Riparte la Robur. Piazza: “Responsabilizziamo i giovani”

0
17

Si è radunata nel tardo pomeriggio di ieri la Robur et Fides Varese, ultima delle principali squadre varesine ad avviare i motori per il 2012-2013. Ritrovo al centro Robur di via Marzorati per un breve incontro e poi tutta la squadra si è diretta al Campus di via Pirandello per il primo allenamento basato in massima parte sulla parte atletica. Assenti giustificati Matteucci e Santambrogio mentre fa parte del gruppo Erik Tacchini.
Tempo per iniziare a fare due chiacchiere con Paolo Piazza sulla Robur che sarà protagonista della prossima DNB:
“Le aspettative sono quelle di riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati dalla società – afferma il confermato allenatore Piazza – Innanzitutto, di lanciare con responsabilità maggiori i nostri giovani e quello di centrare il risultato migliore possibile”.
Tra l’altro in un girone cambiato rispetto all’anno scorso e con squadre più attrezzate.
“Il girone è molto competitivo, anche se non ci sono squadre che sulla carta sono nettamente più forti di altre. Ritengo che il livello medio si sia alzato e i risultati dipenderanno molto dal tipo di lavoro che si fa. Rispetto all’anno scorso vogliamo dare grandi responsabilità ad alcuni giovani come Santambrogio che ritorna alla base dopo aver fatto buone esperienze in giro”.
Più spazio anche per Lenotti: questa è una tua scelta.
“Certamente. Credo sia il tipo di giocatore che l’anno scorso è mancato dal punto di vista atletico. Quando sono arrivato a metà anno c’era una situazione un po’ particolare in cui l’allenatore doveva infondere delle certezze ai giocatori e, inevitabilmente, si è cercato di andare su giocatori più esperti e lui era un po’ chiuso da Matteucci, Mariani e Moraghi oltre che dalla mia decisione di spostare Martino Rovera anche in posizione di ala forte. Quest’anno avrà spazio e, se se lo merita, ci sarà anche nel quintetto base”.

Matteo Gallo