Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Eccellenza girone A

20^ GIORNATA – Crollo generale in testa, il Busto 81 scappa. Castanese e Vergiatese, che colpi!

VERGIATE – Al comunale di Vergiate, per la quinta giornata di ritorno del girone A di Eccellenza della Lombardia, i granata di casa reduci dal blitz vittorioso contro l’Alcione, affrontano la Rhodense di mister Raspelli vera sorpresa del campionato nonostante la sconfitta casalinga subita domenica scorsa per mano della Sestese. Si incontrano, la Vergiatese e gli “orange”, in un match dai risvolti diversi dove i padroni di casa cercano punti per la tranquillità mentre i milanesi per restare nei quartirei alti della classifica in zona playoff. Al termine di una partita godibile la Vergiatese coglie la posta piena contro una opaca Rhodense abbandonando, forse definitivamente, le zone calde della classifica.

vergiatesePRIMO TEMPO - Inizio a buon ritmo da parte dele due formazioni che si affrontano con modulo quasi speculare. Prima conclusione per i padroni di casa al ’6 con Caputo che da posizione defilata calcio sull’esterno della rete dopo una buona verticalizzazione di Becerri. Rhodense pericolosa al ’10 con incursione sulla sinistra di Formato che scodella una buon pallone per il collega di reparto accorrente sul versante opposto. La conclusione di Bianchi viene però contrata dalla difesa granata in maniera efficace. Orange ancora al tiro con Scaccabarozzi al ’15. Pasiani è sulla traiettoria ed accompagna la palla che si perde sul fondo non di molto. La Vergiatese soffre la fisicità il buon giro palla della Rhodense ma non rinucia a provare ad offendere. Al ’20 capitan Amelotti si libera bene e dai 20 metri calcia potente ma centrale, con Mantovani che è chiamato ad un intervento in due tempi per sbrogliare la matassa. Ancora i granata qualche minuto dopo con Becerri che da appena dentro l’area si libera bene in dribbling stretto ma poi strozza la conclusione che arriva “morbida” nelle mani dell’estremo difensore ospite che blocca stavolta senza affanni. Ma nella seconda parte della prima frazione di gioco il match si è fatto più equilibrato e conbattuto nella zona centrale del campo, con intensità godibile e scontri ruvidi ma nell’alveo della correttezza. Al minuto ’40 ghiotta occasione sui piedi di Amelotti dall’altezza del dischetto del rigore conclude quasi a botta sicura. Per sua sfortuna però la sfera viene deviata in angolo da un difensore casualmente sulla traiettoria di tiro. Schema sul calcio dalla bandierina e Becerri ancora alla conclusione con Mantovani però che si fa trovare presente ed attento. Si va così all’intervallo sul risultato ad occhiali sostanzialmente giusto.

rhodenseSECONDO TEMPO - La ripresa si apre senza sostituzioni da parte dei due mister. Rhodense subito più aggressiva e vergiatese più compatta nella propria metà campo e partita che nei primi minuti conserva il suo equilibrio di gioco e risultato. Fino al ’5 quando da una apertura in ampiezza di Amelotti, Becerri riceve sulla sinistra, salta il suo avversario entra in area e con un dentro potente sul primo palo fulmina l’incolpevole Mantovani. Vergiatese avanti e partita che si accende coi granata di casa cui lo scalpo degli orange ora pare davvero possibile. Al minuto 15 ancora Vergiatese con azione colare che porta al tiro ancora Amelotti. Mantovani c’è ancora. La reazione ospite giunge solo al ’19 minuto ancora con Scaccabarozzi che conclude dalla distanza e costringe Pasiani alla prima vera parata un pò impegnativa. Ma per riprenderla serve altro e la panchina milanese lo capisce inserendo forze fresche davanti con Miculi che avvicenda Campus. Al ’22 però è ancora la Vergiatese a farsi viva in avanti con una conclusione pericolosa del furetto Becerri che si perde di poco a lato, seguita un minuto dopo da un’altra conclusione di Menga che il portiere ospite ferma in presa. Il copione del match però ormai è questo. Ospiti a trazione anteriore e locali pronti alle ripartenze e a dettare spesso i ritmi della contesa. Granata vicini al raddoppio con Segalini al ’27 con tiro dell’avanti locale deviato in angolo da un sempre attento Mantovani. Gli ultimi minuti di gara sono all’insegna di un forcing disordinato della Rhodense al quale la formazione di casa sa rispondere con la attenzione che serve per tenere un risultato prezioso come quello maturato con buoin merito. Al ’45 Orange vicini al gol su calcio da fermo di Caruso che calcia bene ma di poco a lato. Nei tre di recupero si gioca ad una sola metà campo, quella dei locali. Ma l’assalto confuso degli ospiti non cambia il risultato e gli uomini di Marzio fanno loro la partita con pieno merito mostrando carattere e spirito di gruppo.

I MIGLIORI IN CAMPO
Vergiatese: Becerri 7,5. Se non sai cosa fare passala a “bece” e qualcosa ne verrà fuori. Battute a parte giocatore di tecnica sopra la media e in area di rigore quasi sempre risolutivo. Bonber.
Rhodense: Scaccabarozzi 6,5. Unico a provarci dalla distanza per la Rhodense, e non dovrebbe fare esattamente questo. In mezzo al campo un buon pilastro.

IL TABELLINO
VERGIATESE-RHODENSE 1-0 (0-0)

Vergiatese: Pasiani 6, Cattaneo 6,5, Caputo 6,5, Morello 7, Menga M. 6,5, De Angelis 6,5, Menga L. 6 (’31 st Moroni), Nocciola 6,5, Segalini 6 (’35 st Ballgjini), Becerri 7,5 (’43 st Vitulli), Amelotti 6,5. A disposizione: Cutrupi, Grippo, Viganotti, Trionfo, Moroni, Rando, Vitulli, Perotti, Ballgjini. Allenatore Marzio.
Rhodense: Mantovani 6,5, Bianchi 6, Formato 6, Scaccabarozzi 6,5(’35 Messaoudi), Venza 6, Degiorgio 6, Zanus 6, Castelnuovo 6, Gentile 6, Caruso 6, Campus 5,5 (’20 st Miculi). A disposizione: Torri, Galbiati, Lodi, Messaoudi, Miculi, Mintrone, Citterio, Belbusti, Riosa. Allenatore Raspelli.
Marcatori: ’5 st Becerri (V).
Arbitro: Crivelli di Crotone.

 Massimo Gnocchi

 _____________________________________________________________________________

LAZZATE – La capolista del campionato di Eccellenza arriva a Lazzate per fare risultato, ma l’Ardor deve continuare la striscia di risultati positivi. Il Busto 81 vuole provare ad allungare sul Verbano, mentre i brianzoli vogliono raggiungere i playoff. Ad avere la meglio il Busto 81 che vola a +5 punti sul Verbano, grazie alla sconfitta rimediata a Fenegrò e al pareggio della Varesina.

FOTOGALLERY Ardor Lazzate-Busto 81 19 Ardor Lazzate-Busto 81 14 Ardor Lazzate-Busto 81 07

 

 

 

PRIMO TEMPO – Il Busto 81 entra subito in partita e si rende subito pericoloso. Al 6’, contropiede per gli uomini di mister Crucitti, lancio in profondità a servire Torraca, ma il suo diagonale finisce di pochissimo fuori. La capolista si porta in vantaggio al 12’: fallo di Candolini e calcio di punizione. A batterla è Torraca, punizione in movimento, la difesa di casa si adagia e Sorrentino batte di testa un incolpevole Bizzi. Busto 81 sicuramente con uno spirito migliore e intraprendente a dispetto di un Ardor Lazzate che fatica a entrare in partita. Al 23’ grande cavalcata di Urso, serve a Pedergnana, ma da pochi passi sbaglia la rete del raddoppio. Punizione per l’Ardor al 35’, a batterla Calviello, ma la palla è murata dalla difesa avversaria. Al 40’ annullato un gol di testa di Torraca per fuorigioco. Ma il goal del raddoppio arriva al 44’: mischia in area del Lazzate e Mira, dopo un batti e ribatti, riesce a insaccare alle spalle di Bizzi.

SECONDO TEMPO – L’Ardor Lazzate rientra in campo con tanti cambi nella ripresa, ma la situazione non cambia. Il Busto 81 si porta sul 3 a 0 al 25’: giocata stellare di Urso a servire Torraca, che spiazza Nocco, neo entrato, calciando tra le gambe dell’estremo difensore di casa. Il Lazzate tenta il tutto per tutto e riesce in qualche modo a riaprire la partita al 47’, con un tiro dalla distanza di Grasso che spiazza Monzani.

