Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

16^ GIORNATA – Big match al Gavirate! L’Olimpia pareggia col Meda. Tris Morazzone, Cassano OK

BESNATE – Il girone di ritorno inizia con il big match tra la Besnatese, seconda in classifica, e la capolista Gavirate. Gli uomini di Caon passano in vantaggio alla mezzora con Miele e il primo tempo si conclude con un parziale di 0-1. Nel secondo tempo la Besnatese rimane in dieci per l’espulsione di Caputo, ma ci mette il cuore e va vicina al pareggio. Quasi sul finire, però, il Gavirate raddoppia con Maraschio e allunga ancora di più sugli avversari.

besnatesePRIMO TEMPO – 4-3-1-2 per la formazione di casa, con la coppia d’attacco Caccia-Angelucci sostenuta da Dall’Omo; centrocampo formato da Cesaro, Dani, Mancuso; mentre in difesa troviamo i due centrali Comani e Lanzo e i terzini Brivio e Passafiume. Risponde il Gavirate con un 4-3-3, con Maraschio, Miele e Comani davanti. Il primo brivido avviene dopo 4 minuti nell’area di casa, quando il Gavirate accelera e si fa pericoloso con Tartaglione che cerca la conclusione dalla lunga distanza, respinta da un attento Caputo. Al 7′ Brivio vince uno scontro sulla fascia sinistra e cerca la profondità, lasciandosi dietro la difesa ospite, ma si allunga troppo il pallone che finisce oltre la linea di fondo. Punizione per gli uomini di Caon al 9′ per un intervento falloso di Lanzo. Va Comani che non cerca la porta ma appoggia un pallone morbido per il compagno, la sfera entra in area ma poi finisce tranquillamente tra i guantoni dell’ultimo difensore. Dopo un doppio calcio d’angolo della Besnatese, il Gavirate tenta di lanciare in contropiede Tartaglione, ma Passafiume è bravo a tenerlo sotto controllo e a rubare palla. Al 20′ è ancora Tartaglione a cercare il tiro da fuori e Caputo para in due tempi. Ottima occasione per gli ospiti dopo un paio di minuti, quando Miele dalla destra mette in mezzo un buon cross per Maraschio: l’attaccante colpisce di testa e per poco non centra lo specchio della porta. Il risultato si sblocca al 30′ con il goal di Miele che riceve in area un buon assist di Broggini dalla trequarti. La Besnatese fa fatica a trovare spazi davanti e così al 35′ Mancuso ci prova da fuori area con un buon destro che mette in difficoltà Teseo, costretto a bloccare in due tempi. Siamo al 40′ quando Caccia ci prova da appena dentro l’area ma tira fuori dal palo sinistro di Teseo. Subito dopo nell’altra metà campo ci tenta il solito Tartaglione, che spara di poco alto. Le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di 0-1.

gavirateSECONDO TEMPO – Scendono in campo gli stessi ventidue uomini del primo tempo. Il primo tiro in porta alla ripresa è di Angelucci al 5′, quando l’attaccante riceve palla da metà campo e calcia dal limite, sfiorando di poco la porta. Punizione per la formazione di casa al 7′ per un fallo su Caccia nei pressi della bandierina. Va al tiro proprio il numero 11, ma il suo cross è troppo lungo e finisce fuori dal campo. Il ritmo cala leggermente nel primo quarto d’ora, con ripetuti tentativi di incursione da parte di entrambi gli schieramenti, che però devono fare i conti con le coperture avversarie. Al 16′ Miele s’invola in contropiede verso Caputo, ma il direttore di gara interrompe giustamente l’azione per fuorigioco. Al 20′ Teseo esce con i pugni su un calcio d’angolo insidioso diretto in porta; gli uomini di Rasini insistono ancora ma su un rimpallo il pallone finisce oltre la linea di fondo e il Gavirate riparte. Al 25′ la partita diventa ancora più difficile per la Besnatese: Caputo esce dall’area per fermare l’avversario, il rimbalzo del pallone lo tradisce e tocca con la mano. Il portiere viene espulso e Santangelo entra al posto di Angelucci. Tartaglione calcia la punizione dal limite e la sfera viene deviata in calcio d’angolo. Gli uomini di Rasini, però, non smettono di crederci e provano a presentarsi davanti. Al 36′ dopo una buona cavalca di Brivio, il terzino duetta con Dall’Omo e per poco non trova la porta. Subito dopo è Passafiume a sfiorare il palo da fuori area. Rasini tenta il tutto per tutto e fa entrare forze nuove dalla panchina: dentro Vendemmiati e De Angelis per cercare l’impresa. Di fatti è proprio Vendemmiati a impegnare Teseo con una bel tiro a giro dal limite. Nonostante il buon momento della Besnatese, il Gavirate chiude definitivamente la partita al 42′: dopo un’ottima parata di Santangelo su Tartaglione, è Maraschio a mettere a segno portando il risultato sullo 0-2. Finisce così a Besnate.

