Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

Uboldese a tre passi dalla vetta, bomber Giglio è un cecchino: “Obiettivo doppia cifra”

Quattro partite (per altro non complete per l’espulsione rimediata contro l’Universal Solaro alla terza giornata e costata due turni di squalifica) e quattro gol: è questo lo score invidiabile di Mattia Giglio, attaccante dell’Uboldese che proprio sabato compirà 23 anni e che non è imparentato nemmeno alla lontana con il suo omonimo e compagno di squadra Giordano. Inizio di stagione scoppiettante, dunque, per lui che ha obiettivi precisi e tanta voglia di fare bene.

mattia giglio 2Dopo i gol contro Morazzone e Besnatese, domenica contro il Vittuone hai timbrato il cartellino due volte. Non male per te che, per altro, hai iniziato l’annata alla Base 96.
“Sono molto contento e all’Uboldese sento la fiducia di tutti, dal presidente, che voglio ringraziare, alla società, al mister, ai compagni. Ho fatto la preparazione con la Base 96 ma quando mi sono reso conto che non sarei stato titolare ho deciso di fare una scelta e intraprendere un’altra direzione. L’Uboldese mi corteggiava già da qualche anno ed è stato semplice per me dire di sì a questo club. Qui sto bene e sento la stima dell’ambiente e per un giocatore è il massimo che si possa avere”.

Stai ripagando tutto ciò a suon di gol. Che obiettivo ti sei posto?
“In carriera tra Eccellenza e Promozione non sono mai andato in doppia cifra e vorrei arrivare finalmente a questo traguardo. Ho saltato due partite per squalifica e da quando sono rientrato ho segnato tre reti. Sono felice di questo e sono sulla buona strada, ma sono anche consapevole che il campionato è lungo e che c’è tanto lavoro da fare assieme alla squadra”.

Che tipo di attaccante sei?
“Mi piace girare attorno ad una punta più statica e con De Milato mi trovo alla perfezione. Non avevamo mai giocato assieme, ma siamo entrati subito in sintonia. Sappiamo in anticipo i movimenti l’uno dell’altro e per ora stiamo facendo molto bene e ci divertiamo anche”.

Domenica avete vinto lo scontro diretto con il Vittuone e ora siete terzi in classifica. L’Uboldese può pensare in grande?
“Siamo soddisfatti dei tre punti, ma non abbiamo giocato al meglio delle nostre possibilità e Giglio ha fatto un paio di interventi strepitosi in porta. Siamo contenti della classifica, ma rimaniamo con i piedi ben saldi per terra e il nostro obiettivo continua ad essere la salvezza”.

Quali sono le formazioni che ti sono piaciute di più finora?
“Il Meda è il favorito numero 1, ma non credo proprio che ammazzerà il campionato, e mi è piaciuto molto anche l’Universal Solaro. Come ogni anno, la Promozione è un torneo difficile e davvero competitivo”.

Domenica farete visita all’Union Villa Cassano.
“Ci auguriamo di recuperare al 100% De Milato e capitan Maiorano e vogliamo proseguire nella nostra striscia positiva. Nell’ultimo turno il Cassano ha vinto e forse giocherà meno aggressivo e con meno fame. Sappiamo che sono giovani, mentre noi siamo la squadra più esperta del campionato e vorremmo approfittare degli eventuali cali che avranno. Dobbiamo prenderci altri 3 punti per rimanere attaccati alle prime”.

 

- IL CAMMINO DELL’UBOLDESE

Laura Paganini