LE INTERVISTE
Bonazzi (allenatore Ardor Lazzate): “Oggi è mancato tutto, soprattutto la voglia di giocare a calcio. L’atteggiamento non è quello giusto per una partita di calcio. È mancata la cattiveria, la voglia e la corsa, le nozioni principali di una partita di calcio. Non c’è stata partita, non eravamo sul pezzo. C’è solo da salvarsi nel più breve tempo possibile”.
Crucitti (allenatore Busto 81): “Abbiamo dimostrato di meritarci proprio la prima posizione: oggi c’è stato tutto, la perfezione. Il risultato sicuramente poteva essere più ampio. A noi interessava venire a Lazzate e dare dimostrazione di forza contro una squadra veramente forte. Tutta la partita siamo stati padroni del campo, e non era facile”.

IL TABELLINO
Ardor Lazzate – Busto 81 1-3 (0-2)
Ardor Lazzate:
Bizzi 5 (1’ s.t. Nocco 6), Candolini 5, Torriani 5,5 (33’s.t. Giudici sv), Pieri 6, Calviello 6,5, Pescara 6, Peverelli 5,5, Tindo 6 (1’ s.t. Trenchev 6), Grasso 7,5, Ierardi 6 (1’s.t. Dell’Aera 5,5), Anzano 5 (27’ s.t. Chiarello sv). A disposizione: Carrescia, Ballabio, Altamura. All. Bonazzi.
Busto 81: Monzani 6,5, Nejmi 6,5, Mauro 6, Mhaimer 6,5 (39’ s.t. Pellini sv), Sorrentino 7,5, Scarcella 6,5, Panzetta 7, Pedergnana 7 (35’ s.t. Baglio sv), Torraca 8 (29’ s.t. Milani), Mira 7,5, Urso 7,5. A disposizione: Setaj, Rossi, Napoli, Passafiume, Silla, Klos.
Arbitro: Zoppi di Fierenze (Vora di Como e Damato di Milano)
Marcatori: p.t. 12’ Sorrentino (B), 44’ Mira (B); s.t. 25’ Torraca (B), 47’ Grasso (A).
Note – Campo in pessime condizioni. Spettatori: 200 circa. Espulso Corti (A) al 10’s.t. dalla panchina per proteste. Ammoniti: Candolini. Trenchev, Pescara, Chiariello (A), Torraca, Scarcella (B). Recupero: 0’+3’.

Silvia Galli

__________________________________________________

- RISULTATI E CLASSIFICA

______________________________________________________________________

LE ALTRE PARTITE:

SESTESE-VARESINA 0-0 (la diretta)
_______________________________________________________________________________

VOGHERESE-CASTANESE 0-1 (0-1)
Vogherese: De Toni, Tambussi (25’ st Verdese), Riceputi, Cavaliere, Silvestri, Fasoli, Selmi, Colonna (7’ st Franchini),  Andrini, Schingo, Cannizzaro. A disposizione: Pittaluga, Cogliati, Barcella, Domenichetti, Buscaglia, Casella, Bollini.
Allenatore: Beretta.
Castanese: Mainini, Sciocco (32’ st Vidhi), Okala, Martelli (46’ st Guerci), Zingaro, Bianchi, Greco, Papa (29’ st Belloli), Casiraghi (40’ st Gallo), Barbaglia (cap.), Rampinini.  A disposizione: 12 Mustica, 13 Guerci, 14 De Bernardi, 15 Ferrara, 17 Scaglione, 19 Fasani.  Allenatore: Garavaglia.
Arbitro: Gadaleta di Lodi.
Marcatori: Casiraghi (C) al 25’.
Clamoroso successo della Castanese che infligge al favorito Voghera la seconda sconfitta di fila dopo quella di settimana scorsa con la Varesina. A colpire è l’ex Casiraghi che sfrutta una palla inattiva al 25′. I neroverdi difendono il risultato coi denti e la Vogherese, nonostante si sbilanci in avanti per ribaltare il match, alla fine si deve arrendere. Tre punti salvezza importantissimi per la Castanese che tuttavia non allunga sul Fenegrò, ultimo in classifica, a sua volta vincitore.
___________________________________________________________________________

FENEGRO’-VERBANO 3-0 (0-0)
Fenegrò: Chiodi, Curci, Barlusconi (43′ st Allegrino), De Vincenzi, Luciani, Picozzi, Gottardi, Borgoni, Principe (38′ st Lagotana), Cannataro (23′ st Magro), Mariutti (8′ st Mariani). A disposizione: Belloni, Rollo, Volonté, Shullani, Calini. All. Fiorito.
Verbano: Ruzzoni, Roveda, Gecchele, Dal Santo, Scurati, Santagostino (23′ st La Cava), Caldirola, Malvestio (1′ st Dervishi), Doria. A disposizione: Bruni, Sburlati, D’Angelo, Fogal, Gomez, De Maddalena, Ielmini. All. Celestini.
Marcatori: st: 1′ Principe (F), 5′ De Vicenzi (F), 62′ Luciani (F).
Una crisi che oramai sembra diventata insormontabile. L’ex capolista Verbano che ha fatto sognare nel girone di andata, è capitolata per la seconda volta consecutiva. Dopo il 2-0 di Trezzano contro il Pavia, oggi i rossoneri sono stati sormontati dal fanalino di coda Fenegrò che ha piazzato il tris con Principe, De Vincenzi e Luciani.
_______________________________________________________

