Giornata esaltante per i tre atleti varesini impegnati ai Campionati Mondiali di Canottaggio a Plovdiv, in Bulgaria: Chiara Ondoli, Veronica Calabrese ed Elia Luini si qualificano per le rispettive finali.
Dopo il successo in batteria, Chiara Ondoli, Silvia Terrazzi, Beatrice Arcangiolini e Sandra Celoni si sono ben comportate anche nella semifinale di questa mattina e hanno conquistato la finale in programma domani alle 11.25. La strada si fa subito in salita per le ragazze del quattro senza Junior: nei primi 500 metri l’equipaggio australiano, quello statunitense e quello bielorusso partono molto veloci; le azzurre non si perdono d’animo, recuperano terreno e, con un ottimo quarto parziale, riescono a mettere la punta della loro imbarcazione davanti all’Australia, giungendo all’arrivo al secondo posto con un tempo di 7’04″53. Si aggiudica la semifinale il team USA; nell’altra semifinale, taglia il traguardo per prima la barca cinese.
Gioia anche sui volti delle ragazze del quattro di coppia Junior: Veronica Calabrese, Stefania Gobbi, Carmela Pappalardo e Valentina Rodini, grazie ad una tattica di gara inappuntabile, raggiungono il terzo e ultimo posto utile per essere ammesse alla finale di domani alle 12.25. Dopo mille metri di grande equilibrio, scappano Romania e Bielorussia e si accende la lotta per il terzo piazzamento con Australia e Gran Bretagna; la spuntano le azzurre staccando nettamente australiane ed inglesi negli ultimi 500 metri.
Nel quattro di coppia Pesi Leggeri, con i compagni di equipaggio Daniele Danesin, Francesco Pegoraro e Marcello Miani, Elia Luini impone fin dall’inzio un ritmo sostenuto alla gara a cui resistono solamente i greci; le due barche procedono affiancate per tutta la regata e nel finale gli ellenici passano gli azzurri giungendo all’arrivo prima di loro di 44 centesimi. Secondo posto, quindi, per il quattro di coppia italiano, che vale la qualificazione alla finale di domani mattina alle 10.55. Chiude al terzo posto l’Australia; nell’altra semifinale, accedono alla finale anche Polonia, Germania e Cina.

[email protected]
(foto www.canottaggio.org)