Intenso l'ultimo fine settimana delle bocce Varesine che da
Vizzola Ticino a  Ispra ha regalato due
appuntamenti di grande spessore tecnico col trionfo  finale d'indiscussi protagonisti della nostra
disciplina. Venerdì a Vizzola, con l'organizzazione della Bocciofila Flli
d'Italia di  Somma Lombardo, è andata in
scena la tradizionale gara estiva a coppie, dedicata  a Carluccio Prada. Splendidamente diretto
dall'intraprendente Giuliano Aquili, il sodalizio Sommese ha trovato negli
ultimi anni la forza e il coraggio di recuperare lo  splendido impianto di
Vizzola.
Due campi immersi nel verde del parco del Ticino, con una folla interessata
ed  entusiasta, perchè sono proprio
queste tradizioni figlie di una storia non più 
recentissima a regalarci momenti sociali e sportivi talvolta
irripetibili. La cronaca ci parla di una vittoria coi brividi del forte duo
della Marino Varè e d'Altoè
, che
nonostante i grandi favori della vigilia hanno sofferto più  del previsto la magnifica prestazione dei
Sommesi dell'italia Nuova Cesalin e 
Caon. Una partita dall'andamento imprevedibile con il grande vantaggio
iniziale  dei  meno titolati Sommesi
e la rimonta determinata dei Milanesi bravi anche  nell'approfittare di qualche passaggio a
vuoto degli avversari incapaci di
sfruttare alcune occasioni determinanti. Premiazioni alla presenza del primo
cittadino di Vizzola Miotti e del Consigliere Regionale FIB Bruno Meloni.
Presente anche la moglie dell'indimenticato Carluccio per anni
trascinatore  instancabile di quella che
fu per anni la bella e attiva società di Vizzola Ticino. Un grazia
all'Amministrazione Comunale di Vizzola patrocinatore della  manifestazione e alla Ditta Bonini Scavi. Un
bravo anche allo staff del bar La
Pineta, gestori dell'impianto 
appassionati e generosi. Direzione di gara affidata al Sommese Angelo
Marcelli, ben assistito da Garbin, Garzonio e Pedroni


CLASSIFICA FINALE

1) Enzo Varè-Fabio D'Altoè (Marino)

2) Luigi Casalin-Renato Caon (Italia Nuova)
3) Antonio Rocco-Armando Branchini (Valdumentina)
4) Ernesto Bianchi-Guglielmo Cavaini (Casa Giovane Turbigo)

Nata due anni fa con la fusione tra la nuova Bocciofila di Ispra e la storica
Angera Bocce, la
Bocciofila Ispra Angera si è ormai ritagliata un posto
da
 protagonista nel panorama Boccistico
Varesino. Merito della grande attività, delle gare organizzate nello storico
impianto di  Angera e nei campi sintetici
scoperti immersi nel Centro Sportivo di Ispra, ma  anche e sopratutto della grande attenzione riservata
ai giovani, al settore femminile e al sociale. E' un vulcano di idee il
Presidentissimo Bisighini che ben affiancato da 
collaboratori esperti e volenterosi, ha dato impulso e movimento per una
realtà  che guarda decisamente al futuro.
A Ispra del resto è forte la passione popolare e tutte le fasi della  manifestazione sono seguite non solo dagli
addetti ai lavori ma anche e  sopratutto
da chi da poco si è avvicinato al nostro sport.
Con premesse cosi rischierebbero di dimenticare l'aspetto agonistico della  serata, che ci ha invece regalato l'ennesima
performance del sempreverde Rocco  Rando.
Davvero un grande campione, il portacolori della Malvestiti capace di
mettere  in fila tutti gli antagonisti
delle massime categorie per arrivare a una finale  suggestiva, vinta senza patemi con l'idolo
locale Pietro De Toni, ormai appagato  da
un risultato bello e inaspettato.
Cerimonia di premiazione finale tra gli applausi con la presenza  dell'Amministrazione Comunale di Ispra e il
Presidente Provinciale FIB Gian Piero Martinoli. Un'occasione speciale per premiare
tra gli applausi di tutti  anche i rgazzini  protagonisti della Scuola Bocce locale.
Grande chiusura in compagnia, con il ricco rinfresco, preparato dalle  volonterose socie della società
organizzatrice.


CLASSIFICA FINALE

1) Rocco Rando (Malvestiti)


2) Pietro De Toni (Ispra Angera)


3) Umberto Trivini (Casciago)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui