Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Rugby

Serie B – Varese cade a Sondrio 24-20

Non riesce il colpo esterno al Rugby Varese che nella sesta giornata di campionato perde 24-20 sul campo del Rugby Sondrio. I biancorossi tornano a casa con un punto bonus difensivo e smuovono la classifica ma rimane comunque tanta rabbia per aver buttato un match più che alla portata. Nel primo tempo Varese rimane a zero non concretizzando diverse occasioni da meta. Sondrio invece segna due mete trasformate ed un calcio piazzato portandosi a diciassette punti di vantaggio. Pesano anche un paio di situazioni in cui Varese spreca punti facili al piede scegliendo di giocare velocemente i calci di punizione invece che optare per la via dei pali. Nel secondo tempo Varese deve reagire per cercare la rimonta e attacca con decisione fin da subito. Al 5’ i biancorossi sbloccano il tabellino grazie ad un calcio piazzato messo dentro da Carbone che pochi minuti dopo segna la prima meta del match per i suoi (17-8). Uno svarione difensivo del Varese però permette a Sondrio di marcare la sua terza meta di giornata e allungare il punteggio sul 24-8. I biancorossi non si scoraggiano e insistono con numerose incursioni in zona offensiva. Negli ultimi quindici minuti di gara Varese si riavvicina agli avversari con due mete marcate da Ficarra: trequarti ala di soli diciassette anni all’esordio con la prima squadra che non ha affatto perso l’occasione di dimostrare il proprio valore. Nell’ultima azione di gioco Varese cerca la meta della vittoria ma commette in avanti, spegnendo le speranze di una rimonta che avrebbe avuto dell’incredibile.

Rugby Sondrio-Rugby Varese 24-20 (17-0)
Varese: Carbone, Ficarra, Bianchi, Fulginiti, Zuinisi, Pandozy (v), Sacchetti, Bobbato, Djoukouehi, Borello (c), Contardi, Arreghini, Ciavarella, Dal sasso, Gulisiano
A disposizione: Mansi, Maletti, Patruno, Lana, Castiglioni, Tamborini, Zanzi
All. Pella e Galante
Mete Varese: Ficarra 2, Carbone
Trasformazioni: Tamborini
C.p. Carbone 1

Stefano Sessarego