La prima avventura nel campionato di serie B sta regalando alla Coccinella risultati sorprendenti e grandi emozioni. Dopo il titolo di campione regionale, le atlete della Coccinella conquistano anche quello di Campione Interregionale (zona nord ovest) sbaragliando tutte le avversarie ed aggiudicandosi il diritto a partecipare alla finale nazionale di serie B che si terrà domenica 2 dicembre a Desio e che permetterà alle prime 3 squadre di accedere al Campionato Nazionale di serie A2.
Ginnaste di provata esperienza, quali le atlete uscenti dal campionato di serie A della società Auxilium di Genova, hanno cercato di mettere un freno alla corsa della Coccinella ma non c’è stato nulla da fare. E’ Alice Fimiani a rompere il ghiaccio e a lanciare la squadra con il suo scoppiettante esercizio al corpo libero (22.000); a seguire Erica Locatelli che presenta, in una fase delicata del programma, la fune (21.350). Poi è Camilla Bertolazzi a interpretare difficoltà e rischi in due esecuzioni che sfiorano quasi la perfezione e a ottenere i due miglior punteggi della giornata al cerchio ed alle clavette (24.450 e 24.175). Conclude il programma con una grande prova di carattere Sofia Guffanti: doma la palla in maniera perentoria e chiude la prova con il nastro, attrezzo tanto bello ma tanto insidioso e subdolo (23.100 e 21.825). Grandissima la gioia a bordo pedana delle compagne di squadra Laura Cozzi e Francesca Ielmini.
Al settimo cielo le tecniche Laura Scavazzini e Francesca Bertolini che commentano: “Le ragazze sono state strepitose! E’ stata una giornata dalle emozioni indescrivibili. Siamo una squadra giovane, esordiente in questo campionato e chi avrebbe mai osato sperare un risultato simile! La finale nazionale, ad inizio campionato, si presentava come un grande risultato, difficile da raggiungere. E invece eccoci qui, e con il titolo in mano. Le ragazze hanno dato il meglio di sé, hanno svolto molto bene quello che avevamo chiesto loro: ordine e precisione nell’eseguire tutte le difficoltà, testa per non lasciarsi intimorire da ginnaste dall’elevato tasso tecnico e cuore per lavorare in pedana con passione, interpretando la musica, divertendosi e facendo divertire. E così è stato. Ora torniamo in palestra, concentrandoci ancora per qualche giorno, pochi ma preziosi allenamenti prima della grande prova: la finale nazionale è già all’orizzonte”.

[email protected]