La Vanoli Cremona si presenta al PalaWhirlpool dopo la sfida salvezza pre-natalizia contro la Scavolini Banca Marche Pesaro. La società lombarda ha impostato la stagione fissando come obiettivo la salvezza puntando su giocatori già conosciuti alle nostre latitudini e di lunga militanza nella Legadue.
Il roster, come detto, vede tra i giocatori molti protagonisti degli scorsi campionati di Legadue come la guardia Jarrius Jackson (già ex Casale e Veroli; 12.7 punti), il playmaker Aaron Johnson (7.2 punti) visto lo scorso anno ad Ostuni, la coppia di lunghi della nazionale finlandese composta da Tuukka Kotti (5.9 punti e 5.7 rimbalzi) e Shawn Huff (4.7 punti e 4.1 rimbalzi), il veterano della serie cadetta Fabio Ruini, così come due elementi esperti come Roberto Cazzaniga ed Andrea Conti. A questi vengono affiancati giocatori di provata esperienza sui campi nazionali e non solo come il centro Andrija Stipanovic (6.7 punti e 7.9 rimbalzi), l’ala Hrvoje Peric (9.7 punti), il playmaker della nazionale Luca Vitali (9.6 punti con 51.9% da tre) e soprattutto uno dei “bomber” del campionato: Lance Harris. La guardia/ala di St. Louis, con i suoi 18 punti e 6 rimbalzi, è il primo terminale offensivo, nonché la stella, a disposizione di coach Gresta.
Solitamente il tecnico nato a Pesaro, subentrato in corsa sostituendo Attilio Caja, sceglie di partire con Aaron Johnson in regia, Jarrius Jackson al suo fianco, Lance Harris come ala piccola, Hrvoje Peric come ala forte e Andrija Stipanovic come centro. A disposizione il sesto uomo di lusso Luca Vitali che, sfruttando i suoi centimetri, può spalmare minuti su più ruoli oltre a quello classico di playmaker, il duo finnico Huff-Kotti cambierà i lunghi, Ruini potrà giostrare sia da playmaker che, più facilmente, da guardia, mentre Belloni, Cazzaniga e Conti completano i giocatori a referto.

[email protected]
(foto da www.legabasket.it)