Gazzada e Saronno, domenica col sorriso

0
12

GAZZADA – Quella di domenica della Sette Laghi è molto più di una semplice vittoria, è un tassello importantissimo per completare il puzzle della salvezza. 83-71 è il risultato finale della sfida casalinga contro i ragazzi della Da Giuliano Lissone: una partita molto equilibrata, che ha tenuto tutti col fiato sospeso fino al trentesimo; poi, i padroni di casa, spingono sull'acceleratore e con un piccolo ma fondamentale break chiudono l'incontro a loro favore. Due punti fondamentali quelli conquistati da Fontanel e compagni, che uniti alla vittoria di Saronno a Bernareggio, li riportano momentaneamente in zona salvezza, proprio quando tutto sembrava ormai compromesso. Ora ci sarà la sosta pasquale, che servirà a coach Legramandi per preparare al meglio le ultime tre sfide; sarà dura far punti nella trasferta di Monticelli Brusati, perché i campioni bresciani, che da tempo hanno messo in cassaforte il primo posto, non hanno ancora perso una partita e tentano il record di imbattibilità nella regular season, ma non sarà molto più semplice muovere la classifica nemmeno nel derby casalingo con Saronno o nell'ultima partita a Milano contro l'Urania. Insomma, il finale di campionato dei gialloblu è davvero complicato, ma bresciani a parte, le altre due partite sono alla loro portata e bisogna affrontarle al meglio. La vittoria di domenica ha dato morale ai varesini, portandoli a 18 punti, ma ora bisogna far di tutto per mantenere quel piccolo vantaggio in classifica sui brianzoli; potrebbe bastare un po' di fortuna, visto che Bernareggio avrà a disposizione un solo match point nell'ultima partita a Meda, ma se solo Laudi e compagni riuscissero a mettere in campo una prestazione perfetta in uno degli ultimi due incontri, non ci sarebbe nemmeno bisogno di andare ad interpellare la dea bendata: la salvezza è sempre più alla loro portata, basta solo un ultimissimo sforzo per raggiungerla.

SARONNO – Tiene il ritmo delle altre grandi Saronno, che vince a Bernareggio una partita non facile, nonostante la classifica avesse spinto tutti a puntare un due fisso in schedina. Dopo un primo tempo sottotono, soprattutto nel secondo periodo, in cui Santambrogio e compagni faticano a trovare la via del canestro, ecco la splendida reazione già nel terzo quarto, con gli amaretti che, grazie ad un parziale di 8-26 riprendono il comando dell'incontro e mettono a segno l'allungo decisivo. Belli e combattuti infine, gli ultimi dieci minuti, con la Pressbolt che risponde colpo su colpo ai canestri dei padroni di casa, impedendo loro di riavvicinarsi: 72-82 è il risultato finale che premia il gioco e la determinazione dei saronnesi e che li tiene fortemente attaccati al treno playoff. Mancano tre partite alla fine e tutto, primo posto a parte, è ancora possibile; ci sono ben quattro squadre racchiuse in quattro punti assieme a Saronno (Urania, Crema, Desio e Lecco) e tutto è ancora da scrivere. La griglia per i playoff si deciderà nella volata finale dopo Pasqua, con le ultime tre giornate in cui i biancoblu, hanno a disposizione avversari abbordabili, senza scontri diretti; due saranno al Centro Ronchi contro Piadena e Brescia e una in trasferta a Gazzada: se il derby, è come sempre un vero punto interrogativo, vista poi la necessità di far punti della Sette Laghi, che proverà a vincere la partita fino all'ultimo secondo, gli altri due incontri saranno invece determinanti, e non si potranno fare regali. In questa settimana di pausa coach Ferrari dovrà lavorare a fondo per preparare queste ultime partite e per motivare e caricare al massimo i suoi ragazzi: in queste ultime giornate ci si gioca un'intera stagione, e siamo tutti convinti che la Pressbolt meriti un posto d'onore a questi playoff.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here