Prosegue la vicenda del Calcioscommesse; la Corte di giustizia federale ha confermato gran parte delle sentenze di primo grado della Disciplinare respingendo quasi tutti gli appelli presentati.
Non è stato accolto il ricorso dell’ex biancorosso Emanuele Pesoli, il giocatore del Siena che si era incatenato sotto la Federcalcio dopo la squalifica di 3 anni che gli era stata inflitta in primo grado dalla Disciplinare e che resta, perciò, confermata.
E’ stata ridotta da 2 ad 1 punto la penalizzazione del Novara (comminata anche un’ammenda di 20mila euro); confermata la retrocessione del Lecce, mentre accolto il ricorso del Grosseto contro l’esclusione dal campionato di serie B, annullando così la decisione della Disciplinare in primo grado. Accolto anche il ricorso del presidente del Grosseto, Piero Camilli, contro la squalifica di 5 anni.

[email protected]