I MIGLIORI IN CAMPO
Passafiume (Besnatese) 6.5 – 
Preciso e attento in un paio di occasioni pericolose del Gavirate, va anche vicino al goal nel secondo tempo.
Miele (Gavirate) 8 – Non solo porta in vantaggio la squadra ma si fa trovare sempre pronto in avanti, mostrandosi sempre pericoloso.

IL TABELLINO
BESNATESE – GAVIRATE 0-2 (0-1)
Besnatese
: Caputo 5, Passafiume 6.5, Brivio 6.5, Cesaro 6 (37′ st De Angelis 6), Lanzo 6.5, Comani 6.5, Mancuso 6 (22′ st Bonfante 6.5), Dani 6 (37′ st Vendemmiati 6), Angelucci 6 (26′ st Santangelo 6), Dall’Omo 6.5, Caccia 6. A disposizione: Bonizzoni, Cova Caiazzo, De Lodovici, Zancan, Sokaj. Allenatore: Rasini.
Gavirate: Teseo 6.5, D’Amico 6.5 (33′ st Nyanzu Aka 6), Scotti 6.5 (40′ st Rizzo 6), Esteri 7.5, Broggini 7.5, Candeliere 7, Tartaglione 7, Garri 6 (13′ st Pinorini 6), Maraschio 7.5, Miele 8 (35′ st Testa 6), Comani 6.5. A disposizione: Riva, Clerici, Bocci, Jammeh, Seno. Allenatore: Caon.
Arbitro: Foresti di Bergamo (Matichecchia-Zanichelli di Legnano)
Marcatori: pt: 30′ Miele (G); st: 42′ Maraschio (G).
Note: Giornata serena. Terreno in perfette condizioni. Spettatori circa 250. Ammoniti: Brivio (B), Garri (G), D’Amico (G). Espulsi: Caputo (B). Calci d’angolo: 3-2. Recupero: 1′+2′.

Inviata Silvia Alabardi

FOTOGALLERY titolo titolo titolo

_____________________________________________________________________________

olimpia medaLAVENA PONTE TRESA – Allo stadio Calvi Roncoroni si sfidano Olimpia e Meda. I padroni di casa cercano la vittoria che manca da 6 partite per evitare la zona retrocessione, mentre il Meda per continuare a lottare per il secondo posto in classifica.

PRIMO TEMPO – Primi minuti di gioco piuttosto equilibrati, le squadre si studiano a vicenda. Al 10’ gli ospiti si rendono pericolosi con un colpo di testa di Maugeri che si alza sopra la traversa. Al 25’ l’Olimpia sfrutta una ripartenza e dopo una serie di rimpalli Martinoia porta in vantaggio la sua squadra con un destro angolato alla sinistra del portiere. Il Meda non ci sta e due minuti più tardi pareggia con Fraternali che da pochi metri non sbaglia e al volo gonfia la rete. Al olimpia ponte tresa34’ di nuovo il Meda si fa vedere nei pressi dell’area di Rossi; troppa esitazione al limite, di fatti il tiro di Di Noto è forte ma non preciso. Gli ospiti nel finale di primo tempo sembrano far notare il divario tecnico soprattutto nella costruzione di gioco. Al 43’ l’arbitro concede il calcio di rigore ai bianconeri per un fallo di mano, animando così gli animi sulla trinuna. Inizialmente il rigore viene realizzato da Battaglino, ma l’esecuzione viene fatta ripetere per invasione prima della battuta. Il secondo tentativo viene neutralizzato da un’ottima parata di Rossi, che inchioda il risultato sul pareggio. Così si chiude la prima frazione di gioco con 2 minuti di recupero.

