Trasferta difficile per i Wild Boars che incassano una sonora sconfitta in quel di Roma. Troppo forti i Viking e troppo velleitari gli attacchi dei “cinghiali” per poter impensierire la retroguardia romana.
C’è storia solo nel primo tempo con i “cinghiali” che riescono a contenere abbastanza bene gli attacchi dei padroni di casa ma poi, alle prime ingenuità difensive, i Viking passano per tre volte. Nel secondo periodo l’approccio alla partita è disastroso e Roma dilaga. Un po’ meglio il finale di secondo e l’inizio di terzo tempo. Il gol di Bizzozero, su assist di Fasolo, sembra ridare un po’ di slancio ai rossoneri ma il finale di gara è ancora un monologo romano. Il punteggio finale rispecchia quello che si è visto in campo. Roma si dimostra una bella squadra con difensori arcigni e un gioco corale che ha permesso a numerosi giocatori di andare a segno.
Nei Wild Boars da segnalare l’esordio assoluto di Federico Tamborini che, dopo un inizio così così a centrocampo, si è ben disimpegnato in difesa nell’ultimo periodo. Decisamente sottotono l’attacco varesino. A parziale scusante possiamo dire che Roma si è presentata con tre linee complete mentre Varese ha dovuto ancora una volta giocare con solo otto uomini di movimento. L’assenza di giocatori importanti alla lunga si fa sentire.
Prossimo appuntamento il week-end del 10-11 novembre in casa contro Fc e Qt8 Milano. Due appuntamenti da non fallire assolutamente per risollevare morale e classifica.

Viking Roma-Wild Boards 14-1 (3-0, 6-0, 5-1)

[email protected]