Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Serie A, recap 18^: primo successo per Pesaro, Brindisi al fotofinish, bene le prime

Numerose vittorie esterne nel primo turno del girone di ritorno: Brescia espugna Reggio, la Virtus Bologna non ha nessun problema contro Roma, Brindisi vince a Desio dopo un supplementare. C’è spazio anche per il primo successo di Pesaro, che sbanca il Paladozza contro la Fortitudo.

Grissin Bon Reggio Emilia – Germani Basket Brescia 81-87
Prosegue l’ottimo momento di forma di Brescia, che comincia il girone di ritorno andando a vincere al PalaBigi e confermando il terzo posto in classifica. La gara trova il suo punto di svolta nel secondo quarto, quando Brescia confeziona un parziale di 15-24 e si assicura un vantaggio simile per il resto della gara.  La squadra di Esposito ha la meglio sotto canestro, con Cain e Sacchetti che vincono i duelli individuali con i lunghi Reggiani, e anche Zerini riesce a portare un buon contributo. L’attacco della Germani è molto equilibrato, merito di un Luca Vitali autore di 10 assist. Per Reggio 15 di Johnson-Odom, 14 di Fontecchio, 13 di Upshaw, 10 di Vojvoda. Per Brescia 16 di Abass, 12 di Zerini, Moss e Sacchetti, 10 di Cain e Vitali.

Pompea Fortitudo Bologna – Carpegna Prosciutto Basket Pesaro 77-80 (foto da FB Victoria Libertas Pesaro)
Arriva finalmente alla diciassettesima gara stagionale la prima vittoria in campionato di Pesaro, e che vittoria, perché i marchigiani espugnano il PalaDozza rischiando di subire la rimonta della Fortitudo nel finale ma conquistando i due punti con le giocate di Barford e Williams. Pesaro parte con il piede giusto, e anche se Williams spara a salve da 3 punti (0/7 per lui), gli uomini di Sacco hanno una grande aggressività a rimbalzo offensivo e costruiscono un buon vantaggio minuto per minuto. La Fortitudo può contare su un Sims praticamente incontenibile in attacco, ma concede troppo a Barford e Pusica sugli esterni. Per Bologna 21 di Aradori, 16 di Sims, 13 di Leunen. Per Pesaro 17 di Williams, 15 di Pusica, 12 di Totè e Barford.

AX Armani Exchange Milano – De Longhi Treviso 91-67
Serve un impeccabile ultimo quarto a Milano per sbarazzarsi di Treviso, che resiste per 30 minuti prima di soccombere. Gli ospiti mettono in campo tutto il loro carattere, con una difesa molto aggressiva e capace di forzare più di qualche palla persa di Milano, mentre in attacco ci pensa più di una volta David Logan a risolvere la situazione. Milano trova un ottimo contributo dall’ultimo arrivato, Keifer Sykes, che non riesce soltanto a trovare soluzioni individuali, ma è altrettanto bravo a coinvolgere i compagni nelle manovre offensive, come testimoniano i 10 assist. È lui il protagonista dell’ultimo periodo, nel quale Milano segna 30 punti e chiude la partita. Per Milano 18 di Sykes, 15 di Scola e Gudaitis. Per Treviso 17 di Logan e 10 di Parks.

Virtus Roma – Segafredo Virtus Bologna 68-97
È una partita senza storia quella che va in scena al Palazzo dello Sport di Roma, dove la Virtus Bologna trova il quarto successo in fila dominando dal primo all’ultimo minuto una Virtus Roma tradita dai suoi protagonisti più attesi. Gli uomini di Djordjevic comandano la gara fin dai primi minuti, attaccando con grande ritmo e ottime scelte di tiro, anche perché la difesa di Roma concede enormi spazi agli interpreti di Bologna. All’intervallo lungo la Virtus è già avanti di oltre 20 punti. Nel secondo tempo la situazione non cambia, perché Roma è priva dei migliori Dyson e Jefferson, e nonostante la buona prova di James White, non ha i mezzi per rimontare Bologna. Per Roma 16 per White, 14 di Alibegovic, 13 di Kyzlink. Per Bologna 14 di Weems, 12 di Ricci e Baldi Rossi, 11 di Markovic.

S.Bernardo-Cinelandia Cantù – Happy Casa Brindisi 92-93
Serve un supplementare per decretare il vincitore di questa combattutissima gara, e alla fine è Brindisi a spuntarla e guadagnare due punti importantissimi. Dopo un primo tempo equilibrato, i padroni di casa riescono a mettere la testa avanti, grazie alle giocate della coppia di guardie Clark e Ragland, mentre Brindisi torna in partita con uno straordinario ultimo quarto di Adrian Banks, autore di 12 punti nei minuti finali. La guardia ex-Varese si carica la sua squadra sulle spalle, come spesso è accaduto in questa stagione, e la porta ai supplementari, dove Thompson decide la gara con un tiro da 3 punti. La successiva conclusione di Clark è stoppata e Brindisi riesce ad espugnare il PalaDesio. Per Cantù 30 di Clark, 13 di Wilson, 12 di Burnell e Hayes, 10 di Ragland. Per Brindisi 32 di Banks, 19 di Stone, 13 di Thompson.

Allianz Pallacanestro Trieste – Umana Reyer Venezia 72-81
Riesce a vincere in trasferta la Reyer, non sempre bella, non sempre efficace, ma capace di aggiudicarsi i due punti al suono della sirena iniziale. Trieste comincia bene la gara, ma la partita svolta quando Vidmar e Jones vengono espulsi dopo un acceso alterco tra i due. La squadra di Dalmasson, priva del suo miglior giocatore, fa molta più fatica a mettere punti a tabellone, e Venezia ne approfitta in un secondo quarto che di fatto decide la partita. Il talento di Watt sotto canestro è difficile da contenere per la difesa di Trieste, che viene colpita anche da più di qualche tripla: non bastano le giocate del nuovo arrivato, nonché ex di giornata, Deron Washington per risolvere la gara. per Trieste 17 di Peric, 13 di Mitchell, 12 di Washington. Per Venezia 15 di Watt, 13 di Tonut, 12 di Bramos e 11 di Chappell.

OriOra Pistoia – Dolomiti Energia Trentino 71-74
Vittoria al fotofinish per Trento, che riesce ad espugnare il PalaCarrara grazie ad uno straordinario Alessandro Gentile, autore di 30 punti, compreso il canestro decisivo a pochi secondi dalla fine, un piccolo capolavoro in isolamento. Gli ospiti erano riusciti a guadagnare un buon vantaggio a fine secondo quarto, quando con una difesa arcigna sono riusciti a limitare il talento di Pistoia sugli esterni. Nel secondo tempo c’è la reazione dei padroni di casa, che con Salumu e Dowdell riescono a tornare a contatto. Nell’ultimo periodo Kelly tiene in piedi Trento, prima che Gentile decida la gara con una giocata di assoluta classe. Per Pistoia 16 di Salumu, 13 di Dowdell, 10 di Johnson, Brandt, Petteway. Per Trento 30 di Gentile, 14 di Kelly, 12 di Pascolo.

 

- LA PARTITA DELLA PALLACANESTRO VARESE 

RISULTATI E CLASSIFICA