Presente e operativo fin dalle prime gare della seconda giornata degli Europei di Canottaggio, Luigi Manzo, responsabile delle Risorse Umane di questa manifestazione sportiva, è orgoglioso del servizio di tanti volontari, pronti a dare indicazioni chi arriva alla Schiranna: “Si tratta di 300 volontari e più di 200 di loro sono studenti del biennio conclusivo di 20 scuole superiori di tutta la Provincia di Varese, da Luino a Saronno. Sono tutti molto motivati e stanno affrontando questa esperienza con entusiasmo e dedizione, tanto che tanti di loro mi hanno chiesto di poter lavorare anche fuori dal proprio turno. I ragazzi si sono preparati fin da gennaio a questo appuntamento, frequentando corsi di potenziamento della lingua inglese e un addestramento tecnico e organizzativo che li ha resi capaci di affrontare le diverse situazioni. E’ stato possibile instaurare questa preziosa collaborazione con gli istituti varesotti grazie all’aiuto concreto di Claudio Merletti, Dirigente Scolastico Provinciale, che, alla cerimonia di consegna delle divise, ha pronunciato una frase molto significativa per le nuove generazioni di cui i volontari fanno parte: ‘voi siete il futuro e il futuro è adesso’. Anch’io sono fiero di loro e sono convinto che saranno una forza d’urto per il futuro. Nel frattempo, in questi giorni di gare, interpretano alla perfezione i due motti coniati per loro: ‘smile’ e ‘flexibility’“.
Soddisfatto anche Giuseppe Abbagnale (foto a lato), pluricampione di canottaggio e portabandiera per l’Italia ai Giochi Olimpici di Barcellona 1992: “Sono qui da poco, ma l’impatto sulla manifestazione è stato più che positivo. L’organizzazione è impeccabile e spero che gli azzurri riescano a ben figurare in questa competizione continentale”.

[email protected]