medaSECONDO TEMPO – La formazione di casa scende in campo più convinta e occupa la metà campo avversaria nei primi minuti della ripresa. Al 10’ il Meda spinge sulla fascia di sinistra con Colombi che effettua un ottimo traversone per Cutuli che non è sufficientemente freddo e vede negarsi il gol dal portiere avversario. Pochi minuti dopo è di nuovo la squadra biancoazzurra ad essere insidiosa; La Iacona nel mezzo dell’area di rigore ha un’occasione valida che non concretizza colpendo male il pallone che si impenna. Al 17’ un tiro da fuori area al volo di Cutugli, uscito di poco al lato del primo palo, fa scuotere il Meda che tenta di giocare di ripartenza, sfruttando la velocità dei suoi esterni. Al 23’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Calzi impatta di testa e la palla si spegne sul fondo. L’Olimpia prosegue il pressing offensivo, questa volta è Ovalle che galoppa sulla fascia e serve un pallone tagliato e preciso che scavalca la difesa avversaria e finisce sulla testa del solito Martinoia che sfiora la doppietta personale. I padroni di casa continuano a tenere il pallino del gioco e spesso si sbilanciano in avanti, concedendo al Meda campo aperto. Al 42’ altro tiro insidioso dell’Olimpia con Piazza che colpisce l’esterno della rete. Partita molto fallosa e più fisica che tecnica. Termina sul risultato di 1-1 con 3 minuti di recupero.

I MIGLIORI IN CAMPO
Rossi (Olimpia) – voto 8:
Ottima prestazione del portiere classe 2000 che para il rigore decisivo oltre ad altri interventi importanti.
Battaglino (Meda) – voto 7: Preciso e ordinato in mezzo al campo, detta i tempi di gioco ma cala nel secondo tempo.

IL TABELLINO
OLIMPIA –MEDA 1-1 (1-1)
Olimpia
: Rossi, Bezzolato (Ovalle 1’ st), Tondini, Calzi, Zecchini, Balconi, Sassi, Confeggi, La Iacona, Bianchi (Piazza 41’ st), Martinoia A disposizione: Rinaldi, Suman, Chiurato, Pradelli, Keller, Marcozzi, Romano Allenatore: Rinaldi
Meda: Chindamo, Martino (Sulis 19’ st), Colombi (Bernareggi 45’+1), D’Astoli, Bonacina, Ronzoni, Fraternali, Di Noto, Cutuli, Battaglino, Maugeri A disposizione: Cassina, Orsenigo, Bottos, Boseggia, Cesarotti, Shcherbaniuk, Stemmi Allenatore: Cairoli
Arbitro: Aloia (Galiotto, Dipace)
Marcatori: pt: Martinoia 25’ (O), Fraternali 27’ (M)
Note: giornata soleggiata e buone condizioni del campo. Spettatori: 50 Ammoniti: Sulis 29’ st (M), Martinoia 30’ st (O), Zecchini 36’ st (O), Bianchi 40’ st (O), Calzi 44’ st (O). Angoli: 2-2 Recuperi: 2+3

Inviato Simone Castellano

_____________________________________________________________________

- RISULTATI E CLASSIFICA
______________________________________

Le altre partite:

