Moris Carrozzieri la prossima stagione vestirà la maglia del Varese.
La notizia riecheggiava nel web da stamattina e ora ha trovato anche la conferma nelle parole del ds Mauro Milanese: “Non appena terminerà le visite mediche, daremo l’ufficialità”.
Riparte dunque da “Il Carro”, così è soprannominato il giocatore classe ’80, l’era del dopo Terlizzi; una scelta logica e costruttiva che ha visto nel centrale di Giulianova un innesto di esperienza, qualità e quantità che possa dare quel qualcosa in più alla retroguardia biancorossa.
Carrozzieri è un prodotto delle giovanili del Bari, anche se nei “Galletti” non ha mai disputato un match ufficiale. Il suo esordio in una partita è avvenuto in C1 nella Fidelis Andria nella stagione 2000-2001; dopo tre anni, fa la sua prima apparizione in Serie A con la Sampdoria dove vi rimane per due stagioni collezionando in tutto 32 presenze. Dopo un anno di cadetteria nell’Arezzo (35 presenze per un totale di 2 gol), torna in A, con la maglia dell’Atalanta, totalizzando 3 reti in 42 partite. Il 25 giugno 2008 è acquistato dal Palermo dove vi rimane per tre stagioni collezionando 26 presenze, 24 delle quali solo il primo anno, fino all’opportunità con il Lecce lo scorso anno in cui, nonostante due gravi infortuni l’abbiano tenuto lontano dal campo per oltre tre mesi, ha totalizzato ben 12 presenze.
Ora per lui un’altra possibilità di rilancio in una piazza importante come quella di Varese (accordo di un anno con opzione per il secondo legata a rendimento e presenze); l’esperienza vissuta lo scorso anno con Terlizzi insegna che non esistono giocatori finiti, ma solo giocatori che, spesso, non hanno la possibilità di dire la loro e dimostrare il loro valore. La Città Giardino però, sotto questo punto di vista, offre spunti di rinascita davvero interessanti.

m.g.([email protected])