Terminata la decima edizione di “Basket: una scuola di vita”  (nella foto l’incontro che ha visto protagonista l’azzurro Ganeto, ndr) che, come gli altri anni, ha riscosso un enorme successo.
Il progetto quest’anno, è stato suddiviso in quattro distinti livelli (visite nelle scuole , scolaresche ospiti agli allenamenti e alle partite , elaborazioni di testi e striscioni sui temi dei valori sportivi) e ha portato i giocatori in circa 15 scuole di Varese e provincia dove, grazie alla collaborazione di un medico nutrizionista, gli studenti hanno potuto scoprire che proprio l’attenzione allo stile di vita e ad un corretto regime alimentare sono alla base dei successi dei nostri atleti .
Premiati anche diversi ragazzi nell’ambito del progetto: il premio per lo striscione migliore esposto al PalaWhirlpool, è stato vinto dalla Scuola Primaria De Amicis di Vergiate, mentre quello per il miglior elaborato grafico è andato a Ilaria Orrù, della Scuola Primaria Carducci Varese.
Premi anche per quattro alunni del Liceo Scientifico A. Tosi, protagonisti di un’intervista in lingua inglese al giocatore Tony Weeden, e a Marta Madera, della scuola primaria Carducci di Varese, per aver eseguito il miglior elaborato “Varese nel Cuore” per la favola “Basketlandia”.
Come sempre, ciò che più ci si augura, è che questo progetto abbia avvicinato, con entusiasmo e passione, sempre più ragazzi allo splendido gioco del basket.

[email protected]