Cecco e Beppe alla riscossa…

0
18

CECCO: perbacco, Beppe, è da un po' che non ci vediamo e non ci sentiamo…

BEPPE: può capitare, non abbiamo mica appuntamenti fissi. Quando capita…

CECCO: vedi la differenza? Io sono sempre contento di conversare con te, di confrontarmi, curioso delle tue osservazioni. Mi pare invece che a te non importi molto…

BEPPE: ma non è vero! Io non parlo con nessuno, anche a me piace qualche volta esternare e se posso farlo con te ne sono felice. Perchè ti è venuta questa strana idea?

CECCO: perchè noto che non c'è grande entusiasmo…

BEPPE: beh, dopo mezz'ora di chiacchiere sfido chiunque a conservare l'entusiasmo iniziale… Ma il problema non esiste, per me è un piacere.

CECCO: i risultati del Brescia e della Reggina nei recuperi con Torino e Pescara non mi sono piaciuti per nulla…

BEPPE: infatti, per me sono stati addirittura disastrosi per il Varese che si è visto avvicinare da due squadre attrezzate tecnicamente e con notevole “forza politica”. E poi c'è sempre la Sampdoria, che prima o poi (te l'ho sempre detto) dovrà smettere di fare la bella addormentata.

CECCO: più che altro mi pare abbia fatto la brutta addormentata…

BEPPE: mi rubi le battute? Sì, sono d'accordo, finora la Sampdoria è stata proprio brutta. Ma a me fa paura.

CECCO: ma tu sei ottimista?

BEPPE: guarda, anche questa tua domanda è in realtà una richiesta di pronostico. Ma non si può fare un pronostico in un campionato come questo, che sicuramente si deciderà all'ultima giornata. Anzi, negli ultimi minuti dell'ultima giornata.

CECCO: il Varese si è sicuramente rinforzato all'ultimo mercato, sono arrivati giocatori importanti…

BEPPE: a volte di questo argomento mi capita di parlare con qualche collega tifoso. E sai che cosa gli dico? Che il Varese ha già vinto il suo campionato.

CECCO: in che senso?

BEPPE: nel senso che si è garantito la permanenza in serie B che, forse qualcuno se l'è dimenticato, era stata messa a rischio all'inizio del campionato.

CECCO: sì, mi hai già parlato della tua teoria in base alla quale andare in serie C1, o in Prima divisione che dir si voglia, vorrebbe dire sparire dalla geografia del calcio…

BEPPE: non è una mia teoria, è una certezza assoluta! Io mi auguro che non accada mai ma ricordati la profezia: il giorno di una eventuale retrocessione, per il Varese sarebbe anche il giorno della sua nuova scomparsa. Salvo ripartire come si fece nel 2004, dall'Eccellenza o magari da qualche campionato ancora inferiore.

CECCO: e dagli con l'ottimismo…

BEPPE: non c'è da scherzare, questo è realismo alla stato puro e bisognerebbe che quelli che vengono allo stadio se ne rendessero conto. Anzi, credo che dovrebbero rendersene conto soprattutto quelli che allo stadio non ci vengono, perchéperdono un'occasione.

CECCO: beh, non è che devono venire allo stadio perchè il Varese rischia di sparire…

BEPPE: ma certo che no! Però questa realtà è da sostenere e penso che un po' di gratitudine in più a Rosati e Montemurro sarebbe dovuta.

CECCO: eh sì, è proprio un mistero questa scarsa considerazione di cui godono presidente e amministratore delegato. Potevo capire prima, quando c'erano Sogliano e Sannino. Ma adesso…

BEPPE: speriamo di non doverli rimpiangere quando non saranno più qui…

CECCO: eh, ma qui mi pare una specie di funerale… Il Varese che sparisce, i dirigenti che non ci sono più… Tu almeno ti senti bene? Io abbastanza, grazie…

BEPPE: lo so, lo so, alla fine sarò la solita Cassandra… Scherzo, naturalmente, però in tutte le cose che ti ho detto un bel fondo di vero c'è. In tutte, ricordalo…

CECCO: e la faccenda del “codice etico”, quella postilla al contratto che impegna i giocatori a fare i bravi?

BEPPE: mah, la cosa mi lascia un po' freddino. Magari la prossima volta ne parliamo più approfonditamente ma credo abbia ragione chi ha detto in sostanza che non cambierà nulla ma che l'iniziativa è interessante. Anzi, che l'iniziativa è interessante ma che non cambierà nulla…

CECCO: campane a martello oggi anche per la Cimberio?

BEPPE: la vittoria di Caserta è stata un bel colpo (anche se sono convinto che Caserta sia scarsotta, al netto di questo Bell arrivato da poco che contro Varese ha fatto i numeri per un bel po' di partita) ma il cammino è sempre in salita. Vuoi che ti dica una cosa?

CECCO: dimmi…

BEPPE: non riesco ancora a capire che squadra sia la Cimberio, se è buona o se è scarsa… Sicuramente ha un paio di giocatori come Stipcevic e Rannikko che farebbero felici molte squadre che giocano in Eurolega ad alto livello. E ti dico anche che mi meraviglia che questi due giocatori non stiano appunto in qualche squadra che gioca in Eurolega ad alto livello. Ma forse la mia è un'impressione personale.

CECCO: condivido assolutamente. Ma che cosa mi dici della voce che era circolata su Recalcati addirittura a rischio esonero?

BEPPE: non faccio il fenomeno dicendoti che sono bene informato.In un paio di interviste rilasciate ai giornali si è vista un po' di polemica tra allenatore e società ma quando le cose non funzionano a dovere mi pare normale che ci sia un po' di dialettica. So invece che Recalcati non ha ancora avuto la conferma per la prossima stagione e forse non l'avrà. Ma forse anche questa è solo una voce.

CECCO: tu lo confermeresti?

BEPPE: non sono per il “largo ai giovani” per partito preso o per principio ma penso che a 67 anni Carlo Recalcati potrebbe davvero fare il presidente federale al posto di Dino Meneghin che non si ricandiderà (salvo sorprese).

Recalcati ha tutto per fare il presidente: al di là dei trascorsi da giocatore e da allenatore, super in entrambe le vesti, ha maturato una eccezionale cultura sportiva, sa muoversi, sa comportarsi, ha buon senso.

Insomma, ha il look del presidente. E poi avrebbe la possibilità di trascorrere molto tempo a Roma, la città più bella del mondo. Come farebbe ad avere dei dubbi? Poi è chiaro che dovrebbe essere eletto ma questo è tutto un altro discorso e io non so che cosa ci potrebbe essere dietro. Nè sarebbe da dimenticare che lo stipendio sarebbe di un bel po' inferiore rispetto a quello di allenatore ma qui interviene il “peso” che uno dà al prestigio rispetto al soldo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here