Dopo oltre trent’anni, il Varese sarà ospite al “Rigamonti” di Brescia, in occasione della diciottesima gara di ritorno del campionato di Serie B.
Dopo una partenza a rilento sotto la guida di Beppe Scienza, le “rondinelle” hanno trovato, con mister Alessandro Calori, una certa continuità, arrivando a ridosso della zona playoff, ora distante 5 punti.
Una vittoria domani, darebbe ancora speranze agli azzurri di raggiungere la sesta piazza (ultimo tassello disponibile per qualificarsi ai playoff); al contrario, una sconfitta, costringerebbe Piovaccari e compagni, ad una quasi matematica permanenza nella serie cadetta, salvo miracoli.
Il tecnico di Arezzo, dovrà fare i conti con le squalifiche di Daprelà e Martinez e gli infortuni di Zambelli e Salamon; il 3-5-2 che verrà schierato, dunque, vedrà Michele Arcari a difesa dei pali, con il “cuore di drago” Davide Zoboli, Sebastian De Maio e il gioiellino scuola Inter Luca Caldirola nella linea difensiva.
In mezzo, le fasce saranno occupate dal comasco Matteo Mandorlini, a destra, e Simone Dallamano, a sinistra, con Fausto Rossi, Alessandro Budel e l’ungherese Ádám Vass (nella foto mentre insegue Nadarevic durante la gara di andata, ndr) a fare densità a centrocampo.
In attacco, invece, per completare il duo in avanti con Jonathas, già a segno contro i biancorossi nella gara di andata, ballottaggio tra Omar El Kaddouri e Federico Piovaccari, con il gallaratese leggermente in vantaggio sul belga.

Marco Gandini ([email protected])