Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Scipio Cup: il Trofeo sfuma sul più bello. Varese battuta 58-51

Parma - Non riesce ad aggiudicarsi la IV edizione della Scipio Cup una Pallacanestro Varese che cede proprio negli ultimi 10′ ad una Trieste capace di uscire alla distanza in una gara caratterizzata dalle difese e dove anche il caldo ha recitato la sua parte. Varese sempre senza Mayo mentre i giuliani sono senza Strautins. Gara basata su agonismo e intensità da ambo le parti con Trieste più concreta nei minuti finali. Per Varese bene la regia di Tambone e un Simmons pericoloso nei pressi del ferro.

Equilibrio che si è perpetrato praticamente per tutto il match con OJM e Trieste a sorpassarsi in continuazione: due schicciate di Jones valgono subito il time out di Caja, poi è Ferrero a portare avanti l’OJM con 5 punti di fila: 8-4. Trieste va avanti sul 10-16, ma le conclusioni pesanti di Vene e Natali ricuciono per la parità del 10′. Seconda frazione con Jones e Tambone protagonisti, ma sono due liberi di Cavaliero a siglare la nuova parità al 20′: 32-32. Anche nel terzo periodo, la musica non cambia: Tambone e Simmons sugli scudi, ma Da Ros mette a segno 4 punti che tengono in linea di galleggiamento Trieste: 45-42 al 30′. Tambone apre con una tripla, poi Da Ros spinge ancora i giuliani: ultimo sussulto varesino sul 51-48, ma due bombe in fila di Cavaliero ribaltano il risultato e condurranno a un parziale finale decisivo di 0-10 per la formazione di coach Dalmasson che si aggiudica il torneo.

Prossimo e ultimo appuntamento del precampionato dell’OJM sarà venerdì prossimo alle 20.30 alla Enerxenia Areana contro la Sam Massagno.

Tabellino
Openjobmetis Varese – Pallacanestro Trieste 51-58 (16-16, 32-32, 45-42)
Varese: Peak 7, Tepic 3, Jakovics, De Vita, Natali 3, Vene 5, Simmons 12, Mayo, Tambone 13, Gandini, Ferrero 8. All. Caja.
Trieste: Coronica, Cooke 1, Peric, Fernandez 4, Jones 18, Janelidze,  Cavaliero 8, Da Ros 8, Mitchell 9, Elmore 4, Justice 6.  All. Dalmasson.

Matteo Gallo