VIGHIGNOLO – MAGENTA 1-3 (1-2)
Vighignolo
: Amadori, Lavano, Sala, Ambroso (40′ st Conti), Tanzi, Airoldi (18′ st Bruschi), Rossi (28′ st Lardera), Crippa (28′ st Bascape), Sow (22′ st Cante), Maccarone, Lolli. A disposizione: Gallo, Allegretti, Giannettino, Milita. Allenatore: Martino
Magenta
: Nebuloni, Paparella (34′ st Dosseni), Chiodini, Garavaglia (21′ stPellegatta), Candiani, Turconi, Fulciniti (37′ st Gianni), Azzarone, Ferrario, Cotugno (48′ st Jorgo), Italia (24′ st Bencivenga). A disposizione: Temporiti, Di Davide, Marise, Sacheli. Allenatore: Gandini
Arbitro
: Pigozzi di Lomellina (Francavilla-Omrani di Gallarate)
Marcatori
: pt: 4′ Crippa (V), 14′ rig. Italia (M), 45′ Italia (M); st: 1′ Ferrario (M).
Note: 36′ st espulso Ferrario (M) per protesta.
Il Magenta espugna il campo del Vighignolo ribaltando un momentaneo 0-1, che dura solo pochi minuti. La formazione di casa si porta in vantaggio quasi subito, dopo appena 4 minuti di gioco, grazie a un gran goal di Crippa che, dopo un calcio d’angolo e una serie di rimpalli, riceve il pallone al limite dell’area e insacca di piatto. Sono passati solo 10 minuti, però, quando arriva il pareggio del Magenta ad opera di Italia, su calcio di rigore per fallo di mano. Dopo l’1-1 il ritmo della partita cala e non ci sono molte occasioni, ma due ingenuità costano caro agli uomini di Martino. Sullo scadere del primo tempo è Italia a raddoppiare, complice un’imprecisione della difesa che sbaglia il tempo su un traversone dalla metà campo, permettendo così all’attaccante avversario di andare dritto in porta. Alla ripresa, Ferrario mette a segno il terzo goal grazie a un assist di Italia, che recupera palla vicino alla linea di campo e mette in mezzo per il compagno. Lo stesso Ferrario viene poi espulso al 36′ per protesta verso il guardalinee a seguito di un fuorigioco. Finisce 1-3 e il Magenta scala la classifica portandosi al nono posto.
______________________________________________________________

UBOLDESE – CAS SACCONAGO 0-1 (0-0)
Uboldese
: Buffoni, Calizzi (40′ st Martucci), Bartocci, Colombo, Valenzano, Fiore (24′ pt Besati), De Milato, Maiorano, Giglio, Di Dio, Arrigoni (34′ st Masserini). A disposizione: Balistreri, Sponga, Turconi, Maloul, Maggioni, De Carlo. Allenatore: Maestroni
Cas Sacconago: Heizl, Tirelli, Cavaleri, Napolitano, Zaroli, Oldani (42′ st Amato), Brusa, Nardone (32′ st Macchi), Berton (40′ st Ferrario), Bara (17′ st Maestri), Gomaa. A disposizione: Ferni, Raimondi, Gallazzi, Grimaldi, Mariani. Allenatore: Cau.
Arbitro: Vismara di Lecco (Puerto-Trotta di Gallarate)
Marcatori
: st: 32′ Berton (C).
Ennesima vittoria del CAS in trasferta, questa volta contro la formazione dell’Uboldese. Dopo un primo tempo bloccato sullo 0-0, gli uomini di Cau mettono a segno il goal della vittoria con Berton, che sulla linea di porta tocca facilmente il pallone servito da Brusa, tra le proteste della formazione di casa che reclama il fuorigioco. Con questo risultato il CAS si porta al terzo posto, a solo un punto dalla Besnatese, mentre l’Uboldese resta a quota 24, raggiunta dal Sedriano oggi vittorioso.

______________________________________________________________________

UNIVERSAL SOLARO – MORAZZONE 0-3 (0-1)
Universal Solaro
: Bianchi, Cetti, Perani (11′ st Somaini), Capelli (1′ st Lessio), Greco, Parisi (29′ st Leoncini), Lancellotti, Franco, Surace, Sulka (23′ st Mercorillo), Pizzato (41′ st Caliman). A disposizione: Scolfaro, Poerio, Raineri, Cattafi. Allenatore: Stincone
Morazzone: Martignoni, Barni, Colavito, Libralon, Picetti, Carcano (43′ st Sola), Gerevini (38′ st Pirrello), Patella (39′ st Pascale), Ghizzi, Vezzoli (42′ st Bovo), Petruzzellis (27′ st Giordano). A disposizione: Zerboni, Corti, Egnoletti, Pinna. Allenatore: Lorenzi.
Arbitro
: Travaini di Busto Arsizio (Gadda di Busto Arsizio-Cinotti di Gallarate)
Marcatori
: pt: 33′ Gerevini (M); st: 4′ Gerevini (M), 33′ st rig. Ghizzi (M)
Note: Mister Lorenzi (M) espulso per protesta.
Il Morazzone domina sul campo dell’Universal Solaro imponendosi per 3-0. Nella prima mezz’ora la formazione di casa mostra un buon gioco e riesce a contenere gli avversari, che contratti a metà campo fanno fatica ad allungare. Con la prima rete di Gerevini, però, succede una vera e propria svolta. Il numero 7 viene lanciato da Petruzzelis dopo un buon duetto di quest’ultimo con Libralon, cavalca sulla destra lasciandosi dietro la difesa di casa e mette la palla sul secondo palo. A inizio secondo tempo è Vezzoli a portare su il pallone con una grande prova di forza, Gerevini parte ancora una volta verso l’area e sigla la doppietta. Completa il tabellino Ghizzi su calcio di rigore per fallo su Giordano, lanciato in contropiede da Vezzoli e poi travolto in area. Con la terza rete finiscono le emozioni della partita e il Morazzone si porta in quinta posizione, scavalcando la Base 96.
_________________________________________________________________________

