Michele Marocco spettatore incredulo chiama Stefano Sorrentino che dice: “Non l’ho trovato il bimbo…”


Ieri sera quando si è conclusa Chievo-Milan l’autore del gol partita Sulley Muntari si è spontaneamente sfilato la sua maglietta e l’ha donata a uno dei tanti bambini che stanno a bordocampo, impegnati come raccattapalle. Ma il piccolo bambino del Chievo Verona si è fermato un momento e poi ha rincorso il ghanese e gli ha ridato la maglia, cercando di riconsegnarla al giocatore rossonero. 
Muntari, incredulo, ha lasciato la maglietta al piccolo che poi si è confrontato coi compagni e si è tenuto il cimelio.

Spettatore sul suo IPad, grazie alla app innovativa SkyGo, il nostro Direttore Michele Marocco non voleva credere ai suoi occhi. C’è chi rifiuta una maglia, indipendentemente dal colore. Questo, per lui, è un gesto gravissimo dato che nella sua mansarda sono custodite più di 500 maglie da calcio, come potete controllare su http://mikmagliecalcio.com/. Poi telefono in mano e subito un sms all’amico Stefano Sorrentino, portiere clivense: “Di qualcosa a quel bambino che stava rifiutando la maglia del Milan oppure fatti dare la maglia e donala a me!”
E, appena dopo pranzo, è arrivata anche la risposta di Sorrentino: “Appena mi sono accorto dell’accaduto ho cercato il raccattapalle, ma non l’ho trovato. Se l’avessi trovato gli avrei detto di darmi la maglia che ho un amico che sa bene cosa farsene…”. L’appello al bimbo del Chievo è stato lanciato. 

f.l. ([email protected])