Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Personaggio, Promozione girone A

Union Villa Cassano e Silvia, Alessandro Marzetta dice sì. “Obiettivo 50 gol”

L’Union Villa Cassano va di corsa. La formazione allenata dal neo mister Visentin è stata infatti la prima del girone A di Promozione a indossare gli scarpini e a scendere in campo per iniziare la preparazione alla stagione 2019/2020. Il gruppo è giovane e molto rinnovato e la società non ha dunque voluto perdere tempo dopo l’amara retrocessione dall’Eccellenza.
A portare esperienza a questa rosa molto verde, nonostante i soli 26 anni, è anche Alessandro Marzetta, prossimo sposo di Silvia (i due convoleranno a nozze il 7 settembre) e attaccante esterno con ottima propensione al gol.

Dopo i primi giorni di lavoro, quali sono le tue impressioni?
“Le sensazioni sono ottime: siamo un bel gruppo e i giovani hanno grande voglia di fare e di impegnarsi. Fin da subito ho cercato di fare gruppo e di far sì che tra noi possiamo amalgamarci il più possibile. Ormai sono nel mondo del calcio da tanti anni e ho imparato che l’esito di una stagione passa anche dall’unità di intenti che si forma fin dai primi allenamenti insieme. Siamo in tanti al primo anno a Cassano ed è fondamentale che ci ambientiamo e ci conosciamo”.

Come ti sembra il mister?
“Ho parlato con lui già a giugno e mi sono trovato bene immediatamente. Sul campo vedo che è molto preparato, meticoloso, non lascia nulla al caso ed è giustamente esigente”.

Alessandro Marzetta 2Come mai hai scelto di accasarti all’Union Villa Cassano?
“Tutti mi hanno sempre parlato bene della società, è organizzata, ha tante persone dietro che collaborano dietro le quinte, ha strutture all’avanguardia, ha un blasone riconosciuto in queste categorie ed è anche comodissimo per me da raggiungere dopo il lavoro. Dopo l’anno scorso ad Ispra in Prima Categoria, avevo voglia di tornare a giocare in Promozione e Cassano è la piazza perfetta per me”.

Che obiettivi ti sei posto?
“Voglio entrare nei meccanismi di squadra fin da subito, anche perchè il 7 settembre mi sposerò e salterò almeno un paio di giornate di campionato perchè sarò in viaggio di nozze. Mi sono messo a completa disposizione del mister e dei miei compagni e sono disposto a coprire qualsiasi ruolo tanto che l’anno scorso, in una situazione di emergenza, ho giocato mezzala per tutto il girone di ritorno. Di mio, però, sono un attaccante esterno, ho corsa e piedi buoni e mi piace servire assist ma anche andare al tiro. Un traguardo personale ce l’ho: per ora in carriera tra i dilettanti ho segnato 46 gol e mi piacerebbe arrivare a 50 reti prima della fine del campionato”.

L’Union Villa Cassano dove può arrivare?
“Vogliamo prima una salvezza il più tranquilla possibile e poi si vedrà. Secondo me siamo ben attrezzati e la dirigenza ha fatto un ottimo lavoro anche con i giovani”.

Alessandro Marzetta 1Quali sono le favorite del girone A?
“Metto il Gavirate sopra a tutte, sarà la squadra da battere. Ho giocato più di un anno in rossoblù e so come lavorano; inoltre, in estate hanno costruito una rosa di alto livello che, a mio parere, è la più forte. Appena sotto metto il Morazzone che si è rafforzato e poi l’Olimpia che ha un gruppo consolidato e lotterà come sempre per le prime posizioni. Non conosco molto le milanesi, ma non è mai facile affrontarle e battere; saranno tutte battaglie”.

Quanto a te, hai iniziato nel Varese Calcio.
“Ho giocato in biancorosso fino agli Allievi Nazionali prima di passare alla Sestese dove sono rimasto cinque anni tra Juniores ed Eccellenza. E’ lì che ho incontrato mister Dossena, uno dei migliori allenatori in circolazione. Devo a lui se ho fatto il salto di qualità da giovane di belle speranze a giocatore che sa stare in campo e sa cosa fare con la palla. Nel mio percorso ho fatto tappa anche ad Angera in cui ho disputato una buona stagione con 8 gol, a Dormelletto in Promozione e, prima di Gavirate ed Ispra, sono stato a Brebbia. Quelle sono stati per me le annate migliori: ho segnato 18 reti in una sola stagione, siamo saliti in Promozione, un traguardo che per una realtà così piccola è storico, e poi ci siamo salvati ai playout contro il Cairate. Ho ricordi molto bellissimi”.
E ora a Cassano Magnago è iniziata un’altra pagina di Alessandro Marzetta, presto sposo della sua Silvia.

Laura Paganini