Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

17^ GIORNATA – Il Gavirate va. Besnatese e Morazzone non mollano. Olimpia poker

GAVIRATE – Prosegue l’ottimo momento di forma del Gavirate, che ha pochi problemi a vincere contro il Vittuone. Dopo un quarto d’ora i padroni di casa sono già avanti di due gol, entrambe di Tartaglione, la prima con una splendida rovesciata. A poco vale il gol di Battaglia, perché gli ospiti non riescono a completare la rimonta. Nei primi minuti della ripresa arriva il terzo gol del Gavirate con Miele, che di fatto chiude la gara.

gaviratePRIMO TEMPO: Il Gavirate parte subito forte con una bella azione sulla sinistra, dove Maraschio combina con Tartaglione ma la palla non riesce a raggiungere Miele solo soletto in area. I padroni di casa sbloccano la gara dopo pochi minuti quando, dopo un bel cross dalla destra, la palla rimane a disposizione di Tartaglione nell’area piccola, e l’attaccante del Gavirate riesce a coordinarsi per una splendida rovesciata che batte un Mercuri non esente da colpe. Il raddoppio arriva pochi minuti dopo, quando il Gavirate riesce ad arrivare nei pressi dell’area avversaria con un paio di ottimi cambi di gioco e Miele trova Maraschio nei pressi del dischetto, fermato però dall’intervento di un difensore, ma un rimpallo favorisce Tartaglione che rasoterra riesce a firmare la doppietta dopo neanche un quarto d’ora. Gli ospiti hanno una timida reazione ma il Gavirate contrasta senza particolari difficoltà tutte le proposte offensive del Vittuone, prima che sia un grossolano errore dei padroni di casa a concedere un gol agli ospiti. Verso la metà del primo tempo Gemmi prova un cross dalla trequarti dove Nyanzu avrebbe un facile intervento da effettuare, ma calcola male il tempo e la palla finisce a disposizione di Battaglia che insacca in rete da pochi passi. Il Gavirate sarebbe anche riuscito a siglare il terzo gol, sempre con Tartaglione, imbeccato da Comani, con un pallonetto con cui scavalca Mercuri, ma il guardalinee aveva già segnalato la posizione di fuorigioco. Anche nei minuti finali del primo tempo il Gavirate continua ad attaccare, prima con Maraschio poi con Caon, trovato in area da un lancio illuminante di Miele, ma l’azione viene fermata da un ottimo intervento di Balashi. Tartaglione va vicino alla tripletta quando un lancio millimetrico di Nyanzu trova il suo scatto, e nonostante la posizione defilata la sua conclusione prende il palo. Il primo tempo si conclude sul punteggio di 2-1.

vittuoneSECONDO TEMPO: dopo poco più di cinque minuti arriva il gol del Gavirate, con Miele, sicuramente uno dei migliori in campo, servito al limite dell’area, capace di liberarsi per la conclusione e sferrare un diagonale che non lascia scampo a Mercuri. Il Gavirate è in pieno controllo della partita, gestisce il possesso con una buona circolazione di palla e non sembra soffrire le ripartenze degli avversari. Il ritmo della gara si è abbassato enormemente nel secondo tempo, perché è nel pieno interesse del Gavirate addormentare la gara e il Vittuone non riesce ad essere pericoloso nei pressi della porta difesa da Teseo. Entrambi gli allenatori sfruttano tutte le sostituzioni a loro disposizione, con Seno, subentrato per il Gavirate in posizione di attaccante centrale, pericoloso in un paio di occasioni, ma senza mai impensierire Mercuri (anche lui sostituito nel corso del secondo tempo). Ghidoli ci prova dalla distanza, e la palla va di poco sopra la traversa. Sul successivo calcio d’angolo Castiglioni fallisce la realizzazione da pochi passi. La gara si conclude sul punteggio di 3-1.