SEDRIANO – FAGNANO 3-0 (2-0)
Sedriano
: Cukaj, Oliva, Raimondi, Rossi, Drago (25′ st Di Davide), Pastori (20′ st Vitagliano), Trezzi (30′ st Gentile), Moscatelli (35′ st Zizzo), Rossi, Groe (15′ st Ramirez), Savarese. A disposizione: Bertolotti, Luci, Criscione. Allenatore: Galli
Fagnano: Bertagnoli, Compagnone, Ghiaromonte, Mayulu, Castiglioni, Garzonio, Panizza, Lepori, Ranieri, Beltramacchi, De Rosa. A disposizione: 13 Paolillo, 14 Savoldi, 15 Gabri, 16 Wafo, 17 Capriolo, 18 Zaffino, 19 Gravino. Allenatore: Testa.
Arbitro: Cisternini di Seregno (Fresca-Maggio di Monza)
Marcatori
: pt: 18′ Trezzi, 35′ Moscatelli; st: 28′ Vitagliano
Vittoria travolgente per 3-0 del Sedriano contro il fanalino di coda Fagnano. Ad aprire la serie di goal è Trezzi grazie a una bella azione di Savarese. Il numero 11 calcia in porta, ma Bertagnoli respinge; al secondo tentativo è la difesa a ribattere, dopodiché arriva Trezzi che insacca con un tap-in. Poco dopo la mezzora c’è il raddoppio di Moscatelli che calcia a porta vuota dopo un’altra buona azione di Savarese, che prova a saltare il portiere e non riuscendoci scarica per Moscatelli che insacca facilmente. Il Sedriano domina e sbaglia addirittura un paio di occasioni da goal nei primi 45 minuti di gioco. Alla ripresa amministra bene e si vede annullare una rete di Rossi. Poi arriva il terzo e ultimo goal con il colpo di testa vincente di Vitagliano su calcio d’angolo di Di Davide. Nell’altra metà campo, l’unica occasione del Fagnano arriva sul risultato di 3-0 grazie a un bel colpo di testa messo in calcio d’angolo da Cukaj.
________________________________________________________________

VITTUONE – BASE 96 SEVESO 3-2 (1-2)
Vittuone
: Mercuri, Pisoni, Razzini, Pepe (29′ st Fedeli), Iacono, Benardi, Di Bitetto (19′ st Lovati), Granata (29′ st Gemmi), Maugeri, Ghidoli, Battaglia (19′ st Barbieri). A disposizione: Previtali, Bottara, Foresti, Serinelli, Castiglioni. Allenatore: Annoni
Base 96: Redaelli, Serafini, De Petri, Cicola, Quitadamo (48′ st Cossa), Borlina, Carraro, Barbera, Ponti (40′ st Scavo), Filomeno, Dell’Oca (14′ st Villa). A disposizione: Frontino, Arienti, Sanseverino, Bustreo, Vicario, Elezi. Allenatore: Castellazzi.
Arbitro: Vigo di Lodi (Cicognani di Busto Arsizio-Borella di Saronno)
Marcatori
: pt: 15′ Granata (V), 27′ Quitadamo (B), 30′ Ponti (B); st: 42′ Battaglia (V) 45′ Barbieri (V)
Partita combattuta ed equilibrata tra Vittuone e Base 96, che vede i padroni di casa portarsi a casa i 3 punti dopo essere stati rimontati dagli avversari. Il primo a segnare il suo nome sul tabellino è Granata, che su cross dalla destra colpisce al volo in mezza girata dal limite dell’area. Dopo una decina di minuti la Base pareggia su calcio d’angolo, grazie al colpo di testa di Quitadamo, lasciato da solo in area. Il risultato si ribalta quasi subito con Ponti, che riceve un cross dalla destra, stoppa al limite dell’area e calcia in diagonale sorprendendo Mercuri. Il risultato parziale sorride alla formazione ospita, ma nel secondo tempo, proprio negli ultimi minuti, il Vittuone ribalta la situazione. Prima ci pensa Battaglia, che su rimessa laterale colpisce di testa da dentro l’area. Poi è il turno di Barbieri, che su punizione appoggia in rete a distanza ravvicinata. Il Vittuone aggancia così l’Universal Solaro, mentre la Base scende al sesto posto.
_______________________________________________________________

