Immenso ed irraggiungibile. Raymond Russell, ipoteca il Challenge Provincia di Varese allungando, nella giornata di ieri, sugli avversari che solo fino all’altro giorno erano a pari punti con lui. Incontenibile lo scozzese, che dopo aver fatto registrare il record della pista il primo giorno di gara (-7), ha saputo affondare i colpi decisivi, portandosi sul -14, per garantirsi un ruolo da assoluto protagonista nel turno conclusivo di oggi, candidandosi seriamente come vincitore di quei 25.600 euro riservati al primo classificato.
A soli tre colpi da lui, l’italiano Marco Crespi, primo degli italiani e secondo assoluto, che può ancora sperare di impensierire la leadership di Russell, nel caso in cui quest’ultimo dovesse lasciare per strada qualche prezioso punto; affinché ciò possa avvenire, però, il monzese dovrà effettuare un ultimo giro pressoché perfetto, sfatando anche il tabù della buca numero 6, dove, fino ad ora, ha totalizzato due bogey e un double bogey.
Subito dietro, lo statunitense Peter Uihlein, che grazie ad una superba prova ieri (ha concluso il giro con 65 colpi), si è portato in terza posizione a -10; a pari punti, però, ci sono anche lo scozzese Andrew McArthur, l’italiano Alessandro Tadini e il favoritissimo del pronostico iniziale, l’argentino Daniel Vancsik, che ieri ha concluso il percorso in par.
Saranno questi sei gli atleti che oggi si contenderanno il trofeo. Per quanto riguarda il resto degli italiani, Federico Elli e Andrea Maestroni, si trovano a -8; molto più indietro, invece, Andrea Perrino, Matteo Delpodio, Benedetto Pastore, Andrea Rota, Alessio Bruschi e Christian Lanza.
Oggi, dunque, la giornata conclusiva, con il terzetto di testa che si sfiderà a partire dalle ore 10:20; nel primo pomeriggio, si scoprirà il vincitore del primo Challenge Provincia di Varese.

[email protected]