SETTIMO MILANESE-MARIANO 2-1 (1-0)
Settimo Milanese: Colombo, De Lucia, Pacchieni, Coppini (25′ st Moretti), Tomassone, Becchi, Cesana (47′ st Radice), De Grandi, Anelli( 45′ st Davenia), Pellegata (25′ st Annoni), Petrolà (19′ st Villani). A disposizione: Paradiso, Spaggiari, Zanaboni, Di Biase. All. Molluso.
Mariano: Comi, Frigerio (15′ st Gualandri), Malvestiti, Innocenti, Testini, Bianchi, Zorloni, Bertani, Diaferio, Delle Fave, Sironi. A disposizione: Franco, Cristiano, Gerosa, Asnaghi, Roscio, Pozzi, Ballabio, Shala. All. Rovellini.
Arbitro: Leonardo di Jesi.
Marcatori: pt: 45′ Anelli (S); st: 10′ Diaferio (M) e 45′ Anelli (S).
Il Settimo Milanese ritrova la vittoria portando a casa tre punti salvezza e inguaiando il Mariano che viene risucchiato da Castanese e Fenegrò. Decisiva la doppietta di Anelli che regala la vittoria alla squadra capitalizzando al massimo le poche occasioni create dai padroni di casa. Sblocca il match a fine primo tempo e realizza il gol vittoria al 90′ Non basta il gol di Diaferio agli avversari.
_______________________________________________________________________________
ACCADEMIA PAVESE-PAVIA 1-1
Acc. Pavese: Binaschi, Giugno, Pasotti (26′ st Crescenzo), Castillo (19′ st Coscia), Filadelfia, Rorato, Zani, Maggi, Romano, Provasio, Catania. A disposizione: Picone, Lallo, Cavallini, Mori, Furbinelli, Attolini, Sammartin. All. Albertini.
Pavia: Maestroni, Petrucci, Nucera, Ndou, Piscopo, Anzaghi, Bilello, Miculi, Bahirov, De Stradis, Katseris (32′ st Lizio). A disposizione: Borrelli, Di Bartolo, Carbone, Feninno, Romano, Favari, Agosta, Ricciardi. All. Di Blasio.
Marcatori: pt: 4′ Provasio (A), 43′ Bahirov (P).
Finisce in parità il derby tra le due pavesi: 1-1 deciso già nel primo tempo. Provasio sblocca il match a inizio gara e Behirov risponde. Il Pavia cresce nella ripresa e sbaglia un gol con Lizzio nel finale chiudendo con qualche rimpianto.
_______________________________________________________________________________
CALVAIRATE-ALCIONE 1-3 (1-1)
Calvairate: Arena, Paloschi, Bianchini (35′ st Balardo), Conte, Barazzetta, Ferrari, Zappettini, Sarina, Licciardello, Visigalli, Passoni (21′ st Senesi). A disposizione: Corti Vi., Corti Va., Lo Perfido, Primavera, Diabete, Montanari, Panepinto. All. Nichetti.
Alcione: Festinese, Pica (45′ st Bandini), Tresca (37′ st Braga), Hapau, Aramini, Remuzzi, Laraia (22′ st Adorni), Moratti, Mehmetaj (44′ st Melogli), Zingari. A disposizione: Angeleri, Di Muro, Curridori, Pavia, Linati, Cicogna. All. Saccaggi.
Arbitro: Dania di Milano.
Marcatori: pt: 24′ Zingari (A), 42′ Barazzetta (C); st: 9′ Mehmetaj (A), 40′ Zingari (A).
Successo netto dell’Alcione che apre le marcature su punizione con Zingari, Barazzetta sigla il pari di testa. Al rientro in campo ci pensa Mehmetaj, il migliore di giornata in compagnia di Festinese, con un gran bel gol. Chiude definitivamente i conti Zingari al 40′ con un’azione in solitaria che vale il 3-1 dell’Alcione.
_______________________________________________________________________________

in redazione Elisa Cascioli