I MIGLIORI
Gavirate: Tartaglione 7:
doppietta per l’ala del Gavirate, autore di una splendida rovesciata. Non trova la tripletta per un soffio.
Vittuone: Battaglia 6: l’autore del gol degli ospiti, sicuramente i più pericoloso in fase offensiva.

I COMMENTI
Caon (all. Gavirate): “Sono soddisfatto, la partita presentava delle difficoltà, venivamo da una prestazione importante, abbiamo creato tanto e fatto un primo tempo di buon livello, la ripresa è stata più di gestione. Siamo stati anche vicini al quarto gol, abbiamo lavorato bene in settimana, tanti complimenti ai ragazzi. Gli 11 punti non ci devono influenzare, sarà difficile mantenere un distacco così alto. La difficoltà più grande è ripetere prestazioni come questa.”
Annoni (all. Vittuone): “La sconfitta ci può stare ma non come l’abbiamo maturata. Non abbiamo avuto l’atteggiamento giusto, siamo partiti male e poi diventa tutto più difficile. Siamo la difesa peggiore del campionato, così è difficile salvarsi. Abbiamo fatto tanti errori. L’obiettivo è quello di salvarsi, domenica siamo contro il Magenta, non sarà semplice ma ci proveremo.”

GAVIRATE – ACC. VITTUONE 3-1 (2-1)
Gavirate:
Teseo, D’Amico (31’ st Clerici), Nyanzu Aka (18’ st Seno), Pinorini, Broggini, Candeliere, Tartaglione, Caon, Maraschio (18’ st Esteri), Miele (25’ st Rizzo), Comani (37’ st Jammeh). A disposizione: Riva, Clerici, Esteri, Garri, Testa, Jammeh, Seno, Rizzo, Bertani. All. Caon.
Vittuone: Mercuri (31’ st Previtali), Pisoni, Razzini (24’ st Serinelli), Pepe (10’ st Castiglioni), Balashi, Benardi, Gemmi, Granata, Maugeri (10’ st Barbieri), Ghidoli, Battaglia (22’ st Dibitetto). A disposizione: Previtali, Fedeli, Bottara, Castiglioni, Serinelli, Lovati, Dibitetto, Barbieri. All. Annoni.
Arbitro: Dancelli di Brescia (Brambilla – Iacchetti)
Marcatori: pt: Tartaglione 7’ (G), Tartaglione 12’ (G), Battaglia 23’ (V) st: Miele 6’ (G)
Ammoniti: pt: Granata 45’ (V), Ghidoli 46’ (V) st: Castiglioni 27’ (V).

Inviato Marco Mastrorilli
_________________________________________________________________________

gorlaGORLA MAGGIORE – Ha bisogno di punti il Gorla di Papis, che dopo la sconfitta contro l’Union Villa si trova a -5 dal terzultimo posto. Dall’altra parte l’Olimpia, reduce dal pareggio contro il Meda, è dodicesima a quota 20 punti. L’Olimpia passa quasi subito in vantaggio con Bianchi, ma dopo 8 minuti viene riacciuffata dal goal di Ippolito. Il primo tempo finisce poi 1-2 grazie alla punizione vincente di Balconi negli ultimi minuti di gioco. Nel secondo tempo vanno a segno La Iacona e Piazza e per il Gorla di nuovo Ippolito. Finisce 2-4.

