Il sogno della Primavera continua. Il Varese supera la Fiorentina ai rigori e vola alla fase finale

0
11

Risultato storico per la Primavera del Varese che con la vittoria sulla Fiorentina accede per la seconda volta consecutiva alle Final Eight che mettono in palio lo Scudetto di categoria. La semifinale play-off, finita 0-0 dopo i tempi supplementari, si decide ai rigori. Al Varese ne bastano quattro. Dal dischetto la Fiorentina, infatti, commette due errori: La Gorga para la conclusione di Panatti e Agyei sbaglia il quinto tiro. Il Varese vince 4-3.
Dopo 90’ di gioco la sfida tra Varese e Fiorentina termina in parità a reti inviolate. Si passa dunque ai tempi supplementari.

Primo tempo sonnolento con le due squadre abbastanza bloccate. Dopo 6’ ci prova Hoxha con un colpo di testa su cross di Fiamozzi, che il portiere viola respinge. Gli ospiti rispondono al 16’ con Panatti che, al volo dalla distanza, manda di poco sopra la traversa. L’occasionissima della Fiorentina arriva al 24’ con Baccarin che entra in area e serve Matos che con il destro prende in peno la traversa. Nella ripresa il copione resta lo stesso. Al 13’ ci riprova Matos: al termine di un’azione personale va al tiro trovando la deviazione in angolo di La Gorga. Al 22’ Albertazzi fallisce una clamorosa occasione: ben appostato sul secondo palo riceve palla, ma calcia addosso a Svedkauskas. La Gorga salva di nuovo la porta dal destro di Panatti (35’).

Il primo tempo supplementare è targato Fiorentina. Doppia occasione al 7’: papera di La Gorga sul tiro di Matos, arriva Zharoe che manda sull’esterno della rete, colpito un attimo dopo anche da Gondo. Nel secondo tempo supplementare il tecnico Semplici butta in mischia Campanharo. Tanti capovolgimenti di fronte, ma il risultato non si sblocca. La gara si decide ai rigori: parte la Viola con Cenciarelli che segna. Il Varese pareggia con il sinistro di De Feo. Campanharo e Fiamozzi fanno il 2-2. La Gorga para il tiro dal dischetto di Panatti e Albertazzi segna il 3-2 per il Varese. Dopo i rigori di Bittante e Bassi il risultato è di 4-3 per i biancorossi. Il tiro di Agyei è quello decisivo: sbaglia mandano fuori dal palo e permettendo al Varese di far festa grande sul campo di Gavirate. L’ appuntamento è ora fissato in Umbria dal 2 al 10 giugno.

Serenità e contentezza caratterizzano il commento del tecnico Tomasoni a fine gara: “Abbiamo stretto i denti, ci siamo sacrificati, siamo rimasti compatti. Alla fine tutto questo ha pagato. A inizio stagione non ci avrei mai creduto. I ragazzi sono cresciuti tanto e questo mi rende solo felice”.

IL TABELLINO
Varese-Fiorentina 4-3 d.c.r. (0-0)
Varese (4-4-2): La Gorga; Fiamozzi, Albertazzi, Minelli, Mancini (dal 32’ st Serrano); Turlan (dal 7’ sts De Feo), Truzzi (dal 17’ st Greco), Bassi, Hoxha; Jadilson, Zamble. A disposizione: Di Graci, Parini, Piccinotti, El Wardi. All. Tomasoni.
Fiorentina (4-2-3-1): Svedkauskas; Bittante, Rozzio, Empereur, Ashong; Panatti, Agyei; Beckam (dal 25’ st Gondo), Baccarin (dal 1’ sts Campanharo), Matos (dal 15’ sts Cenciarelli); Zhaore. A disposizione: Lezzerini, Barbero, Biondi, Magheri. All. Semplici.
Arbitro: Rasia di Bassano del Grappa.
I rigori. Fiorentina: Cenciarelli gol, Campanharo gol, Panatti parato, Bittante gol, Agyei fuori. Varese: De Feo gol, Fiamozzi gol, Albertazzi gol, Bassi gol.

Elisa Cascioli