in rete ad ogni affondo. Nel primo tempo Caratese già in vantaggio di due reti: all'undicesimo con Fioroni che infila Moia e Bandirali con un inserimento da dietro e alla mezz'ora quando Moretti sigla un gol capolavoro da posizione defilata. Nella ripresa è Gianola, ex giocatore del Varese di Sannino in Prima Divisione, a chiudere i conti trasformando un rigore concesso per fallo di Mercuri. La posizione in classifica del Verbano ora non è delle migliori: i punti sono 25, in piena bagarre playout. 

Ieri non è andata meglio ne alla Caronnese ne alla Gallaratese. La squadra di Bortolas è stata beffata alle Azalee all'ultimo istante dal gol di Salandra. Il Pontisola era passato in vantaggio dopo soli otto minuti con Turani, Scavetta ha pareggiato i conti al diciassettesimo, ma poi è arrivata la doccia freddissima. Ora la Gallaratese è all'ultimo posto in classifica con 19 punti, al pari della Colognese. La Caronnese, dopo il successo della scorsa settimana, torna a soccombere, questa volta sotto i colpi della Castellana. QUella di ieri è la sesta sconfitta stagionale, in ventuno gare: non certo un ruolino di marcia invidiabile per chi era partito per vincere il campionato. La gara aveva già preso una bruttissima piega nella prima frazione, quando i padroni di casa erano già in vantaggio di due reti realizzate nell'arco di quattro minuti con i gol di Pedrocca, al 23', e Boldini, al 27'. Inutile la rete di Cristofoli a tempo scaduto. I rossoblù si consolano con i mancati successi di Olginatese e Voghera e restano così al quarto posto in classifica, ma ben staccati dalla vetta: lo Sterilgarda è avanti di undici lunghezze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here