gorla maggiorePRIMO TEMPO – Il primo tiro della partita arriva dopo neanche un minuto di gioco, quando Ippolito cerca la porta dalla distanza ma il pallone finisce sopra la traversa. Al 2′ è Chiarion a caricare il sinistro, che però finisce fuori dai pali di Rossi. Un’imprecisione della difesa costa caro agli uomini di Papis, che al 6′ vanno in svantaggio per un goal di Bianchi, che si ritrova il pallone tra i piedi e solo davanti a Ceveli incrocia con un rasoterra sul palo opposto. L’Olimpia batte il ferro finché è caldo e insiste nell’area avversaria, conquistandosi due corner ravvicinati. Buona azione di La Iacona al 10′, quando si smarca sulla sinistra, entra in area e prova la conclusione, bloccata dall’estremo difensore. Dopo due minuti è Bianchi che va vicino al raddoppio con un rasoterra dal limite dell’area che sfiora il palo alla destra di Ceveli. Ancora lui al 13′ accelera sulla destra e serve La Iacona con un traversone: l’attaccante calcia di prima ma spara fuori. Il risultato ritorna in parità al 14′ grazie al destro vincente del capitano Ippolito, servito da un buon passaggio di Ferro dopo un tiro di Callini. Il gioco si interrompe momentaneamente al 23′ per l’infortunio di Puricelli, costretto ad abbandonare il campo. Grande parata di Ceveli al 25′ su un’incornata di Sassi. Subito dopo il giovane portiere blocca anche la conclusione di potenza di La Iacona, deviata in calcio d’angolo. Nell’altra metà campo al 31′ Ippolito dalla trequarti apre per Callini, che si trova a tu per tu con Rossi, ma il direttore di gara ferma tutto per fuorigioco. Al 35′ è ancora la coppia Bianchi-La Iacona a far impensierire la difesa di casa: il numero 10 serve in area il compagno e la sua conclusione lambisce il palo. Calcio di punizione per L’Olimpia al 42′ per un intervento di Paolillo sanzionato con il cartellino giallo. Si prepara al tiro Balconi, che di sinistro supera la barriera e mette a segno. La formazione di Rinaldi ritorna in vantaggio e la prima metà di gioco si conclude sul risultato di 1-2.

olimpia ponte tresaSECONDO TEMPO – Un cambio alla ripresa nella formazione di casa: dentro Bernasconi al posto dell’ammonito Paolillo. Al 10′ Ovalle apre al limite dell’area per Bianchi, che cerca la conclusione a giro ma Ceveli para senza problemi. Dopo poco nell’altra metà campo il Gorla si conquista una punizione da trenta metri: tira Chiarion ma non alza a sufficienza il pallone che viene intercettato dalla barriera. Secondo cambio per Mister Papis: fuori Gualtieri e dentro Falsaperna. Al 15′ Hushi cerca la porta da fuori area, ma il suo rasoterra rimbalza male e arriva troppo debolmente davanti a Rossi, che para in tutta tranquillità. In questa fase della partita il Gorla soffre il pressing alto degli avversari e fa fatica ad avanzare per tentare il pareggio. Dalla panchina entra Coltraro su Callini per portare più freschezza davanti. Per ora, però, è l’Olimpia a costruire di più. Al 28′ Calzi prova la conclusione dalla lunga distanza, ma non imprime la giusta forza al pallone che finisce lontano dai pali. Dopo pochi minuti ci prova anche Confeggi, che spara fuori di sinistro. Al 36′ è La Iacona a mettere a segno approfittando di un momento di confusione della difesa di casa, che a causa di un rimpallo gli serve il pallone su un piatto d’argento: l’attaccante solo davanti a Ceveli non può proprio sbagliare. 1-3 a Gorla Maggiore. Ma la partita non è ancora finita perché al 40′ si aggiunge nel tabellino anche il nome di Piazza, che riceve un assist di La Iacona e porta la sua squadra in vantaggio di tre reti. Nell’altra metà campo è calcio di punizione per il Gorla dal limite dell’area al 43′: va Ippolito che fa passare un rasoterra tra i piedi della barriera e segna il suo secondo goal. Subito dopo gli uomini di Papis si aggiudicano un calcio di rigore, con la possibilità di accorciare ancora di più le distanze: si presenta al dischetto Falsaperna, che sbaglia. Finisce 2-4 a Gorla dopo 4 minuti di recupero.

