Dopo un avvio di campionato stentato che ha portato soltanto 2 punti in quattro partite, l’Union Cairate risorge in Coppa Italia e centra il passaggio del turno, liquidando senza difficoltà per 2-1 l’Atletico Civate. I grigiorossi partono con il piglio giusto e alla mezz’ora passano in vantaggio: Calandrino si procura un calcio di rigore che Borilli trasforma, spiazzando Spreafico. Nel secondo tempo il Cairate riprende a macinare gioco e l’ottimo Calandrino firma il raddoppio della sicurezza con un potente e preciso tiro su cui nulla può il portiere civatese. Gli ospiti potrebbero dilagare, ma non riescono a colpire di nuovo e nel finale subiscono il punto del 2 a 1 su rigore di Musella, dopo un mani in area di De Dionigi.
Il Gavirate, al contrario, si ferma ai sedicesimi di finale di Coppa Italia e cede in casa al Cob 91 per 1-3. I rossoblu paiono spenti e i cormanesi al 17′ ne approfittano: Suppa fulmina con un preciso pallonetto Magnani e prima del riposo capitolano per la seconda volta con Biello ben servito da Cazzaniga. Il Gavirate ritorna dagli spogliatoi con più convinzione e al 24′ Striato riapre la partita con un gran tiro di controbalzo. I padroni di casa attaccano in cerca del pareggio, ma le speranze si spengono al 35′ quando Keita Papasida trova il terzo gol per i milanesi.

[email protected]