2012, un anno ricco di vittorie ed emozioni per le squadre e i campioni della nostra provincia. Ecco la Top 10 selezionata per voi dalla redazione di Varese Sport. Abbiamo considerato eventi, societá e singoli atleti di un 2012 che abbiamo vissuto insieme.

1- Unendo Yamamay: quello che si chiude oggi è stato un anno di splendide vittorie. Le ragazze di Parisi hanno infatti conquistato tutti i trofei ai quali hanno partecipato: la Coppa Italia, la Coppa CEV, lo Scudetto e la Supercoppa Italiana. Il primo tassello verso i quattro memorabili successi è arrivato domenica 29 gennaio: al Pala Panini di Modena le biancorosse hanno infatti travolto Piacenza con un limpido 3-0 e la capitana Helena Havelkova ha alzato al cielo la prima Coppa Italia della storia bustocca che è valsa anche l’accesso all’edizione di quest’anno della Champions League. Marzo e aprile sono i mesi delle due altre affermazioni: in campo europeo, Busto Arsizio si aggiudica la Coppa CEV battendo al golden set il Galatasaray di Lo Bianco e, non sazio, si fregia anche del titolo di Campione d’Italia dopo una emozionante serie di finale scudetto contro Villa Cortese. In estate molte ragazze, tra le quali Havelkova, la capitana, e Havlickova cambiano maglia, ma la società le rimpiazza con acquisti mirati e riesce a trattenere pezzi da novanta come Bauer, neo capitana, e Lloyd. E la stagione apre con il botto, con un altro trionfo ai danni di Villa Cortese, la Supercoppa Italiana. Ora, alla fine del girone d’andata, le Farfalle sono in vetta alla classifica e hanno centrato la qualificazione ai play-off a 12 di Champions League: le basi per un 2013 vincente sono state già state poste.

2- Varese 1910: anno di conferme per la formazione biancorossa. Nel giugno 2012, guidata da Maran, centra per la seconda volta consecutiva i playoff andando oltre al Varese di Sannino che si era fermato in semifinale contro il Padova. La squadra della passata stagione è riuscita ad accedere alla finale superando il Verona il sogno di raggiungerela Serie A è poi sfumato controla Samp. Lostesso sogno è ancora tenuto in vita dal Varese di Castori che ha totalizzato 30 punti in 20 partite (ne deve recuperare due).

3- Cimberio Varese: un 2012 più che positivo quello che ha vissuto la Pallacanestro Varese. Dopo il raggiungimento dei playoff la stagione scorsa, che si sono conclusi con la sconfitta nei quarti per mano dell’inarrivabile corazzata Siena, in estate la Cimberio ha cambiato volto sia per quanto riguarda la guida della squadra, con Frank Vitucci subentrato a Charlie Recalcati, sia per quel che concerne il roster, con ben nove giocatori su dieci nuovi. Il risultato? Un inizio di campionato storico per i biancorossi, con dodici successi (nove dei quali consecutivi) nelle prime tredici partite e un primo posto in classifica insperato fino a qualche mese fa.

4- Pallamano Cassano: annata strepitosa per la Pallamano cassanese che ha raggiunto un record di vittorie difficilmente eguagliabile. La promozione nella Massima Divisione Nazionale per la maschile è la soddisfazione più rilevante. Sempre nel settore maschile l’importante promozione in Serie A, a cui peró la società ha dovuto rinunciare per poter affrontare dignitosamente tutti i campionati in cui è impegnata. Gloria anche per la femminile che raggiunge la vetta nel campionato di serie B e si aggiudica la promozione in Serie A2. Il settore giovanile attraversa un’annata altrettanto prospera con uno scudetto per la femminile Under 16 (nella foto la premiazione). Affermazioni anche per gli Under 14 (campioni regionali e quarti classificati alle finali nazionali) e gli Under 12 (campione regionale e primi classificati in Coppa Lombardia) mentre in campo femminile l’Under 18 è Vice Campione d’Italia e l’Under 14 è giunta terza alle finali nazionali.

5- Europei di Canottaggio: dal 14 al 16 settembre la città di Varese è stata la protagonista assoluta della rassegna europea di canottaggio. Un successo sotto tutti i punti di vista per la Città Giardino, grazie all’appassionato lavoro del Comitato Organizzatore, che non ha fatto mancare nulla in termini di spettacolo e qualità delle gare, al valore degli atleti in gara, con ben sei medaglie per la formazione azzurra, ma, soprattutto, al calore e all’entusiasmo che il folto pubblico ha dimostrato nel corso di questo positivo weekend sportivo.