I MIGLIORI IN CAMPO
Ippolito (Gorla Maggiore) 6.5 – 
Mette a segno una doppietta e non perde mai la grinta, costruendo buone azioni a centrocampo e rendendosi pericoloso anche nei calci piazzati.

Bianchi (Olimpia Calcio) 7.5 – Porta in vantaggio la sua squadra dopo pochi minuti ed è una pedina fondamentale in attacco che offre spunti interessanti ai compagni di reparto.

IL TABELLINO
GORLA MAGGIORE – OLIMPIA CALCIO 2-4 (1-2)
Gorla Maggiore
: Ceveli 6.5, Chiarion 5.5, Ferro 5.5 (29′ st Ostuni 5.5), Di Simone 5.5, Caristina 5.5, Puricelli 6 (27′ pt Voltan 6), Hushi 5.5, Paolillo 5.5 (1′ st Bernasconi 6), Callini 5.5 (25′ st Coltraro 6), Ippolito 6.5, Gualtieri 6 (12′ st Falsaperna 5.5). A disposizione: Novello, Antonini, Belvisi, Macchi. Allenatore: Papis.
Olimpia Calcio: Rossi 6, Tondini 6 (18′ st Piazza 6.5), Balconi 7, Calzi 6, Zecchini 6.5, Visconti 6.5, Sassi 6, Confeggi 6.5 (38′ st Suman 6), La Iacona 7 (41′ st Chiurato sv), Bianchi 7.5, Ovalle 6 (22′ Bezzolato 6). A disposizione: Rinaldi, Marcozzi, Romano, Schipani, Chiurato. Allenatore: Rinaldi.
Arbitro:  Caggiari di Cagliari (Madaschi di Bergamo, Lanzetti di Seregno)
Marcatori: pt: 6′ Bianchi (O), 14′ Ippolito (G), 42′ Balconi (O); st: 36′ La Iacona (O), 40′ Piazza (O), 44′ Ippolito (G).
Note: Giornata serena. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 100. Ammoniti: Paolillo (G), Tondini (O). Calci d’angolo: 1-7. Recupero: 2′+4′.

 

Inviata Silvia Alabardi
_____________________________________________________________________

 

morazzone-uboldeseMORAZZONE –  A Morazzone si sfidano due formazioni distanti solo due punti. I padroni di casa ospitano l’Uboldese che, reduce da due sconfitte consecutive, è pronta a battagliare per i tre punti. Il Morazzone dopo qualche battuta d’arresto è tornato alla vittoria nella scorsa giornata e non intende perdere altri punti.

PRIMO TEMPO – La partita inizia subito forte, infatti al 4’ minuto gli ospiti ottengono una punizione in area di rigore a causa di un retropassaggio al portiere che raccoglie con le mani irregolarmente. Batte il portiere rossonero, Giglio, ma la conclusione violenta viene respinta dalla barriera. Al 13’ ancora l’Uboldese si rende pericolosa, De Milato scatta sulla fascia, punta l’area di rigore e fornisce un buon assist rasoterra, ma è determinante l’anticipo del difensore del Morazzone morazzoneche sventa l’insidia. La partita la fa la squadra di Maestroni che insiste a lungo con il suo pressing offensivo, concedendo però il contropiede al Morazzone che con i suoi velocisti può rendersi pericoloso. Al 26’ i padroni di casa cercano di sfruttare una disattenzione avversaria; Vezzoli dal limite dell’area lascia partire un sinistro a giro che viene messo in corner dall’intervento del portiere. Al 33’ sono di nuovo i rossoneri a sfiorare il vantaggio, prima con Di Dio e poi con De Milato, che si vedono neutralizzare le loro conclusioni ravvicinate da due interventi difensivi sulla linea che tengono a galla il Morazzone. Prima frazione di gioco che si conclude a reti inviolate e senza recupero.

