Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Hockey

Il derby è ancora giallonero: Varese supera il Como (7-3) e allunga

Sei su sei per Varese che vince anche il derby contro il Como per 7-3 e, grazie al successo solo ai rigori del Merano a Bressanone, allunga in classifica confermandosi sempre più capolista di IHL. Contro i lariani, ancora a 0 punti e sempre battuti, dopo un primo drittel in cui il grande protagonista è stato il portiere ospite, autore di numerosi interventi prodigiosi, i gialloneri dilagano nel secondo periodo segnando ben 5 reti e indirizzando definitivamente la gara a loro favore. A partecipare alla festa del gol Marcello Borghi, Perna, Privitera, Franchini e Raimondi (doppietta per il capitano). Unica nota stonata della serata è l’infortunio di Michael Mazzacane che è stato trasportato per ulteriori accertamenti dopo aver ricevuto un duro colpo agli albori del terzo periodo.
Sabato alle ore 19 Varese sarà impegnato ad Egna contro Unterland.

LA DIRETTA 

TERZO PERIODO – Ad inizio terzo drittel Michael Mazzacane subisce un intervento molto duro da parte di Vola (penalità partita) ed è costretto ad abbandonare la contesa anzitempo (è stato poi trasportato in ospedale per accertamenti). Nei successivi 5′ in superiorità numerica, Varese prova ad arricchire il bottino dei gol ma non ci riesce. Riesce invece a limare almeno un po’ il passivo (6-3) il Como con Formentini al 47’56′‘ dopo una sbavatura dei gialloneri. I Mastini costruiscono ancora qualche buona opportunità e la sfruttano al 53’29” con Asinelli per il 7-3. Via via il ritmo cala inevitabilmente e, alla sirena finale, scattano i festeggiamenti. Il derby è ancora giallonero.

SECONDO PERIODO – La gabbia del Como sembra stregata pure in avvio di secondo drittel quando, in rapida successione, i tiri a botta sicura di Franchini e Schina sono deviati da Tesini e anche dal palo. Il goalie ospite non può nulla tuttavia al 24’48” quando Perna si invola sulla sinistra e mette al centro un disco che Raimondi deve solo spingere in porta per il 2-1. Non passa nemmeno un minuto (25’31”) che Varese, una volta bloccatosi, allunga sul 3-1 con Perna che si mette in proprio e, dopo aver saltato un paio di avversari, firma la rete. I padroni di casa non sfruttano il successivo power play e poi resistono 2′ in inferiorità (out Vanetti), ma al 31’25” arriva il poker varesino di Privitera su assist del rientrante Andreoni e di Cecere. Il 4-1, tuttavia, dura pochissimo perchè Como accorcia sul 4-2 un minuto più tardi con Vola. Ma il festival del gol si arricchisce ancora di un’altra marcatura di Raimondi per la sua personale doppietta di serata e il 5-2 giallonero: il capitano insacca dopo una bellissima azione solitaria di Marcello Borghi il cui tiro è ribattuto da Tesini; il disco arriva a Perna che si gira e lo offre per Raimondi che non sbaglia. Dopo la quinta rete, Malkov cambia il portiere e al posto dell’ottimo Tesini entra D’agate. Varese non si ferma, continua ad attaccare e prima di andare negli spogliatoi (39’15”) arriva il 6-2 di Franchini ben servito da Perna.

PRIMO PERIODO - L’inizio di gara è vivace, combattuto ed equilibrato, seppure con una leggera prevalenza di attacchi da parte dei Mastini. Poco dopo 6′ di gioco il pattino di un giocatore del Como toglie la gioia del gol a Raimondi, il più lesto di tutti ad avventarsi sul disco durante una mischia davanti a Tesini. All’8’39”, su una indecisione di Cecere, il Como passa in vantaggio con il messicano Majul, l’uomo più pericoloso dei lariani. Ma la reazione di Varese è immediata e i gialloneri pareggiano i conti gà al 9’56” con una staffilata secca di Marcello Borghi su passaggio preciso di Perna. Occasionissima subito dopo con Franchini, ottimamente servito da Perna, che tuttavia non riesce ad infilare Tesini, autore di un grande intervento. I Mastini aumentano la pressione e trovano varchi nella difesa comasca con sempre maggiore frequenza, ma nemmeno in power play hanno il guizzo giusto per passare avanti. Tesini sembra insuperabile in altre due conclusioni dei padroni di casa e per due volte con il gambale dice di no sbarrando la porta a Franchini e Vanetti. Al 16′ gli animi si accendono e nel giro di due minuti le squadre si trovano a contatto due volte. Sedata la “rissa”, Raimondi si invola da solo, ma davanti a Tesini non riesce a sorprenderlo e ad appoggiare il puck nella gabbia; il portiere lariano è protagonista anche qualche secondo dopo su Marcello Borghi ed è lui a tenere in piedi il Como in questo primo periodo che termina sull’1-1.

IL TABELLINO
Varese-Como 7-3 (1-1, 5-1, 1-1)

Varese: Tura (Menguzzato); Re, Ilic, Borghi F., Schina, Mazzacane E., Grisi, Cecere; Borghi M., Asinelli, Vanetti, Perna, Raimondi, Teruggia, Franchini, Di Vincenzo, Mazzacane M., Borghi P., Andreoni, Privitera, Odoni. All. Da Rin
Como: Tesini (D’agate Ma.); Codebò, Taufer, Cortenova, Fratangelo, Fusini, Valli, D’agate Mi.; Formentini, Ambrosoli F., Majul, Meneghini, Ambrosoli R., Tilaro, Paramidani, Vola, Xamin, Redi, Zordan. All. Malkov
Arbitri: Luca Cassol, Willy Vinicio Volcan (Jacopo Pace, Jessica Brambilla)
Marcatori: 8’39” Majul (Cortenova, Xamin), 9’56” Borghi M. (Perna, Franchini), 24’48” Raimondi (Perna, Borghi M.), 25’31” Perna (Franchini, Borghi M.), 31’25” Privitera (Cecere, Andreoni), 32’29” Vola (Fratangelo), 34’36” Raimondi (Perna, Borghi M.), 39’15” Franchini (Perna), 47’56” Formentini (Ambrosoli F.), 53’29” Asinelli (Raimondi, Borghi F.)
Penalità: Varese 8′, Como 31′

RISULTATI E CLASSIFICA

Laura Paganini