La corazzata comasca,
giunta più o meno alla
quarantesima partita consecutiva
con vittoria al seguito,
non smentisce di
certo il suo perfetto campionato
e sotterra gioiosamente
la formazione della
Varese Olona Nuoto di Serie
B.
Dispiace dover dire che in
molte occasioni le atlete
avversarie si siano liberate
facendo un uso improprio
dei piedi, scalciando stomaci
e gole al fine di partire
in controfuga: data l'evidente
superiorità in ogni
settore, un gioco meno
“maschio” e qualche cattiveria
gratuita potevano
davvero essere risparmiate.
Lungi da me comunque
dire che la vittoria sia
arrivata grazie a quei calci,
anzi. Varese mostra
grande capacità di gioco
solo nel primo tempo, durante
il quale si viene a trovare
perfino in vantaggio
per ben due volte per merito
di un tiro secco e preciso
di Laura Peve e di un rigore
procurato da Silvia
Bordiga e segnato da Serena
Cerutti. Si deve ovviamente
pretendere di più
dalla concentrazione delle
nostre atlete, anche se, nonostante
il passivo pesantissimo,
si può comunque
essere soddisfatti della
prestazione generale. Anche
il Presidente Fabio Fabiano,
presente in tribuna,
era contento delle “sue” ragazze.
E farlo felice è difficile.
Prossima domenica
di riposo, poi trasferta a
Brescia contro le seconde
(o terze) in classifica, a
cercare di fare come sempre
una buona figura divertendosi.
Conclusione
coi botti in casa, l'ultima
domenica di maggio contro
il CUS Milano.
Buona pallanuoto a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui