Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Hockey

Festa giallonera, Varese capolista: 5-4 al Merano

VARESE – Davanti ad un numerosissimo pubblico (sindaco Davide Galimberti compreso), i Mastini si prendono la vittoria all’overtime per 5-4 contro i rivali storici del Merano e volano da soli in testa alla classifica di IHL. Nello scontro al vertice con le Aquile, che sono a detta di tutti la squadra più forte del campionato, Varese si esprime sempre alla pari e va in vantaggio per ben 4 volte e subendo però altrettante rimonte. Ma il cuore e la qualità dei gialloneri sono sotto gli occhi di tutti e all’overtime è Franchini a siglare la rete del successo che fa andare in visibilio il PalAlbani. I Mastini rimangono gli unici imbattuti e possono godersi come meglio non potrebbero la giornata di riposo nel turno infrasettimanale in programma tra mercoledì e giovedì. Raimondi e compagni torneranno in pista sabato in casa del Caldaro.

FOTOGALLERY VARESE HOCKEY MASTINI VARESE VS. HC MERANO PIRCHERNELLA FOTO VARESE HOCKEY MASTINI VARESE VS. HC MERANO PIRCHERNELLA FOTO VARESE HOCKEY MASTINI VARESE VS. HC MERANO PIRCHER NELLA FOTO

 

 

 

LA DIRETTA

OVERTIME – Sono i Mastini a prendere l’iniziativa per primi nell’overtime che da questa stagione è un 3 contro 3 per 5′ e al 62’36′Franchini è autore di una splendida iniziativa e il suo tiro vale il definitivo 5-4. Varese è capolista della IHL.

TERZO PERIODO – Varese segna subito il 4-3 (al 40’57”): Asinelli fa un gran lavoro dietro alla porta di Tragust e serve un disco precisissimo che il capitano Raimondi colpisce forte e indirizza in porta. Di Vincenzo e Marcello Borghi vanno vicini alla marcatura ma il goalie della Aquile è superbo. Entrambe le squadre non si risparmiano e il ritmo è buono. Di nuovo, però, Merano trova il pareggio questa volta con Nardi che al 48’31” lascia partire un fendente infido che si infila tra la spalla di Tura e l’incrocio dei pali per il 4-4. Oltrepassata la metà del terzo drittel, la stanchezza si fa sentire da ambo le parti ma i tentativi di portare a casa la sfida non mancano. Nonostante ciò, il punteggio rimane fermo sul 4-4. Si va all’overtime: 3 contro 3 per 5′.

SECONDO PERIODO – Il Merano inizia con grande convinzione e Varese nei primi minuti fa fatica ad uscire dal suo terzo di difesa. Dopo la grandissima opportunità di Franchini che, in 4 contro 1, si fa parare il tiro da un attentissimo Tragust, in contropiede le Aquile puniscono i gialloneri per il 2-2 di Lo Presti al 23’05”. La risposta dei Mastini non si fa attendere e le chance prima di Erik Mazzacane e poi di Schina sono clamorose ma sulla loro strada incontrano un goalie bianconero monumentale. In 4 contro 3 Varese non trova la via del gol e poi per qualche minuto subisce la pressione di Merano. Ma al 29’30” ci pensa Franchini a difendere caparbiamente un disco e poi a metterlo al centro per Marcello Borghi che non sbaglia: 3-2. Varese c’è, alza il suo baricentro e confeziona altri ottimi tentativi, ma nel suo momento di maggiore spinta perde un disco centralmente ed è punito al 34’15” da Pontus Moren per il 3-3. Negli ultimi due minuti di gioco i Mastini rimangono in inferiorità numerica (Ilic in panca puniti) e Merano colpisce un palo esterno.

PRIMO PERIODO – Nemmeno il tempo di iniziare la partita che, proprio come è già successo altre volte in questo campionato, Varese passa in vantaggio: a siglare l’1-0 dopo soli 30” è Vanetti, ben imbeccato da Perna che lo serve da dietro alla gabbia. I Mastini partono forti e non lasciano ragionare gli ospiti pressandoli e costruendo delle buone azioni. Al 5’55” Ilic finisce in panca puniti e Varese difende molto bene con l’uomo in meno non lasciando varchi giusti al Merano che è letale in power play. Poco dopo, però, su un’altra inferiorità numerica (Michael Mazzacane fuori) arriva l’1-1 delle Aquile al 9′ con Faggioni che raccoglie una respinta sfortunata di Tura che in un primo tempo aveva fatto un bell’intervento. Ma la parità dura pochissimo perchè, tornato in cinque uomini di movimento, Varese mette ancora la testa avanti al 10’15” con una bella combinazione sulla destra su cui si avventa al centro Perna per il 2-1. Marcello Borghi in power play spaventa l’ottimo Tragust per due volte, ma i gialloneri non sfondano. Successivamente Merano rimane in tre e in quei 26” di doppia superiorità, nonostante gli sforzi profusi, Varese non trova lo spiraglio giusto per allungare. Poi sono Raimondi e compagni a tenere in 4 contro 5 e, ristabilita la parità numerica, negli ultimi secondi di gioco Marcello Borghi va vicinissimo al 3-1 con un’azione in solitaria; il suo tiro, però, va fuori di poco.

 

IL TABELLINO
Varese-Merano 5-4 (2-1, 1-2, 1-1, 1-0)

Varese: Tura (Menguzzato); Re, Ilic, Borghi F., Schina, Mazzacane E., Grisi, Cecere; Borghi M., Asinelli, Vanetti, Perna, Raimondi, Teruggia, Franchini, Di Vincenzo, Mazzacane M., Borghi P., Privitera. All. Da Rin.
Merano: Tragust (Marinelli); Borgatello, Riffeser, Radin, Gruber, Piccinelli, Doliana; Ansoldi, Pontus Moren, Nardi, Carpino, Juscak, Lo Presti, Gasser, Faggioni, Thaler, Mitterer. All. Pontus Moren.
Arbitri: Marco Bagozza, Luca Cassol (Federico Pace, Jacopo Pace)
Marcatori: 30” Vanetti (Perna, Franchini), 9′ Faggioni (Gruber, Radin), 10’15” Perna (Borghi M., Franchini), 23’05” Lo Presti (Carpino, Borgatello), 29’30” Boghi M. (Franchini, Perna), 34’15” Pontus Moren (Ansoldi, Mitterer), 40’57” Raimondi (Asinelli), 48’31” Nardi (Juscak), 62’36” Franchini (Vanetti)
Penalità: Varese 18′, Merano 20′

- RISULTATI E CLASSIFCA

Laura Paganini
(foto Stefano Benvegnù, Agenzia Blitz)