Partenza positiva per gli atleti italiani impegnati nei mondiali under 23 di canottaggio a Trakai, in Lituania. Il programma di oggi vede gli atleti della provincia di Varese in gara. Si parte con il singolista leggero Andrea Micheletti (9:12),segue il due senza maschile (Vincenzo Abbagnale, Fabio Vigliarolo) alle 9:19. La canoa femminile inizia con il doppio femminile che vede Veronica Paccagnella e Deborah Battagin in acqua alle 9:47.Uomini ancora protagonisti con il doppio (Giuseppe Vicino, Francesco Cardaioli) alle 10:15, il doppio leggero (Andrea Fois, Simone Molteni) seguirà alle 10:57. Protagonisti nella seconda parte della mattinata i quattro senza leggero maschile con Guido Gravina, Gianluca Sapino, Alin Zaharia, Matteo Pinca alle 11:18 eBern Gabriele Cagna, Matteo Baluganti, Bernardo Miccoli e Michele Manzoli nel quattro di coppia maschile alle 11:53. Nel pomeriggio la sfida per l’assegnazione delle acque per il quattro di coppia leggero femminile di Denise Zacco, Cecilia Bellati, Eleonora Trivella ed Elena Coletti.
Le gare di ieri hanno visto il quattro di coppia Pesi Leggeri dell’Italia  in finale. Claudio Provenzano, Francesco Pegoraro, Leone Barbaro e Matteo Mulas siglano il miglior tempo delle qualificazioni grazie ad una prestazione coraggiosa e determinata tenendo testa alla Germania per 1500 metri per poi piazzare l’attacco decisivo a 400 metri dal traguardo, chiudendo in 6’00”36 con 39 centesimi di vantaggio sui tedeschi. Avanti anche la Francia. La finale è in programma sabato alle 16:15 (le 17:15 in Lituania).
Anche il due senza Pesi Leggeri di Francesco Schisano e Vincenzo Serpico supera l’ostacolo batteria con il secondo posto, a 2”12 dagli inglesi Bedford e Kimberley dopo aver superato nell’ultimo quarto di gara la Francia. Una condotta di gara lineare ed equilibrata, consente loro di andare avanti con il minimo sforzo. La semifinale è prevista venerdì pomeriggio.
Ai recuperi, invece, il quattro con maschile ed il quattro di coppia femminile. Marco Di Costanzo, Emanuele Liuzzi, Simone Ferrarese e Marius Wurzel (tim. Luca Benco),complice un avvio lento, perdono contatto con Serbia e Australia nei primi 1000 metri, e nonostante lo sforzo nella seconda parte vedono sfumare la qualificazione diretta che resta lontana 2”51. Alle 15:07 di domani il decisivo recupero. Alessandra Patelli, Sara Magnaghi, Giada Colombo e Gaia Palma trovano, nella Polonia una corazzata, che non dà mai segni di cedimento nel corso dell’intera gara e chiude agevolmente la batteria in prima posizione. Azzurre terze, a un secondo dalla Romania. Per loro appuntamento ai ripescaggi di domani (15:49).

[email protected]