Termina alle semifinali la corsa in Coppa Italia della Sestese, che si arrende nel doppio confronto all’Inveruno che torna così a disputare la finale regionale per la seconda volta in tre anni, dopo il trionfo contro l’Aurora Seriate al primo tentativo. In questa finale la squadra di mister Gatti troverà il Ciserano, vittorioso la scorsa settimana contro il Folzano.
Dopo il pareggio 1-1 dell’andata la Sestese deve cercare la vittoria o un pareggio con almeno due reti. La gara si mette subito in salita per gli uomini di Dossena, con l’Inveruno che trova il vantaggio al 4′ con Baldo che illumina con un lancio perfetto, la corsa di Sarr sulla fascia sinistra, il quale sfruttando un brutto posizionamento della difesa ticinese entra in area e non lascia scampo a Chiodi in uscita. L’Inveruno è ancora pericoloso al 14′ con Sarr che apre sulla sinistra per Limitone; cross al centro per Broggini che manca l’appuntamento, lisciando completamente il pallone. Al 17′ è ancora l’Inveruno che preme con Baglio che innesca Broggini in profondità, ma Chiodi in uscita non sbaglia e devia la sfera.  La Sestese cerca la reazione con Stefanazzi che ci prova sulla sinistra al 27′, ben servito da Bettoni, ma quando entra in area con il vantaggio sul pallone, il mestiere di Grassi gli toglie la possibilità di concludere a rete e l’azione svanisce.
Nella ripresa, la Sestese si gioca il tutto per tutto e al 15′ arriva vicina al pari con un gran tiro di Stefanazzi da fuori area, con la sfera che termina a lato di pochissimo con Restelli che battezza fuori la conclusione.  La Sestese si getta all’assalto alla ricerca del pareggio, ma l’Inveruno al 28′ trova il raddoppio con Salerni che approfitta di un indecisione di Mattioni, recupera la sfera sulla sinistra e si invola verso la porta, dove sull’uscita di Chiodi riesce ad infilare il pallone sul primo palo. Nonostante il doppio svantaggio la Sestese cerca di riaprire la gara e nel finale due episodi poco fortunati non danno ragione agli uomini di Dossena: al 41′ una gran girata di Vieri nell’area piccola su cross di Casiraghi finisce alta di poco a Restelli battuto e al 46′ sugli sviluppi di un corner, Marjanovic ribatte dal limite dell’area trovando l’angolo giusto per infilare la porta di Restelli, ma il tutto viene fermato dal guardalinee che punisce un off-side di Vieri.

[email protected]