Non sarà facile per il Varese, questo si sa.
Il “Tombolato”, campo stregato per i biancorossi dove hanno vinto una sola volta nella lontana stagione 1996/1997, sarà una bolgia domani alle ore 15:00. Ma il Varese, ci crede.
Anche perchè il Cittadella non sarà al completo, e schiererà una formazione quasi obbligata, visti gli infortuni di Martinelli, Gasparetto e Devito, in difesa, Magallanes, Baselli e Carra a centrocampo e Maah in attacco; a questi si aggiungono anche la squalifica di Marchesan.
Il 4-3-3 di mister Foscarini, dunque, sarà un “prototipo”; Alex Cordaz, portiere scuola Inter, sarà a difesa dei pali. In difesa, da destra verso sinistra, ci saranno Simone Ciancio, il grande ex di turno Edoardo Gorini, che con il Varese detiene il record di presenze in assoluto, il ventiduenne Michele Pellizzer, e l’esperto Francesco Scardina.
In mezzo, spazio all’ex Fiorentina Andrea Paolucci, affiancato da Ferdinando Vitofrancesco e il gioiellino di Bassano del Grappa Massimiliano Busellato, che si gioca il posto di titolare con il rientrante Eros Schiavon.
In attacco, il tridente, sarà formato dal camerunese Job, a sinistra, e la coppia napoletana formata da Di Roberto e Di Nardo.

Marco Gandini ([email protected])