PESCARA – Mister Castori mischia le carte nella seconda di campionato del Varese:  difesa come da copione, Grillo-Troest-Rea-Pucino, ma centrocampo inedito con Damonte che forma la coppia centrale con Filipe relegando Corti e Kone in panchina. Gli esterni sono Zecchin e Nadarevic, preferito a Kink che accusa un leggero malore e non può essere della partita dall’inizio. In avanti Neto a Momentè. Inizio scoppiettante tra Lanciano e Varese all’Adriatico di Pescara, i biancorossi dimostrano di essere subito in partita e al 2′ un tiro di Neto viene deviato in angolo da Casadei, schierato in porta a sorpresa al posto di Leali. Al 4′ sono i padroni di casa che colpiscono una traversa con Di Cecco, servito bene da Turchi, che è più lesto a saltare alle spalle di Grillo. Dopo solo un minuto, su angolo di Zecchin, ancora pericoloso il Varese con colpo di testa di Damonte che finisce alto. Ancora  in avanti gli ospiti che con Momentè dalla distanza sfiora il palo. Al 16′ primo cartellino giallo della partita: è per Damonte che fa un fallo a centrocampo. La partita scivola via con le due formazioni che rallentano ma che regalano comunque un calcio piacevole. Alla mezz’ora una conclusione dal limite di Momentè costringe alla parata a terra l’estremo difensore del Lanciano. Nell’ultimo quarto d’ora non succede praticamente nulla, ad un minuto dal termine i padroni di casa protestano velatamente con il direttore di gara Pasqua per un atterramento di Testardi in area ad opera di Troest. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.
La ripresa inizia con gli stessi 11 effettivi del primo tempo. Dopo 4 minuti viene ammonito Filipe per un fallo a centrocampo ed un minuto più tardi, Neto, spreca davanti al portiere, conclusione alta, su assist di Nadarevic. All’8′ minuto il Lanciano si porta in vantaggio: tiro di Di Cecco dal limite che Damonte devia alle spalle dello spiazzato Bastianoni. Il Varese cerca di riorganizzare le idee e Castori inserisce Corti al posto di Filipe al 10′. Al 20′ ancora pericoloso il Lanciano: gran conclusione dal limite di Turchi con Bastianoni che si supera e devia in angolo in volo plastico. Il Varese cerca di reagire e di guadagnare metri anche se non riesce mai ad essere pericoloso nei pressi della porta di Casadei. Al 26′ altro cambio per il Varese: fuori Momentè dentro Eusepi. Il Varese cresce sulle fasce e al 27′ il pareggia: cross dalla sinistra di Nadarevic con Damonte che di testa allunga per Neto che in tuffo insacca. La risposta del Lanciano arriva dopo solo 2 minuti: al 29′ colpo di testa di Fofanà su cross di Turchi con la palla che finisce a fil di palo con Bastianoni che fa comunque buona guardia. Cresce ancora il Varese: 32′ Nadarevic in area cerca la conclusione al volo con Aquilanti che gli fa da scudo. 34′ punizione dal limite di Zecchin deviata in angolo dalla barriera. Contropiede per il Lanciano con Fofanà lanciato a rete ma è bravo Grillo a coprire con l’avanti dei padroni di casa che si butta in area e viene ammonito per simulazione. 8 al termine: ancora pericoloso il Varese con Zecchin che entra in area, tira rasoterra e Casadei para in due tempi con brivido per il pubblico. Il Varese è vivo e va a segnare il gol del 2-1 a cinque dal termine: Neto recupera palla al limite su Mammarella con il Lanciano che protesta per un fallo del brasiliano che si invola sulla fascia e crossa per Kone che al suo esordio in maglia biancorossa è lesto ad insaccare. I padroni di casa protestano vivacemente con Pasqua che convalida la rete. Casadei e Neto si scambiano qualche “gentilezza” e vengono ammoniti. Il finale è nervosissimo, scoppia una rissa: D’Aversa finisce nella panchina del Varese, grappolo di giocatori che si spintonano. Ne fanno le spese Pucino e Turchi espulsi e Mauro Milanese che viene allontanato. Si finisce dopo 7 minuti di recupero con il Varese che espugna l’Adriatico di Pescara tra i fischi del pubblico di casa nei confronti della terna arbitrale.

Lanciano-Varese 1-2
LANCIANO (4-3-3): Casadei; Aquilanti, Rosania, Scrosta, Mammarella; Di Cecco (37′ Minotti), D’aversa, Volpe; Pepe (32′ Marceta), Testardi (14′ st Fofanà), Turchi. A disposizione: Leali, Bacchetti, Minotti,  Paghera, Almici.
Allenatore: Carmine Gautieri.
VARESE (4-4-2): Bastianoni; Pucino, Troest, Rea, Grillo; Zecchin, Damonte (32′ Kone), Filipe Gomes (10′ st. Corti), Nadarevic; Momentè (26′ st Eusepi), Neto Pereira. A disposizione: Milan, Fiamozzi, Lazaar, Kink.
Allenatore: Fabrizio Castori.
Arbitro: Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli (Bolano, Liberti).
Reti: 8′ st Di Cecco (VL), 27′ st Neto, 41′ st Kone.
Note: serata umida, terreno in buone condizioni. Angoli: 8-4 per il Varese. Ammoniti: Damonte (Va), Rosania (VL), Filipe (Va), Momentè (Va), Fofanà (VL). Espulsi: Pucino (Va), Turchi (VL) e Milanese (Ds Va)

[email protected]