Neto e Zecchin abbattono l’Ascoli. Il Varese vince 2-0

0
13

Il Varese inizia il campionato nel migliore dei modi. Sotto la pioggia battente del “Franco Ossola” supera l’Ascoli, ex squadra di Castori, per 2-0 grazie alle reti di Neto Pereira e Zecchin realizzate nella ripresa.
Prima di dare il fischio d’inizio al campionato di Serie B, il capitano biancorosso, Neto Pereira, legge il “Giuramento del Capitano” con il quale la squadra e la società si impegnano ad “osservare le norme e le regole del calcio con correttezza, seguendo i valori dello sport, dell’etica e del fair play”.
Il Varese scende in campo con due esordienti nel campionato cadetto: il portiere Bastianoni, schierato in sostituzione dell’infortunato Bressan, e l’esterno estone Kink. Castori schiera il collaudato 4-4-2 con Pucino, Rea, Troest, Grillo in difesa; centrocampo composto da Zecchin e Kink esterni con Filipe-Damonte in mediana. In attacco Neto Pereira-De Luca.
Il tecnico Silva, che ha rilevato proprio Castori sulla panchina dell’Ascoli nella scorsa stagione, opta per il consueto 3-5-2 affidando l’attacco alla coppia Soncin-Hanine.
Primo tempo targato Varese. I padroni di casa si rendono pericolosi nel giro di pochi minuti con due conclusioni di Rea entrambe su corner di Zecchin (3’ e 9’). Al 12’ spazio all’insidiosa conclusione dal limite di Kink, servito da De Luca. Il pressing del Varese non ha sosta: al 15’ è Neto Pereira a provare la schiacciata di testa su angolo di Zecchin; tre minuti dopo le parti si invertono con il brasiliano che serve all’indietro l’esterno. Il suo sinistro termina sopra la traversa. Ancora Varese al 25’ con un passaggio filtrante di Zecchin per Neto che viene anticipato in area.
L’Ascoli si fa vedere dalle parti di Bastianoni al 33’. Partenza in contropiede dei bianconeri, Fossati serve Hanin che colpisce l’esterno della rete.  L’occasione più ghiotta capita ai padroni di casa al 43’: Guarna devia in angolo il colpo di testa di Rea su cross di Filipe su punizione. Brivido per il Varese al45’ con la punizione di Fossati che termina a lato del palo.
Il Varese riesce a sbloccare la gara a inizio ripresa: incursione dalla destra di Damonte, incornata di De Luca sulla traversa, la palla finisce dalle parti di Neto Pereira che ribadisce in rete di testa (4’). Al tecnico Silvia qualcosa dell’azione del gol non torna: protesta con l’arbitro e viene allontanato dalla panchina. Al 24’i biancorossi sfiorano il raddoppio: Neto avanza in area, e mette in mezzo per l’accorrente Kink che ci prova al volo trovando la risposta di Guarna che salva in corner.
L’assalto della squadra di Castori non si ferma: al 26’ si registra il tentativo di Grillo a giro, al 29’ la botta a colpo sicuro di Kink. Sul finale spazio anche ad un altro esordiente: l’esterno Lazaar che entra al posto di Grillo. Al47’ l’Ascoli rimane in dieci per l’espulsione di Peccarisi per un brutto fallo da dietro su Kink. Alla ripresa del gioco Zecchin sigla il 2-0 al termine di una perfetta azione personale. Il Varese vince con merito e parte con il piede giusto annullando la penalizzazione di un punto

IL TABELLINO

Elisa Cascioli