6- Atleti varesini alle Olimpiadi: ricchissima la spedizione varesina che nell’estate scorsa ha invaso Londra. L’arciere Michele Frangilli (nella foto) ha aperto i giochi olimpici con un oro di squadra; medaglia anche per il pallavolista sarronese Alessandro Fei, sul terzo gradino del podio con la nazionale di pallavolo. Bronzo di squadra amaro invece per Romina Laurito, ginnasta della nazionale di ritmica. Queste le medaglie portate a casa senza dimenticare le emozioni per la partecipazione degli altri atleti: i canottieri Elia Luini (doppio pesi leggeri), Pierpaolo Frattini (quattro di coppia) e Sara Bertolasi (due senza); le pallavoliste Lucia e Caterina Bosetti, la ginnasta Elisabetta Preziosa che ha gareggiato con la squadra dell’artistica, la ciclista Noemi Cantele e l’ondina Michela Guizzetti.
I nuotatori Federico Morlacchi e Fabrizio Sottile insieme  al CT dell’adaptive rowing Paola Grizzetti con il timoniere Allessandro Franzetti hanno portato alto il nome di Varese alla Paralimpiadi arricchendo il medagliere azzurro con i tre bronzi di Morlacchi.

7- Ginnastica ritmica: dodici mesi di soddisfazioni per le atlete varesine, tra le quali brilla la gallaratese Romina Laurito (nella foto). Per lei è da ricordare il terzo gradino del podio conquistato con la maglia azzurra nel concorso a squadre durante gli Europei in Russia e la successiva prestigiosa medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra, sempre nella gara a squadre, alle spalle di Russia e Bielorussia. Gioie anche per le promettenti ragazze dell’a.s.d. La Coccinella di Gorla Maggiore e per l’a.s.d. Kinesis di Malnate: Sofia Guffanti (a.s.d La Coccinella) si è laureata campionessa regionale alla palla e ha bissato il successo al Campionato Interregionale categoria Juniores al cerchio e alla palla; qualficatasi per il Campionato Nazionale, ha ottenuto un ottimo 4° posto al cerchio e un 5° alla palla. Ottimi risultati anche per altre giovani “coccinelle” come Alice Fimiani, Camilla Bertolazzi e Francesca Ielmini. La Kinesis si piazza al terzo posto nella seconda prova del Campionato Regionale di Serie B tenutosi a novembre e vinto dell’a.s.d. La Coccinella.

8- Andrea Crugnola: un anno da incorniciare per il pilota di rally classe ’89 di Calcinate del Pesce. Dopo che nel 2011 era stato selezionato come uno dei sei migliori talenti del mondo, quest’anno ha cominciato a mettere in mostra tutto il suo valore, vincendo la ventunesima edizione del Rally Internazionale dei Laghi nell’ultimo weekend di marzo, il Trofeo Citroen DS3 Italia, guadagnandosi così l’opportunità di partecipare alla prova del mondiale a Montecarlo con una Citroen ufficiale, e risultando il migliore nella sua categoria al Monza Rally Show lo scorso novembre.

9- Ciclismo: il ciclismo varesino giovanile trova il tricolore domenica primo luglio con l’affermazione di Alessandro Covi. Il ragazzo di Taino, portacolori della Scuola Ciclismo Cadrezzate, si è imposto tra gli Esordienti del secondo anno nel Campionato Italiano che si è corso a Pieve di Soligo. Grazie ad un’incredibile prova di forza, Alessandro ha tagliato il traguardo indisturbato dopo i 47 Km di gara, corrispondenti a sei giri di circuito. E’ invece Noemi Cantele (nella foto) l’unica atleta varesina del pedale a prendere parte sia ai Giochi Olimpici di Londra che ai Mondiali di Valkenburg.

10- Gianluca Genoni: impresa sportiva per il quarantaquattrenne campione di Sacconago. Il 28 settembre si è immerso al largo di Rapallo e ha raggiunto i 160 mt in apnea trascinato da uno scooter subacqueo ritoccando così il suo precedente record mondiale di 152 mt stabilito nel 2010 sempre in Liguria, a Zoagli.


[email protected]