SECONDO TEMPO –  La ripresa si apre con un’azione immediata dell’Uboldese che arriva alla conclusione con Besati, tiro che di poco si alza sopra la traversa. Entrambe le squadre sono entrate con più uboldeseconvinzione e la partita diventa combattuta ed equilibrata. Al 16’ infatti la difesa ospite trema, infatti il Morazzone sciupa una nitida occasione per portarsi sull’1-0 con Ghizzi che non riesce a concretizzare da pochi metri. A venti minuti dal termine le squadre accusano un po’ di stanchezza e di conseguenza il match passa da essere tecnico a fisico, infatti l’arbitro si decide a estrarre i primi cartellini. Al 28’ l’Uboldese si illude del vantaggio con un grande gol in fuorigioco di De Milato che su assist al bacio d’esterno di Calizzi insacca al volo, ma il suo urlo di gioia rimane strozzato in gola. Al 37’ l’arbitro fischia un rigore dubbio per il Morazzone che viene concretizzato da Ghizzi, palla da una parte portiere dall’altra. Gli ospiti tentano di reagire proponendosi in avanti più volte alla ricerca del pareggio. Sullo scadere Petruzzellis si divora il 2-0, solo davanti al portiere calcia troppo angolato. Dopo 3 minuti di recupero la partita termina sul risultato di 1-0, beffata l’Uboldese che ha dimostrato tutto il suo potenziale facendo la partita in un campo difficile. 3 punti conquistati dal Morazzone che può festeggiare così la sua seconda vittoria di fila.

I MIGLIORI IN CAMPO
Ghizzi (Morazzone) – voto 7: segna il gol decisivo procurandosi e concretizzando il rigore. Fa salire la squadra, spreca però alcune occasioni favorevoli
Bartucci (Uboldese) – voto 7,5: il terzino è sempre attento e preciso. Oltre alla fase difensiva sa proporsi in avanti e rendersi pericoloso con i suoi cross.

IL TABELLINO
MORAZZONE – UBOLDESE 1-0 (0-0)
Morazzone: Martignoni, Barni, Colavito, Libarlon, Picetti, Carcano, Gerevini (Sola 25’ st), Patella, Ghizzi, Vezzoli (Pascale 44’ st), Giordano (Petruzzellis 13’ st). A disposizione: Zerboni, Egnoletti, Loielo, Bovo, Pinna, Fontana. Allenatore: Martusciello
Uboldese: Giglio, Calizzi, Bartucci, Colombo (Masserini 42’ st), Valenziano, Besati, De Milato (Giglio 33’ st), Maiorano, Di Dio, Martucci, Arrigoni. A disposizione: Buffoni, Sponga, Maggioni, Decarlo, Alliata. Allenatore: Maestroni
Marcatori: st: Ghizzi 37’ (M) (rig.)
Note: giornata soleggiata, campo sintetico Spettatori: 100 Ammoniti: pt: Di Dio 6’ (U) st: Picetti 27’ (M), Colombo 29’ (U), Barni 35’ (M), Arrigoni 35’ (U) Espulsi: allenatore Uboldese Maestroni per eccessive proteste Angoli: 6-12 Recuperi: 0+3 

                                                                                                    Inviato Simone Castellano

RISULTATI E CLASSIFICA
________________________________________________________

LE ALTRE PARTITE:

MAGENTA – BESNATESE 1-2 (0-1)
Magenta: Nebuloni, Papaella (44’ st Pravettoni), Giannì (46’ st Sacheli), Chiodini (30’ st Marise), Candiani, Turconi, Garavaglia (33’ st Pellegatta), Azzarone, Bencivenga (15’ st Diosseni), M. Cotugno, Italia. A disposizione: Croce, Temporiti, Di Davide, Fulciniti. Allenatore: Gandini
Besnatese: Santangelo, Bonizzoni, Brivio, Randon, Passafiume, Comani, Covacaiazzo, Dani, Angelucci, Dall’Omo, Caccia. A disposizione: Tortorella, Cesaro, Bonfante, Delodovici, De Angelis, Sokaj, Vendemmiati, Mancuso, Martignoni. Allenatore: Rasini
Arbitro: Cremonesi di Lodi (Zaninetti-Torregrossa di Voghera)
Marcatori: pt: 43’ rig. Angelucci (B); st: 22’ Diosseni (M), 24’ Angelucci (B)

