Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Varese domina agevolmente la Sam Massagno: 92-61

Varese - Esordio casalingo per la Pallacanestro Varese che per il vernissage casalingo affronta gli svizzeri della Sam Massagno nell’ultima amichevole prima dell’esordio in campionato previsto per giovedì prossimo contro la Dinamo Sassari di coach Pozzecco. Seguiamo live l’ultimo impegno degli uomini di coach Caja che recuperano Josh Mayo e si schierano nell’assetto che sarà quello definitivo in attesa del recupero di Clark. Buoni spunti pur con le riserve del caso vista la caratura degli avversari, ma alcune indicazioni si possono trarre. Un Mayo pienamente calato nei panni del direttore d’orchestra, Peak che fa vedere come quel corpo lo sa usare e sfruttare molto bene, un Vene che può rivestire anche i panni dello scorer e un Tambone tirato a lucido e preciso sugli scarichi. Per maggiori informazioni, basta attendere giovedì prossimo per l’esordio in campionato.

LA FOTOGALLERY VARESE BASKET AMICHEVOLE OPENJOBMETIS VARESE VS. SAM MASSAGNONELLA FOTO VARESE BASKET AMICHEVOLE OPENJOBMETIS VARESE VS. SAM MASSAGNONELLA FOTO VARESE BASKET AMICHEVOLE OPENJOBMETIS VARESE VS. SAM MASSAGNO NELLA FOTO

 

 

 

LA DIRETTA

Primo quarto
Dopo un paio di errori, una bella penetrazione lungo la linea di fondo di Tambone valgono i primi 2 punti del match: 2-0 al 1′. Palla che gira agevolmente e una difesa attenta sull’uomo fruttano il 7-0 del 3′ con una bomba di Vene dall’angolo. OJM che concede qualche distrazione, ma è l’attacco biancorosso a funzionare alla perfezione con gioco dentro per Simmons, ma anche le conclusioni dai 6,75 di Vene a far male: 14-6 al 5′. Fiammata svizzera che approfitta di qualche amnesia difensiva a rimbalzo dei biancorossi, ma ci pensa Tambone da fuori a ristabilire le distanze: 17-12 al 7′. Massagno arriva sul -3 con un piazzato dai 5 metri di Uros Slokar, poi Peak e Ferrero fanno male alla difesa ticinese con due penetrazioni veloci come una rasoiata: 21-14 a -90″. 5 punti in fila di Jakovics fanno spellare le mani ai pochi presenti della Enerxenia Arena e danno il vantaggio in doppia cifra: 26-14 al 10′.

Secondo quarto
Jakovics non si ferma e segna ancora e l’OJM, pur pasticciando parecchio, vola sul +19 con un piazzato di Tepic: 33-14 al 12′. Come nel primo periodo, momento di assenza difensiva dei biancorossi che subiscono un parziale di 0-7 con coach Caja che chiama immediatamente time out: 33-21 al 13′. Andjelokovic si fa notare con due bombe filate inframmezzate dalla risposta di Mayo: 36-24 al 14′. Svizzeri che tengono molto meglio gli 1 vs 1 difensivi rispetto al primo quarto e Varese è spesso costretta a tirare allo scadere: 37-26 al 16′ con un tiretto di Aw. OJM che riparte con Mayo a dettare i ritmi sfruttando anche un Simmons più presente nel portare i blocchi e una bomba di Tambone dall’angolo a finalizzare una bella azione corale vale il 45-29 del 18′. Peak protagonista nel finale di frazione: prima punti in lunetta, poi una stoppata impressionante in difesa. All’intervallo lungo +17 OJM.

Terzo quarto
E’ una Varese con tanta voglia di passarsi la palla quella che inizia la ripresa e ne nascono anche belle giocate con, su tutte, una conclusione di forza in area di Peak: 54-33 al 22′. Gara che già ora ha pochissimo da dire e Ferrero alza un pallone per la schiacciata al volo di Simmons: 60-33 al 24′. Doppio gioco da 3 punti per Massagno, poi Varese reagisce subito: recupero diPeak che lancia al volo per Simmons che affonda la schiacciata del 64-39 al 25′. Giro di zona su ambo i lati del campo con un Simmons molto abile in centro alla propria difesa con Massagno che rosicchia qualcosa: 66-46 al 28′. Zona ospite che, comunque, frena la produttività dell’attacco bosino con un solo canestro dal campo di Ferrero in questi ultimi 2′: 69-47 all’ultima pausa.

Quarto quarto
C’è tempo anche per l’espulsione di coach Gubitosa, reo di essersi lamentato troppo per la poca tutela dei suoi ragazzi in campo, con Vene che sigla il 74-50 dalla lunetta al 32′. Prende le redini della Sam il varesino Matteo Caccia, ma l’OJM vola sull’80-52 del 34′. Mayo si conferma ottimo direttore d’orchestra e serve un alley hoop bellissimo per Simmons: 82-56 al 35′. Anche Natali si iscrive a referto con una tripla dall’angolo piedi a terra: 87-59 al 37′. Nel finale c’è spazio anche per Seck e De Vita con gloria per quest’ultimo che recupera il rimbalzo offensivo, segna e converte anche il libero aggiuntivo per il 92-61 che sarà anche il risultato finale.

Tabellino
Openjobmetis Varese – Sam Massagno 92-61 (26-14, 48-31, 69-47)
Varese: Peak 16, Tepic 2, Jakovics 12, De Vita 3, Natali 3, Vene 16, Simmons 12, Seck, Mayo 8, Tambone 10, Gandini 2, Ferrero 8. Allenatore: Caja.
Massagno: Gruninger 2, Facchinetti, Martino 2, Miljanic 19, Mausli, Kelly 13, Aw 11, Huttenmoser 1, Cantore, Slokar 5, Andjelkovic 8, Veri. Allenatore: Gubitosa.

Matteo Gallo

- SALA STAMPA