GORLA MAGGIORE-UNION VILLA CASSANO 0-1 (0-1)
Gorla Maggiore: Ceveli, Chiarion (44’ st Macchi), Bernasconi, Di Simone, Caristina (1’ st Hushi), Puricelli, Ferro, Paolillo (16’ st Gualtieri), Callini, Ippolito, Falsaperna. A disposizione: Novello, Antonini, Zappulli, Voltan, Bene, Coltraro. All. Papis.
Union Villa Cassano: Rinaldi, Paroni, Giberti, Brebbia, Toma, Vesco, Rondanini, Shala Altin, Qosaj, Ruggia (23’ st Omodei), Spagnolo (24’ st Scherma). A disposizione: Dosoli, Magini, Signorelli, Giordano, Muharemi, Marzetta. All. Visentin.
Arbitro: Mattia Masseroli (Bergamo) 3.5 Assistenti: Samuele Sola (Busto Arsizio) 4 e Aurelio Mazzarella (Gallarate) 4
Marcatori: 1’ pt Qosaj (U).
Note – Espulsi 47’ st Rondanini (Union Villa Cassano) per doppia ammonizione.
L’Union Villa Cassano fa suo il derby di ritorno con il gol-lampo di bomber Qosaj ed esce dalla zona rossa dei playout.
Sorprende il Gorla l’Union Villa grazie a un pallonetto, forte e teso, di Qosaj al 1’ che batte Ceveli nel sette. Al 3’ girata in area di Qosaj messo in corner da Caristina, ma non assegnato. 6’: ci prova Ferro rimpallato, al 7’ Falsaperna impegna a terra Rinaldi. Fa la barba al palo, al 12’, una conclusione di Puricelli. Al 18’ occasione per Spagnolo che non affonda e calcia debole consentendo a Ceveli di salvarsi in qualche modo. Cade in area Ferro al 24’, per l’arbitro non c’è contatto, ma neppure ammonizione per simulazione. Al 25’ Altin Shala stende a metà campo il capitano del Gorla Ippolito, ma è Vesco a disinnescare la minaccia. L’ex Puricelli prova un rasoterra al 30’: Rinaldi c’è. Gli replica Brebbia dal limite al 33’: alta. Falsaperna salta Rinaldi in uscita fuori area e incrocia al 39’: esterno rete. Sugli sviluppi del corner, testa di Vesco al 41’: conclusione alta.
Nel secondo tempo, Papis inserisce Hushi che conquista una punizione al 2’. Al 10’ girata di Ippolito, innescato da Collini, dal limite: a lato di almeno 5 metri. Gorla che alza il baricentro, ma l’Union di Visentin risponde. Prova a rinforzare l’attacco Papis con Gualtieri, ma l’Union non va in affanno. Al 21’, in occasione del primo corner, per il Gorla la palla avrebbe varcato la linea, ma per arbitro e assistente non è così. Buona chance per Spagnolo al 23’: palla alle stelle. Dopo questa conclusione cede il posto a Scherma al 24’. Il Gorla fatica a rendersi pericoloso e a controllare Qosaj. Ippolito dal limite al 33’: alto di poco. Bella punizione di Chiarion al 34’: alta di pochissimo. Il Gorla prova il tutto per tutto. La punizione di Ippolito è preda facile di Rinaldi al 40’.

In redazione Silvia Alabardi