Con l’arrivo della nuova stagione calcistica 2012-2013, tornano al lavoro le squadre che saranno protagoniste del calcio dilettante del nostro territorio.
Dopo il raduno di ieri della SolbiaSommese, squadra appartenente all’Eccellenza ma ancora in attesa di un ripescaggio in Serie D, oggi è stato il turno della Caronnese che ha scelto il Centro sportivo “Alte Groane”, la completa struttura di Lentate sul Seveso, come location per la presentazione della nuova annata che partirà a fine agosto.
Squadra giovane e con la voglia di emergere: questo il motto del presidente Augusto Reina che in vista della prossima Serie D ha deciso “visto anche il momento di crisi generale, di attingere dal settore giovanile i migliori giocatori, i quali, se vogliono fare carriera, hanno la possibilità di sfruttare l’importante trampolino di lancio che la società offre loro”.
Confermato, invece, l’allenatore Corrado Cotta, che gode della piena fiducia di tutto l’ambiente caronnese: “Non mi voglio sbilanciare promettendo la promozione – ha affermato il tecnico da tre anni sulla panchina rossoblu – Posso solo dire che la squadra possiede il giusto mix di esperienza e freschezza per affrontare una categoria difficile come la Serie D. Il bomber Federico Ligori ad un passo da noi? Nonostante il giocatore non venga da una stagione brillante, sarebbe un acquisto di livello e un giocatore con caratteristiche diverse dagli altri elementi della rosa. Sono sicuro che se dovesse arrivare ci darà una grossa mano per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Di seguito la rosa dei giocatori:
Portieri: Luca Ziglioli, Cesare Borroni, Federico Del Frate.
Difensori: Emanuele Bruni, Jacques De Spa, Michael Termine, Marco Dugo, Cristian Favero, Lorenzo Marietti, Giorgio Maria Gori, Fabio Legrenzi e Raul Danelli.
Centrocampisti: Marco Lombardi, Luca Sandrin, Mauro Redaelli, Gianluca Greco, Riccardo Gianoli, Federico Vannini e Davide Pogliana.
Attaccanti: Federico Corno, Francesco Trabace, Andrea Ferrè, Fabio Lucchese, Luca Giudici, Stefano Moreo, Pasquale Fernando Marino, Simone Didoni e Davide Rotondo.

[email protected]