Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Serie A, 30^: la griglia dei playoff. Torino retrocessa

Si è composta la griglia dei playoff: Milano, la testa di serie numero 1, affronterà Avellino, arrivata ottava grazie alla vittoria contro Pistoia, mentre Sassari ha conquistato il fattore campo contro Brindisi (perdente contro Trento) grazie alla vittoria su Cantù. Dall’altra parte del tabellone si affronteranno la seconda Cremona e Trieste, settima classificata nonostante la sconfitta al Forum, mentre Trento proverà a vendicarsi della finale persa due anni fa con la Reyer. È la Fiat Torino a retrocedere, a causa della penalizzazione di otto punti. Si salvano Pesaro, Pistoia e Reggio Emilia. 

Happy Casa Brindisi – Dolomiti Energia Trentino 76-81
Servono le grandi giocate di Marble e Craft nel finale di partita per permettere a Trento di espugnare il PalaPentassuglia e guadagnare il sesto posto nella griglia dei playoff, grazie al quale affronterà la Reyer Venezia. La gara rimane equilibrata per tutti e quaranta i minuti, con Brindisi in vantaggio per tutto il primo tempo e gran parte del terzo quarto, ma mai capace di scappare. Trento nell’ultimo periodo riesce anche a salire sul +8 nei minuti finali, grazie alle giocate di Hogue e Flaccadaori, ma la squadra di Vitucci riesce a recuperare e a giocarsi la partita nei possessi finali, prima che il bellissimo canestro solista di Marble e la palla recuperata da Craft chiudano le ostilità. Per Brindisi 17 di Moraschini, 15 di Brown, 12 di Clark e Banks. Per Trento 17 di Marble, 16 di Forray, 14 di Flaccadori, Gomes e Hogue (con 10 rimbalzi)

Umana Reyer Venezia – Germani Basket Brescia 86-70 (foto FB Reyer Venezia)
Chiude la regular season con una vittoria la Reyer Venezia, che sconfigge nettamente la Germani in una partita alla quale entrambe le squadre avevano poco da chiedere. La Reyer, sicura del suo terzo posto, pensava già al suo prossimo avversario (la Dolimiti Energia), mentre Brescia sta già considerando le mosse da effettuare quest’estate. Il primo tempo è stato pressochè equilibrato, con Brescia che ha recuperato nel secondo quarto il solco che Venezia aveva scavato nella prima frazione. È nel terzo periodo che la Reyer vince la gara, perché costruisce un parziale di 30-13 che spezza le gambe a Brescia. La squadra di De Raffaele domina prevalentemente in mezzo all’area, come è accaduto spesso in questa stagione contro Brescia, con Watt e Vidmar capaci di spadroneggiare nel pitturato. Brescia perde poi fin troppi palloni (18) per poter pensare ad una rimonta. Per Venezia 25 di Daye, 15 di Watt, 14 di Vidmar, 13 di Haynes. Per Brescia 14 di Cunningham, 11 di Moss, 10 di Abass.

Oriora Pistoia – Sidigas Avellino 73-88
Doveva vincere e ha vinto la Sidigas, che ha atteso un tempo prima di affondare una Pistoia retrocessa sul campo ma salva grazie alla penalizzazione di Torino. Ancora priva di Caleb Green, Avellino si è affidata alla sua coppia di guardie formata da Keifer Sykes e Demonte Harper, che nel terzo quarto sono letteralmente decollati per segnare il parziale di 17-33 che ha deciso la partita. Pistoia fino a quel momento aveva resistito più che degnamente, grazie alle giocate in uno contro uno di Mitchell e ai rimbalzi offensivi di Crosariol. Con il passare dei minuti si è fatta sentire l’assoluta superiorità di talento dei campani, che adesso si preparano ad affrontare Milano nel primo turno dei playoff. Per Pistoia 21 di Mitchell, 12 di Odum. Per Avellino 22 di Sykes, 21 di Harper, 15 di Udanoh.