La Besnatese riprende la marcia al secondo posto, dopo la sconfitta di domenica scorsa contro la capolista, imponendosi 2-1 sul campo del Magenta. Partita non bella, con gli ospiti più concreti che giocano d’attesa e un Magenta bello ma poco pungente. In chiusura di primo tempo la Besnatese trova il vantaggio con Angelucci dagli undici metri, rigore guadagnato dopo un’ingenuità della retroguardia di casa. Nella ripresa il Magenta trova il pari con Diossena che risolve una mischia confusa a seguito di un corner, ma due minuti dopo è ancora Angelucci a riportare avanti i suoi spingendo in rete da due passi un gran traversone dalla destra; tante proteste sul fronte avversario per un presunto fuorigioco dell’attaccante.

_________________________________________________________________

CAS SACCONAGO – SEDRIANO 0-1 (0-0)
Cas Sacconago: Heinzl, Maestri, Cavaleri, Napolitano, Tirelli, Zaroli, Ferrario (17’ st Cazacu), Macchi, (38’ st Mariani) Berton, Nardone, Gomaa. A disposizione: Ferni, Raimondi, Gallazzi, Amato, Caccia. Allenatore: Cau
Sedriano: Cukaj, Oliva, Vitagliano, M. Rossi, Drago, Pastori, Trezzi (30’ st Criscione – 41’ st Galbiati), Moscatelli, A. Rossi (30’ st Ramirez), Citro, Savarese (42’ st Di Davide). A disposizione: Bertolotti, Luci, Secreti, Groe. Allenatore: Galli
Arbitro: Sacchi di Lecco (Dipace-Galiotto di Milano)
Marcatori: st: 23’ Savarese (S)

Prosegue la maledizione interna del Cas che fatica a ottenere risultati tra le mura amiche; i ragazzi di Cau vengono infatti sconfitti da un Sedriano concreto che sfrutta alla perfezione l’unica sbavatura difensiva dei padroni di casa. Primo tempo combattuto con il Cas che attacca ma non riesce a sfondare: Berton non trova la porta né di testa né di piede. Dall’altra parte Heinzl risponde presente alla girata di A. Rossi. In avvio di ripresa colossale occasione per il Cas: Cukaj salva in qualche modo su Ferrario e sulla ribattuta di Gomaa interviene miracolosamente un difensore sulla linea allontanando. Al 23’, su una rimessa laterale lunga, Savarese svetta di testa e buca Heinzl; a questo punto il Sedriano deve solo difendere il prezioso vantaggio fino al triplice fischio.

_________________________________________________________________

FAGNANO – VIGHIGNOLO 1-3 (0-3)
Fagnano: Bertagnoli, Chiardomonte, Beltemacchi (17’ st Tosetto – 44’ st Caprioli), Mastromarino (24’ st Castiglione), Paolillo, Garzonio, M. Manuzzato, Lepori, Ranieri, De Rosa, Panizza (1’ st Mayulu). A disposizione: Gajeta, Compagnone. Allenatore: Testa
Vighignolo: Amadori, Lavano, Sala, Allegretti, Tanzi, Ambroso (29’ pt Bisiacchi), Rossi (26’ st Milita), Crippa, Sow, Maccarone, Lolli (38’ st Lardera). A disposizione: Airoldi, Poggi, Conti, Bascape, Cante, Gallo. Allenatore: Pistone
Arbitro: Monti di Como (Rigiretti-Carletti di Como)
Marcatori: pt: 16′ Lolli (V), 32′ Lolli (V), 37′ rig. Sow (V); st: 43′ Tosetto (F)
Note: espulso Paolillo (F) al 41’ st per aver tirato uno schiaffo a Lardera a gioco fermo

