Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Pro Patria

Power Rankings di inizio anno: la Pro Patria raddrizza la china, nessuno meglio della Pergolettese

Vertice immutato nei primi Power Rankings del 2020. Mentre la Pergolettese scuote la coda. Balzando in avanti di 8 posizioni. Di contro, Juventus U23 giù di 5. Appuntamento a dopo la 26^ giornata per il Ranking di febbraio (tra parentesi la differenza rispetto alla graduatoria pubblicata il 13 novembre).

1) Monza (=) – Campione d’inverno in autunno. Campione di primavera ancora in inverno? Così, tanto per darsi un obiettivo.

2) Renate (=) – Vince poco (una delle ultime 5). Ma non perde mai (l’ultima il 20 ottobre con la Juventus U23). Se le altre sono queste, seconda piazza con le mani in tasca.

3) Pontedera (+2) – La migliore in casa (22 punti). In recupero fuori (6 punti nelle ultime 2).  Trend solidissimo con una sola sconfitta nelle ultime 9. E quota 11 nelle ultime 5. Breakthrough dell’anno. Almeno a questi livelli.

4) Novara (+3) – Orribile (o giù di lì) con Arezzo e Pianese. Stentorea con Pro Patria e Siena. Se sia più l’una o l’altra farà la differenza da qui a maggio.

5) Carrarese (-1) – Tre serie da due vittorie. Mai una di più. La discontinuità condanna al copia e incolla della stagione passata. Playoff nazionali la massima aspirazione.

6) Siena (-3) – Quella con più sconfitte (6) delle prime 10. AlbinoLeffe a parte (7). Risibile al “Franchi” (9 punti con 5 rovesci). Quasi inarrestabile fuori (22 punti su 27 disponibili). Ma il 4-0 di Novara non può essere derubricato a semplice parentesi.

7) Arezzo (+6) – Imbattuta da 6 turni. In cui mette sotto il Novara e pareggia a Carrara e Renate. Primi 2 punti fuori dopo 7 sconfitte. Ancora abbondantemente sopra il par estivo. Ma in chiaro recupero.

8) Alessandria (-2) – Chiude l’anno battendo la Pro Vercelli dopo 6 turni di astinenza. Cinque (consecutive) delle sue 7 vittorie tra la 3^ e la 7^. Poi 11 punti in 12 partite. Playoff? Non è detto siano ipotecati.

9) AlbinoLeffe (=) – Solo una volta ne vince 2 consecutive (Carrarese e Giana alla 16^ e 17^). Idem per le sconfitte (in quel caso 3). Meno 20 dalla prima e più 16 sull’ultima. Equilibrio invidiabile ad immagine e somiglianza di Marco Zaffaroni.

10) Pro Patria (+2) – I 3 punti con la Giana raddrizzano la china. Lo “Speroni” incide poco o nulla (ultima vittoria il 6 ottobre con il Lecco). Lo scivolosissimo calendario di gennaio (AlbinoLeffe, Pergolettese, Monza e Juventus U23) farà le carte alla seconda metà di campionato.

11) Pistoiese (-3) – Quattro punti (con 2 sole reti segnate) affrontando 4 squadre della parte destra della classifica. Non un gran segnale. Attacco asfittico (Gucci non va a bersaglio dal 20 ottobre). Eviterà i playout. Oltre è difficile dire.

12) Pergolettese (+8) – Tredici punti nelle ultime 5. Come il Monza. Nessuno ha fatto meglio. Salvezza diretta solo un punto sopra (40 giorni fa il gap era di 11). Allora il problema era davvero Contini…

13) Como (-2) – Involuta nelle ultime 9 (un solo successo con la Pianese). Non segna da 261’. Neopromossa atipica. In tutti i sensi.

14) Pro Vercelli (=) – Due punti nelle ultime 4. Dal 27 ottobre ha vinto solo con il Como e pareggiato con le derelitte Giana e Olbia. Più 4 sui playout da monitorare senza snobismi.

15) Juventus Under 23 (-5) – La vittoria manca dal 30 ottobre. Magari alla fine farà i playoff. Sfugge però il senso della stagione. Salvo semifinale di Coppa con la FeralpiSalò.      

16) Lecco (+1) – Otto punti nelle ultime 5 (comprese ferali vittorie con Gozzano e Olbia) il marchio impresso da D’Agostino. Playout ancora evitabili.

17) Pianese (-1) – Non vince dal 10 novembre. Ma ha fatto 11 punti (su 15) con le ultime 5. Notevole plus in chiave mantenimento della categoria.

18) Gozzano (-3) – Un gol (da 3 punti con la Juventus U23) nelle ultime 4. In casa mette insieme 2 miseri punti con Giana, Olbia, Lecco e Pergolettese. Se l’andazzo è questo, appendice salvezza non derogabile.                                            

19) Olbia (-1) – Pari con la Juve dopo 5 sconfitte. Dodici punti in classifica. Cioè 6 nelle ultime 17. Si accettano miracoli. Pratica sottoposta ad Oscar Brevi.

20) Giana Erminio (-1) – Con Albè 8 punti in 13 giornate. Dopo i 2 di Maspero in 6. Sarà anche meglio. Ma non è abbastanza. Reduce da due 3-0 sul groppone (Monza e Pro Patria), si gioca molto (moltissimo) alla ripresa in casa con l’Olbia. A naso, una delle due stacca il biglietto per la D.

Giovanni Castiglioni