La seconda e ultima giornata di finali ai Campionati Mondiali Junior, Senior e Pesi Leggeri di Plovdiv in Bulgaria ha riservato per l’Italia tre medaglie, di cui una storica: è quella conquistata dalla varesina Chiara Ondoli con le compagne dell’Otto Junior. Archiviato il quarto posto di ieri del Quattro senza Junior, la giovane atleta classe ’95 è chiamata a ben figurare nella finale di questa specialità dopo il secondo posto ai Campionati Europei dell’anno scorso e il quarto miglior tempo ottenuto nella regata per l’assegnazione delle corsie. E’ una partenza in salita per lei e le sue compagne Serena Lo Bue, Silvia Terrazzi, Beatrice Arcangiolini, Ilaria Broggini, Ludovica Lucidi, Sandra Celoni e Giorgia Lo Bue (tim. Federica Cesarini), quinte fino a metà gara. Ma le azzurre sferranno un attacco decisivo e superano prima l’equipaggio russo e poi, con una grande accelerazione negli ultimi 500 metri, raggiungono il terzo posto ai danni della Germania, staccata di ben 3”43 all’arrivo. Le ragazze si mettono al collo la medaglia di bronzo e ottengono un risultato eccezionale, mai raggiunto prima da una barca italiana. La medaglia dal valore più pregiato va alla Romania, mentre l’argento al team USA.
La squadra azzurra festeggia oggi anche due titoli mondiali conquistati dall’otto Junior (Guglielmo Carcano, Matteo Borsini, Giovanni Abagnale, Niccolò Pagani, Luca Lovisolo, Pietro Zileri, Matteo Lodo, Alessandro Mansutti, tim. Enrico D’Aniello) ed dal due senza Pesi Leggeri (Luca De Maria, Armando Dell’Aquila).
Grazie a questi brillanti risultati della giornata odierna, sommati ai tre ori (due senza Junior femminile, quattro senza e quattro di coppia Junior maschile), all’argento (otto Pesi Leggeri maschile) ed al bronzo (quattro di coppia Pesi Leggeri femminile) di ieri, l’Italia è prima nel medagliere (complessivo ed Under 19) del Campionato Mondiale con cinque ori, un argento e due bronzi.

[email protected] 
(Foto www.canottaggio.org)