E’ servito il gesto di qualche sconsiderato a ravvivare le sorti della quattordicesima tappa del Tour de France; qualcuno ha infatti pensato di gettare chiodi da tappezziere sull’asfalto, bloccando la corsa di più di metà dei ciclisti sconvolgendo, seppur di poco, una classifica altrimenti più che congelata, soprattutto tra le prime posizioni.
Ad avere la meglio, alla fine, è stato lo spagnolo Luis Leon Sanchez (nella foto) che ha chiuso in 4 ore e 50 minuti, il quale ha approfittato di una leggera distrazione di Peter Sagan per scattare indisturbato verso il traguardo; il compagno di squadra del “nostro” Ivan Basso, ha terminato poi la corsa in seconda posizione, a ben 47”.
Anche nella tappa odierna, da Samatan a Pau, il varesino di Cassano Magnago cercherà di favorire il compagno Vincenzo Nibali, terzo in classifica generale, anche se la maglia gialla, indosso ancora a Bradley Wiggins, può contare su un sostanzioso vantaggio di 2’23”.

[email protected]