All’appuntamento di ieri mattina al Quirinale, per le Delegazioni Olimpica e Paralimpica in procinto di partire per i Giochi Estivi di Londra, c’era anche Federico Morlacchi, atleta della Pohla di Varese che qualche settimana fa ha ricevuto il Premio VareseSport. L’occasione è stata la consegna da parte di  Giorgio Napolitano del tricolore ai due portabandiera azzurri designati da CONI e CIP: Valentina Vezzali e Oscar De Pellegrin, quest’ultimo alfiere paralimpico testimonial del mondo arcieristico.
Folta la rappresentanza degli atleti paralimpici: Annalisa Minetti e Andrea Giocondi la sua guida, in rappresentanza dell’atletica leggera, Mauro Cratassa campione di handbike, Paola Protopapa per la vela, Marianna Lauro per il tennis in carrozzina, Pierre Calderoni per il canottaggio adaptive, Federico Morlacchi per il nuoto, Matteo Cavagnini per il basket in carrozzina, Clara Podda per il tennistavolo, Sara Morganti per la para-equitazione. Guida il gruppo l’alfiere paralimpico, Oscar De Pellegrin, testimonial del mondo arcieristico.
“Voglio rivolgere un saluto particolare agli amici olimpici e paralimpici – ha detto Giorgio Napolitano-, e dare loro un abbraccio speciale. Voglio dirvi che farò di tutto per essere a Londra, sarò al vostro fianco con tutto il cuore. Ricordate che portando questa bandiera siete portatori dell’Italia intera”. E ancora: “L’Italia è nata prima come nazione, e le nazioni sono un’altra cosa rispetto agli Stati: conservano la loro identità, sono fatte di cultura, di partecipazione sociale, di senso civico. Voi rappresenterete la nazionale italiana, del resto cosa sono Olimpiadi e Paralimpiadi se non una festa delle nazioni?”.

[email protected]