Ieri si è corsa la seconda tappa della USA Procycling Challenge, competizione ciclistica di sette tappe tra le montagne del Colorado che vedrà premiare il vincitore domenica 25 agosto. Ivan Basso, come già nella prima frazione di lunedì 20 agosto, non è riuscito ad accodarsi ai fuggitivi che, fin dai primi chilometri del percorso, si sono lanciati in fuga. Il gruppo, inizialmente formato da 30 corridori, si è assottigliato durante la tappa e, poco prima del traguardo, l’americano Van Garderen ha sferrato l’attacco decisivo che gli è valso la vittoria nella seconda frazione e la leadership della classifica generale. Il gallaratese della Liquigas-Cannondale è giunto 88esimo all’arrivo di Crested Butte, maturando un ritardo di 4”58 da Van Garderen. Il primo degli italiani, nono a 12” dal vincitore, è Damiano Caruso, compagno di squadra di Basso.
Oggi alle 10.10 ora dell’America Centrale, le 18.10 ora italiana, si correrà la terza tappa e Basso avrà l’occasione per tentare di assottigliare il distacco di 17”41 dal leader della Challenge. I ciclisti saranno impegnati nella frazione più impegnativa dell’intera manifestazione: affronteranno il percorso di 210 Km circa che separa Gunnison da Aspen, caratterizzato da 22,5 Km di salita alla volta del passo Cottonwood, posto a ben 3696 metri di altezza sul livello del mare. Un’altra salita aspetta poi Basso e compagni: la scalata al passo Independence (3657 metri), prima di rifiatare con la lunga discesa verso l’arrivo di Aspen.

[email protected]