Banco di Sardegna Sassari – Acqua S.Bernardo Canù 87-81
Conquista il quarto posto e il conseguente fattore campo nella serie contro Brindisi la Dinamo, che prosegue la sua spaventosa striscia di vittorie (9 in campionato, 12 in tutte le competizioni) e batte Cantù escludendo così la squadra di Brienza dai playoff. Anche questa gara non trova un padrone nel primo tempo, con Sassari che prova a creare un parziale importante soltanto alla fine del secondo quarto, affidandosi prevalentemente alle iniziative sotto canestro di Thomas e Cooley. Cantù risponde con un ottimo terzo periodo, nel quale si scatena Frank Gaines, ma la squadra di Pozzecco non si da per vinta e confeziona un decisivo ultimo quarto, vinto da Sassari con un parziale di 26-15. Le giocate decisive le fanno Cooley, Pierre e Spissu, quest’ultimo segnando i liberi più decisivi. Per Sassari 19 di Cooley, 17 di Polonara, 16 di Thomas, 15 di Spissu e 11 di Pierre. Per Cantù 25 di Gaines, 24 di Jefferson e 15 di Carr.

Grissin Bon Reggio Emilia – Vanoli Basket Cremona 82-81
Un’altra gara con poco o nulla in palio quella tra Reggio Emilia e Cremona, con la Grissin Bon già sicura della salvezza e la Vanoli ben salda al secondo posto in classifica. Reggio Emilia gioca nettamente meglio il primo tempo, affidandosi in attacco alle iniziative di Johnson-Odom, troppo veloce e forte per le guardie di Cremona. Nel secondo tempo la Vanoli, che ruota ben 10 giocatori, tutti tra i 16 e i 26 minuti, riesce ad aggiustare qualche cosa in difesa, e lima lo svantaggio canestro dopo canestro, senza però riuscire a concludere la rimonta. Alla fine è Reggio a vincere una gara piena di errori, con pessime % al tiro sia da una parte che dall’altra. Cremona affronterà Trieste nel primo turno dei playoff. Per Reggio 26 di Johnson-Odom, 11 di Dixon. Per Cremona 19 di Stojanovic, 15 di Saunders, 13 di Ricci.

Fiat Torino – VL Pesaro 93-71
Salutano il campionato con estrema dignità i giocatori della Fiat Torino, che sconfiggono nettamente Pesaro e si guadagnano gli applausi dei propri tifosi, protagonisti anche di una contestazione nei confronti della società. I padroni di casa partono molto forte, vincendo nettamente sia il primo che il secondo quarto, grazie agli assist di Peppe Poeta e alla buona vena della lunga distanza di Hobson e Moore. Nella ripresa la musica non cambia, con Pesaro che sembra incapace di reagire agli attacchi degli avversari, e chiude con una brutta sconfitta l’ennesima stagione finita conclusasi con una salvezza sul rotto della cuffia. Per Torino 19 di Jaiteh, 18 di Hobson, 14 di Moore, 12 di Wilson, 10 di Portannese. Per Pesaro 15 di Blackmon e 11 di Monaldi.

AX Armani Exchange Milano – Alma Trieste 93-88
È una dolce sconfitta quella del Forum per Trieste, che riesce comunque a raggiungere i playoff grazie alla classifica avulsa e conquista così il settimo posto, valido per sfidare la Vanoli Cremona. Gli ospiti partono con le marce alte nel primo quarto, prendendo Milano di sorpresa con il gioco veloce e pieno di ritmo che contraddistingue la squadra di Dalmasson. I padroni di casa recuperano subito nel secondo quarto e si portano in testa alla gara. Milano riuscirà a mantenere la guida fino alla fine, anche se subirà la rimonta di Trieste, ma le giocate di Micov e di un ottimo Della Valle regalano ai tifosi del Forum la vittoria. Per Milano 21 di Della Valle, 13 di Kuzminskas, 12 di Cinciarini, 11 di Micov e 10 di Brooks. Per Trieste 27 di Peric, 18 di Wright, 13 di Sanders.
- LA PARTITA DELLA PALLACANESTRO VARESE

- RISULTATI E CLASSIFICA

Marco Mastrorilli