“E’ stata una gara importante per valutare i progressi fatti dopo questi venti giorni di preparazione. Mi aspettavo un Varese un po’ sulle ‘gambe’, visti i carichi di lavoro, e così è stato. Martedì giocheremo un’altra gara dove darò spazio a tutti quelli che fino ad oggi hanno avuto pochi minuti a disposizione”.
Questo il primo commento di mister Castori dopo il pareggio per 1 a 1 contro la Pro Vercelli; prosegue il tecnico biancorosso: “Fino ad ora abbiamo svolto una preparazione piuttosto pesante, giocando amichevoli con squadre molto toste; la stessa Pro Vercelli, nonostante sia solo una matricola, ha l’entusiasmo e la verve tipica delle neo promosse. Questo, però è un bene, perché si notano maggiormente gli errori e si ha il tempo di correggerli. Le prossime amichevoli, mi serviranno per capire la formazione titolare che schiererò contro la vincente tra Gubbio e Ponte San Pietro; dovremo fare i conti con l’assenza di De Luca che è stato convocato in Nazionale Under 21 e al momento Ebagua deve ancora trovare la condizione”.

Anche Pietro Tripoli, lo scorso anno proprio alla Pro Vercelli, ha voluto dire la sua nonostante non abbia preso parte alla gara: “E’ stata una partita molto tattica; non avevo dubbi sul valore della Pro Vercelli che ha fatto benissimo. Noi, dal canto nostro, eravamo appesantiti perché ci stiamo caricando parecchio”.
Su un suo possibile ruolo da protagonista durante la prossima stagione dice: “Devo dimostrare ancora tanto alla società ma soprattutto all’allenatore. Da parte mia, però, sono pronto”.

L’allenatore piemontese Maurizio Braghin, ex biancorosso alla corte di Fascetti agli inizi degli anni ’80, analizza così la partita: “Abbiamo patito la loro fisicità. Però ho visto dei segnali positivi: abbiamo rischiato poco nel primo tempo, mentre nel secondo abbiamo sofferto un po’ le loro rapidi ripartenze, e questo non mi è piaciuto”. Infine un commento sulla sua vecchia squadra: “Il Varese è una grande formazione. Sono convinto che Castori darà grandi motivazioni per fare bene nella prossima stagione. Auguro a loro le più belle cose”.

m.g.([email protected])