Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro

Robur, con Monfalcone per fermare la serie negativa

La Robur torna al Campus all’inseguimento di quel successo che manca da troppo tempo. Esattamente da 2 mesi e una settimana quando la Coelsanus sconfisse per 86-71 Soresina. Proprio quella Soresina su cui si deve fare la corsa, almeno guardando la classifica attuale. Infatti, Crema ha vinto due gare consecutive e si è chiamata fuori dalla lotta per evitare la retrocessione diretta e sembra più indirizzata verso la conquista della miglior posizione nella griglia playout. Invece, la Robur e Soresina giacciono adagiate sul fondo della classifica con soli 8 punti in saccoccia. A 9 giornate dal termine non proprio una situazione idilliaca.
Il calendario non è nemmeno troppo nemico della truppa di coach Garbosi con 5 gare interne da qui alla fine e una difficoltà media con parecchie formazioni della metà classifica da incontrare. Però, è altrettanto lapalissiano che se dopo 21 giornate hai in tasca solo 4 vittorie, più che guardare agli avversari, devi guardare a te stesso. Allora diamo uno sguardo a ciò che di positivo si è visto nell’ultima uscita e non si può non mettere l’accento sulla prova maiuscola di Gatti. 32 punti in 33′ sono una manna per una squadra che sta faticando a trovare un terminale costante dopo che Allegretti ha fatto da punto di riferimento per tutto il girone d’andata. Così come il recupero a pieno di Gatti è fondamentale in un reparto dove, con l’assenza dello stesso Allegretti, manca la qualità. Domani sera dovrebbero tornare nella mischia Iaquinta ed Allegretti stesso a dare sostanza ad una squadra che ha bisogno anche di rotazioni.

L’avversario è di quelli tosti, Monfalcone. I friulani occupano la quinta posizione in classifica ed è tutto l’anno che viaggiano nella posizione alte della graduatoria. Frutto di un buon mix di esperienza e talento e di un attacco che gira alla perfezione tanto da essere terza per punti segnati in questa serie B. Coach Tomasi ha un quartetto di tutto rispetto da tenere d’occhio. Giulio Casagrande è il bomber e viaggia a 14,2 punti di media: guardia/ala di 2 metri che sa usare bene il fisico, giocatore completo col 37% da 3 e va forte a rimbalzo. Ovviamente sarà da limitare così come il giovane play del 2001 Matteo Schina. Già nell’orbita delle nazionali giovanili, viaggia a 12,5 punti e 3,6 assist a gara a significare il suo impatto sulle prove della Falconstar. Altro play guardia è il classe ’92 Alessandro Scutiero con mano caldissima dai 6,75 come testimonia il suo 43% con ben 6,1 tentativi a gara dall’arco. Infine, occhio a Andrea Colli, ala centro classe ’88 di 203 centimetri che viaggia a 11,6 punti e 4,1 rimbalzi a gara.

Palla a due alle 20e30 di sabato sera.

Matteo Gallo

- PROGRAMMA E CLASSIFICA