Il Vighignolo indirizza la partita fin dai primi minuti limitandosi a controllare nel secondo tempo per portarsi a casa un prezioso 3-1; continua il blackout del Fagnano. Lolli al 16’ prende palla in area, arretra e in girata sorprende portiere e avversari portando avanti gli ospiti; alla mezzora Lolli replica e da fuori area la piazza dove Bertagnoli non può nulla. Al 37’ Lolli cerca la tripletta in rovesciata, ma la sua conclusione viene bloccata da un tocco di mano: dal dischetto si presenta Sow che firma il 3-0. Nella ripresa reazione d’orgoglio del Fagnano, con il Vighignolo che gioca di ripartenza, ma il parziale non accenna a cambiare. Al 41’ Paolillo viene espulso per condotta di gioco irregolare, ma dopo solo un minuto Tosetto accorcia le distanze con un gran tiro da fuori, stirandosi al momento della conclusione. Nel finale Lardera in contropiede spreca il 4-1.

_________________________________________________________________

MEDA – UNIVERSAL SOLARO 1-1 (0-0)
Meda: Chinadamo, Martino, Colombi, Bonacina, Sala, Ronzoni, Fraternali, Di Noto (21’ st Sulis), Cutuli (43’ st Bernareggi), Battaglino, Maugeri. A disposizione: Cassina, Orsenigo, Bottos, Boseggia, Cesarotti, Shcherbaniuk, D’Astoli. Allenatore: Cairoli
Universal Solaro: Bianchi, Cetti, Perani (29’ st Sulka), Capelli (29’ st Somaini), Greco, Parisi, Franco, Lessio, Surace (45’ st Mercorillo), Lancellotti (39’ st Cattafi), Pizzato (19’ st Niesi). A disposizione: Scolfaro, Leoncini, Poerio, Caliman. Allenatore: Stincone
Arbitro: Rignanese di Legnano (Calini di Legnano – Ferretti di Varese)
Marcatori: st: 5’ Maugeri (M), 33’ Surace (U)

Partita combattuta con il Solaro che interpreta bene il match e conduce il gioco specialmente nel primo tempo; al termine dei 90’ minuti, però, le due squadre si dividono la posta in palio. Ad essere più pericolosi sono proprio gli ospiti che centrano una traversa con Surace su cross di Cetti, ma ad inizio ripresa il Meda parte forte e trova il gol con Maugeri che, da grande attaccante, incorna alla perfezione il cross di Colombi. Il Solaro reagisce e, su un cross di Somaini, Chinadamo esce a vuoto permettendo a Surace di segnare il pari. Nel finale clamorosa occasione per Cattafi su cross di Mercorillo, ma il Meda si salva in qualche modo.

_________________________________________________________________

BASE 96 – UNION VILLA CASSANO 3-0 (3-0)
Base 96: Redaelli, Serafini, De Petri, Cicola (43’ st Arienti), Quitadamo, Borlina, Carraro (26’ st Elezi), Villa, Ponti, Filomeno (33’ st Scavo), Dell’Oca (36’ st Bestrueo). A disposizione: Frontino, Rose, Vicario, Sanseverino, Cossa. Allenatore: Castellazzi
Union Villa Cassano: Rinaldi, Martignoni, Giberti, Brebbia, Toma, Vesco (37’ st Muharemi), Paroni, Shala, Qosaj, Omodei (23’ st Ruggia), Marzetta (16’ st Scherma). A disposizione: Dosoli, Magini, Signorelli, Giordano, Boretta, Spagnolo. Allenatore: Visentin
Arbitro: Grignani di Saronno (Scognamiglio di Saronno – Pasinetti di Abbiategrasso)
Marcatori: pt: 9’ Filomeno (B), 11’ Carraro (B), 14’ Filomeno (B)

In redazione Matteo Carraro