È ancora senza un campo dove poter disputare le partite casalinghe in quel di Cislago l’A.S.D. Cistellum, dopo due anni dall’inizio dei lavori per la Pedemontana. La nuova autostrada si è infatti dimostrata un vicino scomodo per la squadra di calcio locale, avendo occupato buona parte del terreno su cui sorgevano le strutture per gli allenamenti e per le partite. Dei due campi regolamentari ubicati tra via Meda e via Cesare Battisti, uno in sabbia e uno in erba naturale, il primo ora giace dimezzato e inagibile dall’altra parte dell’immenso cantiere, mentre del secondo ne è rimasta solamente una parte in erba sintetica. I lavori impediscono la preservazione della metratura necessaria ad un campo regolamentare, rendendo quindi possibile calcare il verde di Cislago solamente alle squadre giovanili fino alla categoria Juniores.
Il Comune ha assicurato recentemente che la costruzione del nuovo centro sportivo inizierà a breve e che quindi la Cistellum Calcio, per la prossima stagione sportiva, potrà usufruire di un campo omologato per la Juniores e per la prima squadra. Le partite casalinghe della prima squadra sono ora giocate sul vicino campo di Rescaldina: “Nostro malgrado – afferma il direttore generale Mirko Mantegazza – siamo incorsi in una spiacevole situazione che ha provocato il furto di oggetti personali degli atleti tesserati presso la nostra società, sarà mio compito provvedere personalmente al recupero del danno economico nei confronti dei responsabili della società ospitante”. Ed è anche a causa di questa situazioni, così come per tante altre, dovute alle diverse spese che dobbiamo affrontare, che aspettiamo nel breve tempo possibile l’effettiva realizzazione del nuovo centro sportivo”.
Il nuovo centro dovrebbe sorgere non molto lontano dall’attuale piattaforma ecologica, in via Giuseppe Mazzini.
“Purtroppo a causa di quanto passato negli ultimi due anni, le famiglie locali hanno preferito iscrivere i loro figli altrove non dando fiducia a chi da anni sostiene l’associazione calcistica nel Paese – spiega Giovanni Melis, consigliere della società ed ex giocatore, dal 1965 nel Cistellum”, ma assicura il d.g.: “quanto accaduto, ci ha dato ulteriore forza per porre le basi future ad una nuova compagine societaria, peraltro già completamente ristrutturata, ed infatti siamo riusciti ad avere un aumento del numero di iscrizioni nel settore giovanile, dando dimostrazione di serietà e professionalità. Ma non solo, alla realizzazione del nuovo centro sportivo, provvederemo a formalizzare una collaborazione innovativa, formativa e costruttiva con una società professionistica di alto livello, nella consapevolezza di creare un settore giovanile di alta qualità”.

[email protected]