Cambio di campo per il Varese che questa mattina non sì è allenato come era da programma a Luino, dove ha lavorato ieri. I biancorossi sono tornati a sudare al centro sportivo di Gavirate. Le novità riguardano il pieno recupero di Carrozzieri che quindi insieme a Kone, Pucino e Neto Pereira è arruolabile al cento per cento per la sfida di sabato in casa contro il Grosseto. Nessun problema per Damonte che ieri aveva abbandonato l’allenamento in anticipo.
Continuano il lavoro differenziato Lazaar e Corti che difficilmente riusciranno a recuperare. Chi è rimasto a riposo è invece l’esterno Kink, per lui si sospetta una distorsione alla caviglia. Note positive sul fronte Oduamadi che ha iniziato ad alternare lavoro sul campo alle terapie.
Se il Varese si presenta all’appuntamento con il Grosseto lanciato da tre vittorie consecutive, gli avversari sono reduci dalla rotonda vittoria per 3-0 contro la Pro Vercelli, un successo che mancava da quattro giornate durante le quali Sforzini e compagni sono comunque sempre andati a segno. Delle 22 reti messe a segno dalla squadra, quasi la metà, 10, portano la firma di Sforzini. Il tecnico Magrini, tranne i due infortunati di lungo corso Del Vecchio, alle prese con una costola rotta e Bremec che accusa problemi alla schiena, ha tutti a disposizione.
Fuori casa il Grosseto non ha mai vinto. Le ultime tre gare lontano dalle mura amiche hanno visto Sforzini e compagni battuti a Livorno (4-0), Empoli (3-2) e Cesena (3-2). Varese-Grosseto si prospetta ricca di spunti interessanti visti i differenti obiettivi delle due formazioni contrapposte. I biancorossi capitanati da Neto Pereira vogliono provare a consolidare l’attuale posizione in classifica, mentre i biancorossi toscani vorrebbero muovere la graduatoria ed abbandonare l’attuale ultima posizione, giustificata in parte dai 6 punti di penalizzazione.

e.c. ([email protected])